Aurelio Saffi e Giorgina Craufurd ispirano il programma del festival "L'Occidente nel Labirinto"

La diciannovesima edizione del festival prevede un totale di 12 appuntamenti. Il tema di quest'anno è l'Elogio della Cittadinanza

Svelato il programma della XIX edizione del Festival L'Occidente nel Labirinto, che ha l'obiettivo di promuovere una Cittadinanza più attiva e partecipata. 

Gli eventi pensati per il 2019 sono in totale dodici: cinque nella sezione idee, tre in quella del cinema, due per la sezione musicale e due per quella teatrale.

Il tema Elogio della Cittadinanza ha preso le mosse dalla rivisitazione delle figure di Aurelio Saffi e di Giorgina Craufurd che hanno contribuito alla modernizzazione della vita cittadina nell'ultima parte del XIX secolo per proiettarsi ai temi dell'attualità in relazione all'educazione alla cultura civica dei beni comuni, a quella della parità fra uomo e donna, al diritto e alla legalità, alla promozione delle forme culturali, cinematografiche, artistiche e musicali. 

Fra i protagonisti dei vari appuntamenti: l'architetto Giovanni Ferrero, responsabile del settore Beni Comuni e Periferie del Comune di Torino, il professor Pierangelo Schiera, presidente della Fondazione Roberto Ruffilli, Tonino Bernabè, presidente di Romagna Acque Spa, Liviana Gazzetta, docente dell'università di Padova, Maria Giorgini, segretario generale Cgil di Forlì, Giuseppina Morolli, segreteria Uil Emilia-Romagna, Roberto Balzani, presidente dell'Ibc Emilia-Romagna, Enrico Bertoni, direttore del Museo Interreligioso di Bertinoro, Miro Gori, critico cinematografico, Giacomo Manzoli, storico del cinema, Riccardo Tessarini, coordinatore della Consulta comunale della legalità, Giovanni Mazzanti, docente dell'università di Bologna, Michele Prestipino, procuratore aggiunto della Repubblica a Roma, Giuseppe Pignatone, presidente del Tribunale Città del Vaticano e già Procuratore generale della Repubblica a Roma, gli alunni e le insegnanti della scuola primaria Manzoni dell'Istituto Comprensivo Annalena Tonelli di Forlì. 

Il programma

Il primo appuntamento del Festival è l'evento musicale di venerdì 9 novembre alle 20.45 al circolo della Scranna intitolato Viva Verdi. Le musiche che fecero l'Italia con l'introduzione del professor Filippo Pantieri, Margherita Pieri (soprano), Andrea Jin Chen (baritono), Pia Zanca (pianoforte). 

Martedì 12 novembre sala multimediale San Luigi. Il film “Il Brigante Tacca di Lupo”. Regia di Pietro Germi (Italia, 1952). Commentano Miro Gori, critico cinematografico e Pietro Caruso, giornalista e saggista.

Venerdi 15 novembre alle 20.45 nel salone comunale si terrà il convegno “Dal Cittadino come Arbitro al Civismo Comunale. Città e Beni Comuni”. Coordinati da Rosella Calista, presidente della sezione Ami Giordano Bruno intervengono il professor Pierangelo Schiera, presidente della Fondazione Roberto Ruffilli, l’architetto Giovanni Ferrero, responsabile del Progetto Beni Comuni e Periferie del Comune di Torino, Tonino Bernabè, presidente di Romagna Acque Spa – Società delle Fonti. Nel dibattito testimonianze di associazioni ed enti impegnati nel territorio forlivese per la valorizzazione e la salvaguardia di spazi urbani e valori condivisi. 
 
Martedì 19 novembre sala multimediale San Luigi. Il film “Nella Città l’Inferno”. Regia di Renato Castellani (Italia, 1959). Commentano Giacomo Manzoli, storico del cinema, docente Università di Bologna e Pietro Caruso, giornalista e saggista.

Sabato 23 novembre alle 16.30 nel Sacrario dei caduti a Sant’Antonio Vecchio in corso Diaz 95 si effettuerà il comvegno “Educare alla Parità. Dall’emancipazione della donna alle lotte contro i femminicidi”. Coordinati da Alessandra Righini, presidente del circolo Acli Lamberto Valli, intervengono Liviana Gazzetta, docente e ricercatrice dell’università di Padova, Maria Giorgini, segretaria generale della Cgil di Forlì, Giuseppina Morolli della segreteria Uil dell’Emilia-Romagna. 

Martedì 26 novembre ore 20.45. Sala Melozzo. “Come Cristiani nella Società Pagana”. Scene teatrali fra musica, arte e storia nei carteggi di Aurelio Saffi e Giorgina Craufurd. Voce recitante Pietro Caruso, Repertorio Iconografico Alessandra Righini. Musica Filippo Pantieri al pianoforte, Marina Maroncelli, soprano. 

Martedì 3 dicembre sala multimediale San Luigi. Il film “Noi Credevamo”. Regia di Mario Martone (Italia, 2010). Commentano Alessandra Righini, storica dell’arte e Pietro Caruso, giornalista e saggista. 

Mercoledì 4 dicembre ore 20.30 al circolo della Scranna si effettuerà lo spettacolo Aurelio Saffi e Giorgina Craufurd fra arte, musica e letteratura  a cura degli studenti del Liceo Artistico e Musicale “A. Canova|” di Forlì. 

Venerdi 6 dicembre alle 20.45 nella sala Donati si terrà il convegno “I sacri doveri. La religione civile fra Nazionalismo e Repubblica”. Coordinati da Pietro Caruso, direttore del Pensiero Mazziniano e responsabile della comunicazione del circolo Acli Lamberto Valli, intervengono Roberto Balzani, presidente dell’Istituto dei Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna ed Enrico Bertoni, direttore del Museo Interreligioso di Bertinoro.

Martedì 10 dicembre alle 16.30 nel salone comunale si effettuerà il  convegno “Le virtù della Legalità. Un bilancio storico delle lotte contro le Mafie”. Coordinati da Pietro Caruso, giornalista e saggista, intervengono Giovanni Mazzanti, docente università di Bologna, Riccardo Tessarini, coordinatore Consulta della legalità del Comune di Forlì, Michele Prestipino Procuratore aggiunto della Repubblica a Roma, Giuseppe Pignatone, presidente del Tribunale della Città del Vaticano, già Procuratore generale della Repubblica a Roma.

Venerdì 13 dicembre alle 20.45 nella chiesa di Ravaldino si terrà l’incontro “Un amore politico. Il Sipario Ducale di Paolo Volponi fra Risorgimento e Contestazione”. Coordina Alessandra Righini, presidente del circolo Acli Lamberto Valli. Interviene Cesare Pomarici, ricercatore Università di Losanna. Musiche liberamente tratte dal repertorio di Fabrizio De Andrè. 

Venerdì 20 dicembre ore 20.45. Sala Multimediale San Luigi. “La città dei diritti e della speranza. Un diritto bambino”. Spettacolo a cura delle classi prime della scuola primaria Manzoni dell’Istituto Comprensivo Annalena Tonelli. 

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito e riconosciuti da Irsef come corso di aggiornamento per docenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nella nebbia parcheggia l'auto e si mette a dormire: ma contromano e nella corsia di sorpasso della Tangenziale

  • Continua il tour romagnolo della Dea Bendata: dopo i gratta e vinci ecco il colpo con la Lotteria Italia

  • Bel regalo di Natale in anticipo: gratta e vince una bella somma col 46 di Valentino Rossi

  • Maxi-studio su 30 anni di cancro in Romagna: quanto ci si ammala e quanto si sopravvive, tumore per tumore

  • Maltempo, le piogge concedono una tregua: superato il picco di piena del Montone

  • "Aggiungi un posto a tavola"? Nemmeno per idea. Scoppia la lite tra amici e finisce a testate

Torna su
ForlìToday è in caricamento