Cena con racconti: Lorenzo Scarponi legge Raffaello Baldini

Sabato sera si tiene una cena a km 0 all'agriturismo Campo Rosso di Civitella, con ricette di una volta e prodotti genuini accompagnati dai racconti in dialetto di Lorenzo Scarponi.

Menù: Zuppa dell'accoglienza, Crostini del sottobosco, Tagliatelle di farina di grani antichi e senatore cappelli ai funghi, Curzul alla zucca e formaggio di fossa, Coniglio alle olive nere e pancetta, Pollo ripieno di castagne, Patate al forno e radicchi di campo, Ciambella romagnola con vino dolce del nonno, Sangiovese del Pertinello e caffè della moka.

Lorenzo Scarponi, appassionato di teatro e poesia in dialetto romagnolo, si è formato come attore in diverse compagnie locali e sotto la guida di registi, autori e attori del calibro di Marescotti, Lucchini, Reggiani, Gabellini, Tonti e la Airaudo. É autore di pubblicazioni poetiche in dialetto romagnolo, “Lultmi sòul (2009) e “E’ mi fiòur” (2016). Fra i numerosi riconoscimenti ricevuti a concorsi e premi letterari, il 1° posto nella sezione poesia al Premio Giustiniano Villa 2018.

Raffaello Baldini è nato a Santarcangelo di Romagna nel 1924. Nell’immediato dopoguerra con alcuni giovani poeti (Guerra, Perdetti, Fucci) si riuniva al “Caffè Trieste”, il bar dei genitori ribattezzato goliardicamente «E’ circal de giudêizi» (Il circolo della saggezza). Si era laureato in Filosofia a Bologna, dedicandosi all’insegnamento per alcuni anni. Nel 1955 si trasferì a Milano e nel 1962 cominciò a lavorare come giornalista a “Panorama”. Debuttò ufficialmente come poeta nel 1976 con la raccolta É solitèri (“Il solitario”, Galeati), a cui seguirono negli anni: La nàiva (“La neve”, introduzione di D. Isella, Einaudi, 1982), Furistír (“Forestieri”, introduzione di F. Brevini, Einaudi, 1988, Premio Viareggio), Ad nòta (“Di notte”, presentazione di P. V. Mengaldo, Mondadori, 1995, Premio Bagutta), Ciacri (Einaudi, 2000), Intercity (Einaudi, 2003). Ha scritto anche per il teatro i monologhi: Zitti tutti!, Torino, Einaudi, 1993), Carta canta, Torino, Einaudi, 1998), In fondo a destra, Torino, Einaudi, 2003), La fondazione,Torino, Einaudi, 2004). Si è spento a Milano nel 2005.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cibo e Vino, potrebbe interessarti

I più visti

  • In vetrina le opere della giovanissima artista romagnola

    • Gratis
    • dal 9 al 22 gennaio 2021
    • Mesticheria Casadei
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ForlìToday è in caricamento