Agrario, evento speciale per il progetto vincitore tra scuole e musei civici

A Villafranca presso l'Ex Istituto Agrario (Via Lughese, 262 – Forlì) saranno in mostra, fino al 7 giugno, alcuni oggetti del Museo Etnografico Romagnolo “B. Pergoli” insieme ai lavori realizzati dai ragazzi delle scuole medie “P. Zangheri” e “G. Fiorini” nell'ambito del progetto “Da scuola di campagna a scuola di museo”, selezionato fra i dieci vincitori della VI edizione del concorso regionale “Io Amo I Beni Culturali” promosso dall’Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna.
Il progetto, che ha visto coinvolte 11 classi, per un totale di 250 studenti di due Istituti Comprensivi di Forlì, le scuole secondarie di Primo Grado “P. Zangheri” e “G. Fiorini” in partenariato con i Musei Civici di Forlì, nasce dall’efficace intuizione della Prof.ssa Paola Mercatali, docente di Arte e Immagine della Scuola “P. Zangheri” e vedrà animare un edificio chiuso ormai da tanto tempo.
Nella vecchia scuola una selezione di oggetti del Museo Etnografico Romagnolo “B. Pergoli” insieme ai lavori realizzati dai ragazzi diventeranno i protagonisti di una nuova ed inedita rappresentazione museale, resa attraente da ricostruzioni ambientali scaturite da apposite indagini sugli usi e costumi, le tradizioni orali e i dialetti, i suoni, i colori e le immagini di un passato che si vuole far rivivere come fonte di conoscenza per la lettura e la comprensione del presente.
I visitatori saranno accompagnati alla scoperta della mostra dalle giovani guide protagoniste del progetto. 
L’esperienza, che ha visto coinvolti i cittadini più giovani di città e campagna, rappresenta sicuramente uno stimolo concreto per l'Amministrazione Comunale a considerare per il futuro dell'Ex Istituto Agrario, un utilizzo che incentivi in modo continuativo la collaborazione tra scuola, istituzioni culturali e comunità attive nel territorio e rientra pienamente nell'ambito delle attività dell'Assessorato alla Cultura finalizzate alla promozione dei temi della Convenzione di “Faro” e della sensibilizzazione delle comunità in relazione ai patrimoni identitari. 
Mercoledì 7 GIUGNO 2017, dalle ore 9.00, presso l’Ex Istituto Agrario di Villafranca (Via Lughese, 262 – Forlì) avrà luogo l’evento finale, durante il quale il progetto verrà presentato dalle referenti (Flora Fiorini e Paola Mercatali) e dai dirigenti scolastici Luigi Abbate e Barbara Casadei, insieme a Davide Drei, Sindaco di Forlì e Gabriele Zelli, Sindaco di Dovadola ed esperto di storia locale, nonché dalla dirigente del Servizio Cultura e Musei, Cristina Ambrosini.
Seguirà l'intervento di Matteo Villa “Fare l’agricoltore oggi”, al termine del quale i ragazzi coinvolti nel progetto accompagneranno i visitatori e animeranno attività laboratoriali aperte a tutti. La giornata si concluderà con una merenda a base di frutta a km 0 offerta dalle aziende agricole del territorio, dalla Nuova Rosticceria Il Cappelletto Q.B e dal Conad di Villafranca, in collaborazione con il Quartiere e le Associazioni Genitori Villafranca e Zangheri.
La mostra sarà aperta a tutte le scuole del territorio e alla cittadinanza fino al 7 giugno, tutti i giorni dalle 9.00 alle 12.00 e nei pomeriggi del 2, 3 e 4 giugno dalle 15.30 alle 18.30. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • In vetrina le opere della giovanissima artista romagnola

    • Gratis
    • dal 9 al 22 gennaio 2021
    • Mesticheria Casadei
  • "Mutonia", una ricerca fotografica tra fantasia, gioco e futuro

    • da domani
    • Gratis
    • dal 19 gennaio al 19 febbraio 2021
    • Ospedale Morgagni - Pediatria

I più visti

  • In vetrina le opere della giovanissima artista romagnola

    • Gratis
    • dal 9 al 22 gennaio 2021
    • Mesticheria Casadei
  • "Mutonia", una ricerca fotografica tra fantasia, gioco e futuro

    • da domani
    • Gratis
    • dal 19 gennaio al 19 febbraio 2021
    • Ospedale Morgagni - Pediatria
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ForlìToday è in caricamento