menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Internazionalizzare le carriere di giovani artisti: Città di Ebla vince il bando ministeriale

Il progetto vede la collaborazione di 6 partner italiani e di 8 partner internazionali provenienti da Federazione Russa, Repubblica Ceca, Slovacchia, Spagna, Francia, Grecia, Israele e Germania

Il 'BeInternational', realizzato con partnership di Città di Ebla per Festival Ipercorpo, è stato selezionato, con il massimo punteggio tra i vincitori della terza edizione del bando ministeriale 'Boarding pass plus' che incentiva l’internazionalizzazione delle carriere dei giovani artisti e dei giovani organizzatori italiani attraverso un percorso di formazione e di esperienze da sviluppare all’estero e in Italia. Il progetto ha come capofila la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano e la partnership di Città di Ebla per Festival Ipercorpo, Bolzano Danza, Coorpi, Festival Prospettiva Danza, Scenario pubblico,

"BeInternational" coinvolgerà un ampio gruppo di giovani under 35 tra danzatori, organizzatori, drammaturghi e registi che hanno svolto o stanno ultimando il percorso formativo presso la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano e desiderano collaborare con strutture europee ed extraeuropee. Il progetto ha un carattere multidisciplinare con focus sulla danza contemporanea e vede la collaborazione di 6 partner nazionali e 8 partner internazionali (Festival Open Look, Festival KoresponDance, Nu Dance Festival, Art Republic, Chrysanthi Badeka, La Briqueterie, TanzPlattform Deutschland2022, Machol Shalem) provenienti da Federazione Russa, Repubblica Ceca, Slovacchia, Spagna, Francia, Grecia, Israele e Germania.

'BeInternational' attraverso un percorso biennale intende valorizzare due item rilevanti a livello internazionale: la performance site specific, in contesti urbani o naturalistici, e il video di danza in site specific e si compone delle seguenti azioni: sharing, che prevede la condivisione dei saperi attraverso la partecipazione a percorsi di alta formazione quali masterclass, workshop, meeting online e in presenza; practise, tappa di mobilità, che prevede la presenza presso 8 differenti strutture per seguire festival, incontrare artisti e operatori, visitare strutture e centri di residenza e produzione per osservare il loro funzionamento; do, tappa legata all’azione, che prevede 6 momenti di ricerca e residenza in cui drammaturghi, registi e danzatori preparano una performance site specific sotto la guida di mentori internazionali, per entrare in relazione con una città, con chi la abita, con le sue tradizioni culturali.

Nell’edizione 2021 di Ipercorpo, che si svolgerà a Forlì nel mese di settembre, Città di Ebla articola in maniera più strutturata la presenza di giovani artisti, sia come allievi che come interpreti, attraverso l’ospitalità di Iva Horvat, una delle più apprezzate promoter a livello internazionale, alla V edizione della masterclass nternazionale Scena Europa, esperienza unica in Italia a cura di Ipercorpo che ha offerto e continua ad offrire a giovani artisti e giovani organizzatori l’insegnamento di alcuni operatori internazionali da anni attivi nell’ambito dello spettacolo dal vivo. Si aggiungono alcune coreografie di “En Avant!” – il percorso di giovani danzatori della Scuola Civica Paolo Grassi – che rappresentano un interessante colpo di sonda per analizzare la creatività emergente e porla sotto lo sguardo attento degli operatori stranieri presenti all’Italian Performance Platform, la piattaforma internazionale organizzata da Ipercorpo che giungerà quest’anno alla sua IX edizione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento