Antonella Ruggiero e Del Barrio in Recital Popular

Un concerto speciale ‘dal sabor latino’ per celebrare il sessantesimo anniversario dalla fondazione della Cna Forlì - Cesena. Live, sul palco del Teatro Diego Fabbri di Forlì, mercoledì 3 dicembre alle 21, la voce inconfondibile di Antonella Ruggiero con il trio italo-argentino Del Barrio, accompagnati da Gerardo Agnese al bandoneon e da Massimo Valentini al sassofono, si esibiranno in Recital Popular, nuovo spettacolo dedicato alla bellezza e alla poesia della musica popolare.

In occasione della particolare ricorrenza, il concerto sarà offerto gratuitamente alla città di Forlì fino ad esaurimento posti dietro prenotazione telefonica obbligatoria (di seguito tutti i riferimenti ).
Un’iniziativa fortemente voluta da Cna Forlì-Cesena che come sottolinea il suo direttore generale Franco Napolitano: “sostiene fin dalla sua nascita Emilia Romagna Festival e ha offerto negli anni occasioni intrattenimento culturale di grande qualità a tutta la cittadinanza. Quest’anno, in particolare, il concerto di Antonella Ruggiero riveste un valore in più, poiché rientra nella giornata conclusiva delle celebrazioni del 60° di Cna Forlì-Cesena”.

Uno spettacolo ricco di canzoni che parlano il linguaggio della gente senza barriere di nazionalità: brani celeberrimi della tradizione argentina, come milonghe, boleri, carnavalito, e zamba, ma anche alcune note canzoni italiane. Un concerto raccontato in maniera informale, nella più genuina tradizione popolare, che parla di sentimenti comuni a tutti i popoli della terra, dalla nostalgia all'allegria, dalla malinconia alla passione amorosa.

All’inimitabile voce di Antonella Ruggiero, cantante poliedrica, pluripremiata e celebre in tutto il mondo, saranno affidati temi popolari nonché brani che l’hanno resa celebre per l’interpretazione intensa e coinvolgente. Dopo il percorso con i Matia Bazar, la Ruggiero ha spaziato dalla musica sacra a quella per bambini, dal jazz al pop, passando per la musica ebraica, portoghese e orientale. La sua abilità di interprete, intrecciata ad una naturale curiosità, al desiderio di spaziare oltre i confini delle formule e dei linguaggi tradizionali, ha saputo toccare campi e punti virtualmente molto distanti tra loro.

L’assodato gruppo 'Del Barrio', una delle più talentuose band italo - argentine, è formato dagli argentini Hilario Baggini, che dispone di un vero e proprio “arsenale” di strumenti tipici a corda e a fiato, e Andrés Langer, virtuoso del piano, e dal batterista-percussionista romagnolo Marco Zanotti, esperto di ritmi sudamericani ed africani, vero fulcro ritmico del gruppo. In ogni suo progetto o versione, la musica di questo ensemble mantiene come costante un’anima genuina, terrestre e popolare. Le canzoni, sia quelle originali dell'ultima produzione discografica "El diablito" che quelle della tradizione sudamericana che Del Barrio porta da anni sul palco all'interno dei due spettacoli "Pasion Argentina" e "Makumbero", raccontano di storie di paese, di personaggi, di sentimenti.

La serata sarà arricchita dalla presenza di Gerardo Agnese, musicista argentino di grande esperienza, che si è perfezionato con i più virtuosi bandoneonisti sudamericani quali il M°R. Cholo Montironi, il M°Javier M. Lo Re e il M° R. Mederos; e di  Massimo Valentini sassofonista di grande versatilità, che ha calcato i palcoscenici di importanti teatri italiani e internazionali, (Germania, Francia, Olanda, Spagna, Svizzera, Austria, Slovenia, Brasile, Argentina e Russia) sia come solista sia in formazioni cameristiche.

INGRESSO GRATUITO fino ad esaurimento posti dietro prenotazione telefonica obbligatoria a ERF 0542 25747 (dal lunedì al venerdì ore 9.30/13).

ANTONELLA RUGGIERO. Considerata universalmente une delle voci più intense e suggestive del panorama musicale italiano, Antonella Ruggiero negli anni ha mostrato la sua curiosità sperimentando diverse forme sonore e artistiche. Dopo il percorso con i Matia Bazar, Antonella Ruggiero ha spaziato dalla musica sacra a quella per bambini, dal jazz al pop, passando per la musica ebraica, portoghese e orientale.La carriera solista della Ruggiero inizia con "Libera" (1996), cui ha fatto seguito "Registrazioni moderne", in cui rileggeva insieme a molti gruppi e solisti (da Madaski a Subsonica, passando per la Banda Osiris) la sua produzione precedente.Nel 1999 è la volta di "Sospesa", in cui compaiono collaborazioni con Ennio Morricone e con Giovanni Lindo Ferretti. Nel 2000 inizia un tour dedicato al repertorio sacro con il Quartetto Arkè e il percussionista Ivan Ciccarelli, fissato nel lavoro seguente "Luna crescente, Sacrarmonia" (2001).Dopo avere affrontato l'eredità di Broadway, nel 2002 è alla Biennale di Venezia per la prima al Teatro La Fenice di "Medea" di Adriano Guarnieri, diretta da Giorgio Barberio Corsetti e nel 2003 segue un ritorno pop con l'album "Antonella Ruggiero".Nel 2005 è la volta di "Big Band!", tra brani di cantautori e echi latinoamericani (e il primo posto a Sanremo nella categoria donne con la canzone "Echi d'infinito") e nel 2006 partecipa al progetto teatrale di Marco Goldin "L'abitudine della luce". Tra le produzioni più recenti: "Stralunato recital live", "Souvenir d'Italie", viaggio all’interno della canzone italiana fra le due guerre e "Genova, la Superba", dedicato alla tradizione della canzone d'autore della sua città, tra Bindi e De Andrè. Ad ottobre 2008 esce “Pomodoro genetico”, progetto di Antonella Ruggiero e Roberto Colombo, nel quale le sonorità classiche degli archi si fondono con l’elettronica e la voce di Antonella. Nel novembre 2010 viene pubblicato “I regali di Natale”, cd contenente venti brani della tradizione cristiana del periodo natalizio, in un percorso che va dal medioevo agli anni ’40, attingendo dal repertorio classico e popolare.
 

DEL BARRIO. Il gruppo Del Barrio nasce in Italia nel 2001 dall'incontro tra due musicisti argentini: il polistrumentista Hilario Baggini e il pianista Andres Langer. Il progetto prende il via da una ricerca di un linguaggio personale e creativo, con l'intento di diffondere il folclore argentino, ancora semisconosciuto al di fuori dei confini nazionali, e rivisitare il tango attraverso le influenze della musica moderna. Nel 2005 lasciano alle spalle tutti gli impegni per dedicarsi a tempo pieno al progetto, registrando il primo lavoro discografico intitolato "Viaggio in Argentina" a cui seguirà "Argentino soy" nel 2008 e "Del Barrio in Compania", registrato dal vivo nel 2010 insieme a musicisti e ballerini di primo livello. Dal 2007 l'interpretazione di un arrangiamento originale dell’opera Misa Criolla di Ariel Ramírez permette ai Del Barrio di condividere il palco con grandi direttori corali come Josè Luis Ocejo (Spagna) e Larry Vote (USA) in contesti prestigiosi di tutta Europa. Il nucleo essenziale della band è completato dal batterista-percussionista Marco Zanotti, esperto di ritmi sudamericani ed africani. Lo spettacolo del trio Del Barrio ha ottenuto importanti riconoscimenti di pubblico e critica su palchi di tutta Italia e d'Europa. Nel concerto le composizioni originali convivono con omaggi a grandi compositori (Ramirez, Torres e Piazzolla) e fondono stili e generi, cuore e tecnica, arrangiamenti curati e improvvisazioni di stampo jazzistico.

Musicista e compositore nato in Argentina, HILARIO BAGGINI frequenta l’Accademia Folkloristica di danza e percussioni. All’età di 13 anni inizia a suonare da autodidatta il charango ed altri strumenti andini. Nel 1991 intraprende gli studi di flauto traverso con il maestro Juan Herrera e di chitarra con il maestro Osvaldo Brizuela. Dal 2001 fonda il progetto Del Barrio a cui si dedica a tempo pieno, insieme al pianista marplatense Andres Langer e al batterista percussionista chaquenio Pepo Bianucci. Con lo spettacolo “Viaggio in Argentina”, riesce ad esprimere al massimo le sue potenzialità e la sua sensibilità musicale, con la miriade di strumenti che si porta sul palco ad ogni concerto (più di 20). Nel 2008 realizza la tessitura musicale per teatro del romanzo “Paolo e Francesca”, dal 2009 collabora con il regista Claudio Maria Lerario e crea le colonne sonore di due film-documentari “Tesfa” e “Liberamente Angela”. Sempre nel 2009 insieme al suo inseparabile compagno Andres Langer danno vita a un nuovo arrangiamento della “Misa Criolla” di Ariel Ramirez, opera che Del Barrio porterà in giro per l'Europa, cantata da tenori illustri e cori diretti da maestri altrettanto rinomati. Negli ultimi anni collabora con il gruppo folk italiano Korakané, mentre continua a guidare il gruppo Del Barrio presentando gli spettacoli “Misa Criolla" "Pasion Argentina" "El Diablito" "Recalentao" "Viaggio in Argentina". Ha condiviso con ballerini argentini di primo livello e musicisti di quasi tutte le parti del mondo la sua missione di “trasmettere alle generazioni future il suono vivo della propria terra.

Dopo i primi studi musicali, nel 1988 presso il conservatorio Luis Gianneo di Mar del Plata (Argentina), ANDRES LANGER nel 1995 ottiene il diploma di pianoforte e nel 1999 quello di professore. Nel anno 2000 vince una borsa di studio della regione marche che gli permette di perfezionarsi presso il Conservatorio Statale di Musica Gioacchino Rossini di Pesaro. Si forma, tra gli altri, con il M° Hugo Aisemberg ed il M° Lorenzo Bavaj. Si laurea in pianoforte nel 2008 con il massimo dei voti. Attualmente sta conseguendo anche il diploma accademico di secondo livello specialistico in campo pedagogico-docente. Insieme al suo percorso formativo svolge da oltre dieci anni una intensa e variata attività concertistica, privilegiando le formazioni di tipo cameristico. Nel 2001 vince inoltre altre borse di studio della regione marche e la borsa Ugolini. Nel 2006 ottiene il secondo premio al concorso internazionale “Città di Ortona” nella categoria musica da camera. Nello stesso anno vince la “Rassegna di giovani musicisti” di Pesaro, tenendo diversi concerti nell’ambito locale con ottime critiche giornalistiche. Oltre alla formazione di stampo classico si interessa ai generi più leggeri e, con il gruppo Del Barrio fondato insieme a Hilario Baggini, si dedica alla diffusione della musica autoctona dell’America del sud, in particolare del folklore argentino, attività che l’ha visto impegnato in prestigiose situazioni concertistiche di tutto il territorio nazionale e anche all’estero. Alla luce di questa ricerca scrive il saggio“Influssi, mutamenti e reciproci scambi tra folklore e musica colta argentina”. Sempre insieme a Hilario Baggini scrive le colonne sonore di alcuni documentari per Longway Factory, ed arrangia per quartetto d’archi numerosi brani del repertorio dei Del Barrio, nonché dell'opera Misa Criolla di A. Ramirez.

Il mappamondo musicale del polistrumentista MARCO ZANOTTI inizia con gli studi di batteria jazz al Berklee College (Umbria Jazz '95) e un'innata propensione per le musiche popolari del mondo. Sul finire degli anni '90 si innamora dell'universo poliritmico del Sudamerica e inizia una spola attraverso l'Atlantico che lo porta a studiare e a vivere per alcuni periodi a Cuba e in Brasile. Proprio dal suo legame con il sub-continente lusofono prende il via una serie di collaborazioni con numerosi artisti italiani e stranieri che si concretizzano in numerosi tour e dischi registrati con mr Zé, Ivete Souza, Jacaré, Itapuà, Patrizia Laquidara, Tavares Quintet, Toninho Horta, Nelson Machado. Ha suonato in Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Ecuador, Brasile, Slovenia, Croazia, Svizzera. Attualmente suona il pandeiro nella Roda de Choro di Bologna e dirige la Classica Orchestra Afrobeat, un ensemble di 11 musicisti che rilegge l'opera di Fela Kuti in chiave classica.Negli ultimi anni approfondisce lo studio del flamenco (cajon) e delle musiche popolari argentine (bombo leguero, cajon), iniziando la collaborazione con la compagnia Del Barrio, della quale entra ufficialmente a far parte nel gennaio 2011. Da più di 15 anni insegna batteria e tiene workshop.
GERARDO AGNESE. Diplomato in bandoneón alla Facoltà di Musica dell'Università di Rosario, Argentina, col prestigioso maestro D. Federico. Ha preso lezioni di perfezionamento col M.tro R. Cholo Montironi, uno dei più virtuosi bandoneonisti argentini e lezioni d'arrangiamento e orchestrazione con i maestri Javier M. Lo Re e R. Mederos. Ha collaborato con la "Orquesta de Tango del IPPM", con la "Orquesta de Tango de la Universidad de Rosario", con il quartetto "Filidoro's Wake" (tango contemporaneo) in qualità di bandoneonista, arrangiatore e compositore, con il trio "Tango del Callejón", con il quale si è esibito in Svizzera, Germania, Italia, Austria, con il "Quinteto Camandulaje" e con il trio "Arrebatado".Attualmente collabora con "Sexteto Andorinha", "El Esquinazo", "El Tropezon", "Cachè Milonguero" e con "Del Barrio".

MASSIMO VALENTINI. Nato a Urbania il 18 aprile 1978, Massimo Valentini inizia a studiare sassofono nel 1992 con il M ° Guerrino Parri, studio che proseguirà sotto la guida del M ° Federico Mondelci presso il Conservatorio G. Rossini di Pesaro, dove si diplomerà con il massimo dei voti e la lode. Successivamente si diplomerà in composizione Jazz sotto la guida del M ° Bruno Tommaso.
Massimo Valentini inizia la sua attività concertistica nel 1993, debutto che lo porterà a calcare i palcoscenici di importanti teatri italiani e internazionali, (Germania, Francia, Olanda, Spagna, Svizzera, Austria, Slovenia, Brasile, Argentina e Russia) sia come solista che in formazioni cameristiche, con il Sassofonista Javier Girotto, la cantante Elisa Ridolfi e la cantante Antonella Ruggero, gli Atem Sax Quartet, I "Del Barrio". Tra i Festival a cui ha partecipato, spiccano: Leverkusener Jazztage,Nancy Jazz Pulsations, Nimes Jazz Festival,Festival Verdiano, Ingolstadt Jazztage, Jazzfest Aalen, Luglio Suona Bene, Jazz an Touraine, Ravello Festival, Trasimeno Blues, Bolgheri Melody, Imaris Festival 2011,Jazz Up Festival, Esperanzah Festival, Eurovision Song Contest 2011, Jazz a Saint Germain de Près,Wind Music Awards, Jazz sous les Pommiers 2011, Libra Festival, Sconfinando 2011, Django Reinarth Festival 2011.
Nel 1999 inizia la collaborazione con il Pianista e Cantautore Raphael Gualazzi con il quale collabora stabilmente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • Le star del basket a Forlì: arriva l'incredibile show degli Harlem Globetrotters

    • solo oggi
    • 14 aprile 2021
    • PalaGalassi
  • Documenti inediti, lettere e fotografie nella mostra "Il paese dei Mussolini"

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 29 agosto 2021
    • Casa natale Mussolini
  • Alla riscoperta della Forlimpopoli medievale: partono gli itinerari virtuali della città artusiana

    • solo oggi
    • Gratis
    • 14 aprile 2021
    • online
  • Non si ferma il gruppo di lettura di Forlimpopoli: un nuovo incontro online con don De Lillo

    • Gratis
    • 21 aprile 2021
    • online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ForlìToday è in caricamento