menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zara a Forlì? Potrebbe approdare al Palazzo delle Poste

Diventerebbe sicuramente uno dei punti focali dello shopping forlivese, dando una sferzata di energia al commercio nel centro storico. Nel Palazzo delle Poste potrebbe arrivare la catena di abbigliamento Zara

Diventerebbe sicuramente uno dei punti focali dello shopping forlivese, dando una sferzata di energia al commercio nel centro storico. Nel Palazzo delle Poste potrebbe arrivare la catena di abbigliamento Zara. Dopo che il matrimonio con Palazzo Talenti Framonti non è andato in porto, l'abbigliamento low cost targato Spagna potrebbe approdare lo stesso in Piazza Saffi. Il gruppo iberico Inditex, proprietario della catena di negozi, avrebbe manifestato il proprio interesse per il palazzo degli anni '30.

Secondo quando riportato dalla Voce di Romagna sarebbero venuti a Forlì un paio di volte per un sopralluogo i tecnici del gruppo, guidato da Pablo Isla, alla ricerca di uno spazio adeguato per i locali di Zara. “Non mi stupisce affatto – spiega l'assessore allo Sviluppo economico e al commercio, Maria Maltoni – qualche tempo fa infatti, Poste Italia srl ci ha chiesto la possibilità di un cambiamento di destinazione d'uso dei locali del palazzo. Noi abbiamo dato la nostra disponibilità, nel caso ce ne fosse la necessità. Si sa che a Forlì mancano i grandi spazi commerciali e questa notizia sicuramente fa ben sperare”.

La contrattazione starebbe procedendo al ribasso, il palazzo ha infatti un valore di 16 milioni di euro ma il gruppo spagnolo vorrebbe spendere meno ed avere contributi pubblici per l'apertura di un negozio Zara in città.

IL PALAZZO - Nel Settembre del 1931 fu definita l’esatta ubicazione del nuovo palazzo, prevedendone l’ulteriore arretramento rispetto alla linea dei fabbricati demoliti, in modo tale da allargare la prospettiva della piazza, ottenere un più ampio sbocco stradale lungo il Largo De Calboli ed una maggiore ampiezza visionale sulle facciate monumentali della chiesa romanica di San Mercuriale e del retrostante Palazzo Paolucci - De Calboli. I lavori di costruzione del nuovo edificio postale, assegnati all’Impresa Ettore Benini di Forlì, ebbero inizio nel Novembre del 1931 ed ultimazione, per la gran parte, nell’Ottobre del 1932. Il palazzo venne inaugurato il 30/10/1932, alla presenza del Duce, nel periodo di ricorrenze legate al decennale della Marcia su Roma. L’immobile fu assunto in carico nella consistenza patrimoniale della Amministrazione Postale e Telegrafica. Da quella data, gli uffici della Direzione Provinciale ed i servizi postali e telegrafici iniziarono l’attività presso la nuova sede. Il 25 agosto 1944, in occasione dei bombardamenti aerei che colpirono anche la città di Forlì, il palazzo fu seriamente danneggiato, con particolare riferimento alle strutture di copertura, al salone pubblico ed alle facciate prospicienti la Piazza Aurelio Saffi e la Piazzetta della Posta. Parte degli uffici venne trasferita, per un breve periodo, presso un immobile sito nella frazione di San Martino in Strada e, successivamente, presso alcuni locali della sede del Monte di Pietà, ubicata in Corso Giuseppe Garibaldi. I lavori di ricostruzione, curati dal Genio Civile, iniziarono nel 1946 protraendosi fino al 1950.

ZARA - Il gruppo Inditex S.A. (Industria de Diseño Textil, Sociedad Anónima) rappresenta una delle più grandi società di distribuzione tessile di moda, il primo gruppo europeo e il secondo a livello mondiale di confezione, oltre che il terzo grossista di abbigliamento al mondo, la cui sede centrale è situata ad Arteixo in provincia della Coruña. Il gruppo è stato fondato nel 1979 da Amancio Ortega Gaona ed è composto da sette formati commerciali che sono rispettivamente: Zara, Pull and Bear, Bershka, Massimo Dutti, Stradivarius, Oysho e Zara Home. Attualmente, conta 900 negozi in 62 paesi del mondo. Nell'Agosto del 2005 è entrata per la prima volta nella lista delle 100 maggiori marche del mondo, situandosi al 77º posto, secondo la classifica annuale della rivista Business Week e, nel marzo del 2006, ha superato le vendite di uno dei suoi maggiori competitor, la svedese Hennes & Mauritz, il più grande rivenditore di abbigliamento a basso costo in Europa.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento