rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Economia

Il PCL: "Solidarietà ai dipendenti della Icot. Basta tentennamenti"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Il Partito Comunista dei Lavoratori sez. Romagna "Domenico Maltoni" esprime la propria solidarietà ai lavoratori ICOT in occasione dello sciopero nazionale di 8 ore proclamato per venerdì 12 febbraio sotto la Prefettura di Forlì. Il mancato pagamento degli stipendi arretrati è inaccettabile, anche alla luce dei consistenti carichi di lavoro comunque presenti in azienda e dell'appalto del Comune di Ferrara. I problemi di liquidità non possono essere una scusa per trattenere il salario dei dipendenti, dato che quando si tratta di profitti la liquidità al padronato non manca mai.

Inaccettabile è anche l'atteggiamento inaffidabile dell'azienda, che finora non ha dato ai lavoratori risposte certe sul loro futuro.

Altrettanto inaccettabile è l'atteggiamento dell'istituto di credito che a quanto si dice ha bloccato la liquidità della ditta. Non ci stupisce: le banche, esattamente come il padronato, non muovono un dito quando in gioco ci sono i salari dei lavoratori, ma aprono bene le mani quando c'è da ricevere soldi pubblici. Banche e industriali fanno parte della stessa classe, quella degli sfruttatori, e stanno conducendo una lotta senza quartiere contro i lavoratori. Invitiamo ai lavoratori ICOT a proseguire le mobilitazioni fino al completo pagamento degli stipendi arretrati, rinnovando loro la nostra vicinanza per questa e per ogni altra iniziativa di lotta che vorranno intraprendere.

Cellula operaia - PCL Romagna

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il PCL: "Solidarietà ai dipendenti della Icot. Basta tentennamenti"

ForlìToday è in caricamento