menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto tratta da Facebook

Foto tratta da Facebook

Centro Storico, nuove idee: "Cinema in piazza e un calendario con tutti gli eventi"

Giorgia Mughetti, la nuova presidente di Forlì nel Cuore è partita in quarta, con una montagna di idee innovative per dare uno scossone al centro storico. Punta moltissimo sulla comunicazione e sulla rete con associazioni, enti pubblici, Fondazione

Giorgia Mughetti, la nuova presidente di Forlì nel Cuore è partita in quarta, con una montagna di idee innovative per dare uno scossone al centro storico. Punta moltissimo sulla comunicazione e sulla rete con associazioni, enti pubblici, Fondazione. “Bisognerebbe fare un calendario da distribuire dentro e fuori Forlì, un bel regalo di Natale, con l'indicazione  degli eventi che ci sono ogni giorno dell'anno, così si smetterebbe di dire che a Forlì non c'è mani niente”, afferma nell'intervista rilasciata a Forlitoday.

Ha creduto da subito in Forlì nel Cuore, come è migliorata  Forlì con il lavoro di questa società?
Sono dell'idea che il lavoro fatto fino adesso risultati sicuramente positivo, in particolare per il fatto che la gente va a queste manifestazioni. Su quello che vogliono i commercianti, invece, ci sono da coinvolgere maggiormente le famiglie con bambini e le persone adulte: i giovani hanno un loro modo di spendere, se cercano un paio di jeans, ad esempio, escono di casa e lo comprano

Il programma per il 2013 è stato presentato dal vecchio Cda, vorrebbe dei cambiamenti nel calendario degli eventi?
Non possiamo fare nessuna modifica, tranne qualche correzione nell'immediatezza, questioni organizzative, modifiche in corso d'opera. Può darsi che si aggiunga qualcosa per settembre, ma lo decideremo nel prossimo incontro del Cda

Su cosa si deve puntare invece da subito?
Ci sono alcune modifiche fondamentali da fare per dare vita a questo centro storico. Riportare sport, scuole, associazioni e cultura in piazza. Questi sono i quattro elementi fondamentali per attirare tutte le persone, non solo da Forlì, ma anche dalle città vicine. Vogliamo dialogare con la Fondazione Carisp, proprietaria delle gallerie in pazza Saffi, per avere spazi utili per le manifestazioni, in modo che non siano solo circoscritte alla piazza, ma creino una rete in tutta la città, per farla  conoscere anche nei Comuni limitrofi

Rivitalizzazione del centro storico: cosa possono fare i Forlivesi e cosa invece gli enti pubblici?
I Forlivesi hanno la possibilità di darci degli imput, attraverso critiche, ma soprattutto, ancora meglio, attraverso le proposte. Sono fondamentali anche i ricordi delle persone, perchè è la storia ha fatto la città. Le associazioni e gli enti dovrebbero inserirsi in una collaborazione che sia come una ragnatela: tutti dobbiamo avere lo stesso punto di arrivo, viaggiando su strade parallele, non per forza uguali, ma con lo stesso obiettivo

Grandi nomi della musica a Forlì o concerti come il Radio Bruno Estate o una Notte bianca, ci si può pensare?
Le nuove proposte all'interno del  Cda saranno diverse. Certe manifestazione vanno organizzate ad hoc per far arrivare gli sponsor, per creare un evento bisogna creare anche il contesto. Sarebbe bello portare il cinema aperto in piazza Saffi, ad esempio, lo chiedono i ragazzi giovani, avrebbero voglia di potersi incontrare in centro

Aperture dei negozi in centro e concorrenza del centro commerciale Puntadiferro, lei come vede la questione?
La liberalizzazione così com'è non porta a niente, credo sia diseducativa per le persone. Quando ci sono feste, chiaramente, i negozi hanno un'opportunità per stare aperti, ma la domenica facciamo fare il proprio lavoro al turismo, andiamo al mare. A questo dovrebbe adattarsi anche l'Iper. E' una questione di riorganizzazione delle cose. E' fondamentale creare rete in centro, quando ci sono eventi dedicati a tutta la famiglia, negozi aperti, iniziative per i bambini, questo è quello che dà il centro commerciale. Quello che disarma veramente è il discorso dei saldi già partiti, quando arriva ora la stagione estiva

Guardando a tutti gli eventi che si fanno a Forlì, e sono tanti, secondo lei bisognerebbe mirare tutti ad un target più uniformato? O una differenziazione è utile?
Sicuramente puntare a pubblici diversi aiuta a fare capire che siamo una città a 360 gradi, quello che manca è una comunicazione diretta, di tutto quello che c'è in città. Bisognerebbe fare un calendario da distribuire dentro e fuori Forlì, un bel regalo di Natale, con l'indicazione  degli eventi che ci sono ogni giorno dell'anno, così si smetterebbe di dire che a Forlì non c'è mani niente

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento