menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tares, niente retromarcia a Forlì: "Avremmo pagato di più". La mazzata arriva a febbraio

Non si fa retromarcia nel Comune di Forlì sulla tassa dei rifiuti. Lo annuncia l'assessore all'ambiente Alberto Bellini, in commissione: "Noi rimaniamo alla Tares

Non si fa retromarcia nel Comune di Forlì sulla tassa dei rifiuti. Lo annuncia l'assessore all'ambiente Alberto Bellini, in commissione: “Noi rimaniamo alla Tares. Abbiamo però presentato una delibera per cui l'ultima rata di riscossione viene spostata da dicembre a febbraio”. Questo rinvia solo di due mesi la 'mazzata', non ci saranno sconti: “Si paga, sia il consuntivo del 2013,  che è circa la metà della tariffa normale, - ricorda Bellini - più lo 0,30% che andrà allo Stato”.

I motivi di questa scelta, che contrastano con quella dei Comuni del Ravennate, sono sintetizzati dall'assessore, che spiega le differenze: “In primis appare illegittima la detrazione dell'Iva per le imprese, su cui restano grandi dubbi. Ma i dati certi sono che con la Tares spendiamo meno. La grossa differenza tra Forlì e Ravenna sta, soprattutto nell'applicazione di una tariffa di fascia, calcolata sul totale per tutti i 18 comuni. Con Tares, quindi, a Ravenna, restavano vincoli sulla divisione della tariffa tra gli utenti”. Ovvero c'era un grosso sbilanciamento tra i diversi Comuni: chi pagava meno e chi di più.

A Forlì invece con la Tia si sarebbe pagato di più. Succede che “la Tares costa 21 milioni e 600mila euro, che saranno pagati, all'incirca, metà dai cittadini e metà dalle aziende. Nella versione Tia, invece, la spesa cresce di 300mila euro. Se fosse legittimo – spiega Bellini - le aziende potrebbero detrarre 800mila euro di Iva. In questo caso le famiglie pagherebbero di più, le aziende, forse, pagherebbero 500mila euro in meno rispetto alla Tares. Ma se fossimo tornati alla Tia, Hera ci avrebbe chiesto come quota di garanzia di copertura degli insoluti, 800mila euro. Per cui, alla fine, sarebbe costata, per il Comune di Forlì, 300 mila euro in più”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento