menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La denuncia di Cna: "Nella giungla del trasporto abusivo è a rischio la sicurezza dei passeggeri"

L’abusivismo nel settore trasporto persone, con auto o bus, è in costante sviluppo, nonostante la caparbietà e l’impegno di Cna Fita - Trasporto Persone a segnalare alle autorità competenti un fenomeno che, oltre al danno erariale, tocca pure la sicurezza

L’abusivismo nel settore trasporto persone, con auto o bus, è in costante sviluppo, nonostante la caparbietà e l’impegno di Cna Fita - Trasporto Persone a segnalare alle autorità competenti un fenomeno che, oltre al danno erariale, tocca pure la sicurezza. "È dunque necessario che l’ente locale, con gli altri soggetti preposti, sia al centro del progetto di contenimento e aggressione del fenomeno", afferma Remo Ruffilli, responsabile CNA FITA - Trasporto Persone Forlì-Cesena

"Fondamentale diventa però la corretta informazione ai cittadini, educarli sulle peculiarità di servizi svolti da privati ma pur sempre pubblici, sui rischi derivanti dall’affidarsi a persone prive dei requisiti oggettivi e soggettivi necessari per l’attività, non ultimo quello assicurativo - continua Ruffilli -. Abbiamo più volte segnalato alle autorità competenti in materia alcune situazioni macroscopiche, ma per la verità con scarsi risultati finora. Intendiamoci: non ci rallegra certo il fermo di mezzi appartenenti al volontariato, ci sono situazioni di illecito, totali o camuffate, più inquietanti. Però le cooperative sociali e le organizzazioni onlus, beneficiando di agevolazioni fiscali e del minor costo di prestazione dei servizi, senza dover dimostrare i requisiti professionali, godono di evidenti vantaggi. Come Unione nazionale delle imprese di trasporto abbiamo, sull’argomento, informato l’Autorità garante della concorrenza e del mercato, e la Commissione europea DG Competizione".

"Pur consapevoli della fondamentale funzione svolta dal volontariato, quello vero e serio, e dalle citate cooperative a supporto delle politiche sociali in favore del territorio, Cna Trasporto Persone si sente in dovere, di tutelare anche i passeggeri, nel rispetto dei requisiti di legge - continua Ruffilli -. Gli autisti professionisti devono possedere requisiti dai quali non possono esimersi, in quanto soggetti a costanti controlli. Chi ritiene di usare mezzi non propri, a pagamento, sappia queste cose, ne tragga le dovute considerazioni, in tema di sicurezza e costi e, in particolare, non si renda complice di quella deriva verso l’illegalità che si ripercuote poi sull’intera comunità".

Conclude Ruffilli: "Come Cna ci siamo spesi da tempo in questo senso, e proprio in questi mesi abbiamo investito nella campagna “Sieti sicuri?”, per contrastare il pericoloso fenomeno dei taxisti abusivi che trasportano i giovani che vanno in discoteca. La ricetta è la stessa: informazione corretta ai consumatori, sinergia fra istituzioni con la collaborazione di associazioni imprese. All’insegna della legalità e della sicurezza dei passeggeri".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Forlì usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento