Antica Pieve in musica: si ascoltano sui social i brani del duo Alogna - Tampalini

Il concerto dei due maestri si sarebbe dovuta svolgere nella serata di giovedì 18 giugno presso la Pieve di Santa Maria in Acquedotto

Per la rassegna "Antica Pieve in musica", annullata per l'estate 2020 in seguito alla diffusione del virus Covid 19 ma pronta a ripartire il prossimo anno, era in programma un concerto del duo Davide Alogna (violino) e Giulio Tampalini (chitarra), inserito anche nel festival musicale "Sadurano Serenade". 

La manifestazione si sarebbe dovuta svolgere nella serata di giovedì 18 giugno presso la Pieve di Santa Maria in Acquedotto. A promuoverla, oltre all'associazione "Antica Pieve", anche "Gli Amici di don Dario", il sodalizio che ha raccolto l'eredità del parroco don Dario Ciani che ha avuto il merito di fare della località di Sadurano un luogo di spiritualità, di ospitalità, di incontro e di lavoro.

I due giovani musicisti, ma già affermati maestri di musica, conosciuti ed apprezzati a livello nazionale ed internazionale, avrebbero proposto un repertorio classico di grande valore eseguito con maestria e virtuosismo, come possono testimoniare alcune registrazioni dei brani che si possono trovare su YouTube ai seguenti link: https://youtu.be/hKzZVsOfb-M - https://youtu.be/XOUYUEul64E - https://youtu.be/VUn3EnAt8sg - https://youtu.be/0m0yU0iJbmo - https://youtu.be/o9KdbaQtDwU

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento