Ultimo appuntamento della rassegna concertistica “Nostalgie. Passioni del ricordo”

Ultimo appuntamento della rassegna concertistica “Nostalgie. Passioni del ricordo” ideata da Andrea Panzavolta e Filippo Pantieri e organizzata da 50&Più della Provincia di Forlì-Cesena, in collaborazione con Confcommercio di Forlì. A chiudere il ciclo sarà “La nostalgia dell'arte per la vita. L'inganno” in programma mercoledì alle ore 21 alla Fabbrica delle Candele. Panzavolta ha tratto un libretto d’opera dalla novella di Thomas Mann, affidando la composizione della partitura al suo storico collaboratore, Mino Marani. Sulla scena, quali voci recitanti, l’attrice Mariolina Coppola (nel ruolo di Rosalie), Annalisa Licata (la figlia Anna) e Gianfranco Boattini (Ken). Saranno accompagnati dal soprano Margherita Pieri e dai musicisti Yuri Ciccarese (flauto) e Filippo Pantieri (pianoforte).

Nel 1953 Mann pubblicò quello che sarebbe stato il suo estremo capolavoro: la novella L’inganno. Rosalie von Türmell, una matura signora dell’alta borghesia di Düsseldorf, s’innamora, ricambiata, di Ken Keaton, il giovane precettore d’inglese del figlio. Il nuovo amore sembra risvegliare anche nel suo corpo le energie feconde della vita: infatti le ritorna il ciclo mestruale. Ma la natura è ferocemente ironica verso gli esseri umani: il sangue, che doveva segnare la riconquista imperiosa dell’atto generativo, ha un volto ingannevole, giacché nasconde un tumore all'utero (da qui la ragione del titolo).

La novella – che alla sua comparsa fece arricciare il naso a molti pudibondi barbogi, i quali la giudicarono ‘sconveniente’ – compendia mirabilmente uno dei temi principali della poetica manniana: il dissidio irriducibile tra il pathos della Natura, che è abbandono totale alla calda vita, ma anche tensione all'abisso, e l’ethos dello Spirito, che mette i ceppi alla forza travolgente della Natura, soffocando però la vita, di cui nel racconto è simbolo Anna, la figlia di Rosalie, sublima un difetto fisico, dunque il caos e l’informe, nella pittura cubista, in linee rette e in forme geometriche che, a quel caos e a quell'informe, vogliono porre ordine.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • In vetrina le opere della giovanissima artista romagnola

    • Gratis
    • dal 9 al 22 gennaio 2021
    • Mesticheria Casadei
  • "Mutonia", una ricerca fotografica tra fantasia, gioco e futuro

    • da domani
    • Gratis
    • dal 19 gennaio al 19 febbraio 2021
    • Ospedale Morgagni - Pediatria
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ForlìToday è in caricamento