"Archeofumettologia": un percorso da Paperino a Dylan Dog tra mummie e faraoni

Un'esposizione online attraverso alcune strabilianti storie di grandi autori e ancor più grandi personaggi ispirati all'archeologia e ai misteri legati al mondo archeologico egiziano

Le "Giornate Europee dell'Archeologia" 2020 previste per il 19, 20 e 21 giugno, pur ridimensionate a seguito delle attuali normative di prevenzione, vengono celebrate per il secondo anno dalla Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” di Forlì che promuove una innovativa iniziativa legata al mondo dell'archeologia e del fumetto, per sensibilizzare e avvicinare il pubblico a l'archeologia. 

La caratteristica proposta è formata dall'esposizione online rivolto ai due ambiti affrontati; l'archeologia e il medium fumettistico, quindi "Archeofumettologia". Innovativa ed interessante, propone dalla seconda settimana di giugno uno Special dedicato ai "Faraoni, Piramidi e Mummie" attraverso alcune strabilianti storie di grandi autori e ancor più grandi personaggi ispirati all'archeologia e ai misteri legati al mondo archeologico egiziano. Una mirata ricostruzione da parte dello Staff Fumettoteca della storia archeologica vista attraverso il mondo dei fumetti, per il passatempo o la didattica, comunque, occasione per mostrare come la nona arte si appropria, tra realtà e finzione, delle scoperte archeologiche, albi e volumi fumettistici che sono la base delle collane rintracciabili nella sede fumettotecaria.
 
I grandi segreti delle paure egiziane, con maestose ed oscure Piramidi, terribili Faraoni o cattive Mummie sono vissuti dai disneyani Topolino, Paperino, Pippo, ecc., i bonelliani Tex, Martin Mystère, Dylan Dog, Zagor, ecc., e ancora Blake & Mortimer, Tintin, Diabolik, Kriminal, Alan Ford, l'Uomo Mascherato, Rat-Man, e tanti, tantissimi altri personaggi che nel fumetto si sono misurati col noto tema dell’archeologia. Strettamente legata al progetto che nasce dalla volontà di far conoscere ai giovani, e non solo, l'ambito archeologico attraverso un linguaggio adatto, prendendo spunto da elementi storici o di fantasia, con l'esposizione di albi e volumi dedicati alla "Archeologia fumettistica". Le "Giornate Europee dell’Archeologia" sono una iniziativa coordinata dall’Istituto nazionale francese di ricerca archeologica preventiva, INRAP – lnstitut national de recherches archéologiques préventives con adesione per tutti i Paesi europei. Aperto a luoghi della cultura statali e non, come appunto la Fumettoteca Alessandro Callegati "Calle", realtà forlivese che aderisce per il secondo anno consecutivo mettendo a disposizione il patrimonio documentaristico fumettistico per far conoscere il lavoro dell’archeologo attraverso l'evento specifico, ed unico, promosso per l'occasione. La "letteratura disegnata", termine prattiano degli anni '70, è protagonista anche nei musei italiani, il fumetto è uno dei mezzi di comunicazione con cui la nostra società può confrontarsi e apprendere nel modo più adeguato le varie tematiche e ambiti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora è ufficiale: da domenica Emilia Romagna in zona gialla. Bar e ristoranti riaprono fino alle 18. Poi solo asporto o consegne a domicilio

  • Sciagura in viale dell'Appennino: pedone muore travolto sulle strisce pedonali

  • L'annuncio di Bonaccini: "L'Emilia-Romagna torna "zona gialla" da domenica"

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • Un alleato contro il Coronavirus? Vitamina D, cos'è e come assumerne di più

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

Torna su
ForlìToday è in caricamento