menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Castrocaro, tutto pronto per il concerto dei migliori diplomati d'Italia

E’ ormai tutto pronto al Padiglione delle Feste delle Terme di Castrocaro, che domenica sera alle 21 ospiterà il concerto dei vincitori della XVIII Rassegna dei Migliori Diplomati dei Conservatori e degli Istituti Musicali Pareggiati d’Italia

E’ ormai tutto pronto al Padiglione delle Feste delle Terme di Castrocaro, che domenica sera alle 21 ospiterà il concerto dei vincitori della XVIII Rassegna dei Migliori Diplomati dei Conservatori e degli Istituti Musicali Pareggiati d’Italia per l’anno accademico 2013/2014.


Sul palco dello splendido edificio di età razionalista saliranno i “magnifici” cinque selezionati tra i tantissimi talenti iscritti al concorso. Si tratta dei tre vincitori della manifestazione Alberto Manzo, pianista di Racale (Le),  Giulio di Prato, sassofonista di Casalincontrada (Ch), e Marco Gialluca, violinista di Pescara, che si è aggiudicato anche il premio del pubblico – hotel Mucciolini, quindi Adriano Melucci, violoncellista tarantino di Monteparano, vincitore del trofeo intitolato a “Marco Allegri”, e di Claudia Irene Tessaro, violinista di Vallà Riese Pio X (Tv), vincitrice del premio Terme e Salsubium. Gli artisti impostisi nel concorso registreranno il cd ufficiale della Rassegna, che verrà distribuito con la rivista musicale “Suonare News”. L’opportunità di entrare nelle cd-teche di migliaia di appassionati ed essere ascoltati dagli addetti ai lavori. La competizione, frutto di una felice intuizione del M° Monaldo Braconi, direttore artistico sin dalla I edizione, è organizzata dall’Amministrazione Comunale di Castrocaro Terme e Terra del Sole, da sempre attenta e vicina ai giovani e alle loro necessità, dall’Associazione Castrocaro Classica” e dalla Scuola di Musica “G. Rossini” di Terra del Sole.

“Scopo del concorso è quello di offrire ai migliori diplomati dei Conservatori e degli Istituti Musicali Pareggiati d’Italia l’opportunità di proporsi a un pubblico appassionato e, soprattutto, di farsi conoscere nel mondo della musica classica, lirica e strumentale, spesso chiuso e inaccessibile” – spiega Enrico Allegri, presidente di Castrocaro Classica -. La Rassegna è riservata ai laureati, sia del vecchio ordinamento che di 1° livello, con votazione minima di 9/10 o 99/110, di età non superiore a 35 anni, nei seguenti corsi musicali: canto lirico, arpa, basso tuba, chitarra, clarinetto, clavicembalo (strumento proprio) contrabbasso, corno, fagotto, fisarmonica, flauto, liuto, mandolino, oboe, percussioni, pianoforte, sassofono, tromba, trombone, viola, viola da gamba, violino e violoncello. Il “passaggio” a Castrocaro Terme è certamente un momento significativo nella vita artistica dei neolaureati: nella città del Campanone si sono affermati artisti poi impostisi sulla scena internazionale come la violinista Anna Tifu, la fisarmonicista Daniela Maimone, l’arpista Stella Farina, e ancora la violinista Daniela Cammarano, le pianiste Leonora Armellini e Mariangela Vacatello, solo per citarne alcuni. “Va in archivio un’edizione di altissimo livello – dichiara il direttore artistico Braconi -. Se in Italia la scuola sta vivendo un momento di grave difficoltà, i Conservatori del Belpaese, da Como a Lecce passando per Chieti, confermano una straordinaria vitalità. Ai “nostri” ragazzi si spalancheranno le porte di un’importante carriera” – le parole del direttore artistico -. Ne sono certi anche i membri della giuria, artisti affermati come Francesco Strano, violoncellista de I Musici ed esponente dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. La XVIII edizione della Rassegna va così in archivio tra i consensi del vasto pubblico, quanto mai partecipe e competente. “A testimonianza del fatto che la cultura non è un fenomeno di nicchia” – conclude Braconi -.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento