menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La forlivese Sara Piolanti vince il premio "Fabrizio De Andrè"

Con un suggestivo brano intitolato " IO ERO", la ventinovenne forlivese SARA PIOLANTI si è aggiudicato il primo premio al prestigioso concorso nazionale Fabrizio De Andrè

Con un suggestivo brano intitolato “ IO ERO”, la ventinovenne forlivese SARA PIOLANTI si è aggiudicato il primo premio al prestigioso concorso nazionale Fabrizio De Andrè , “ Parlare Musica”, per la sezione Interpreti, che si è svolto a Roma nei giorni scorsi. Al concorso si erano iscritti un migliaio di partecipanti, da tutta Italia; c’erano state tre precedenti selezioni che avevano ammesso alla finalissima solo 14 interpreti.

Accompagnata dal violoncellista Debora Walker e dalla sua fida chitarra acustica Sara Piolanti ha regalato alla giuria e  a tutti i numerosi presenti nella piazza intitolata al cantautore genovese nel quartiere Magliana un brano originale, molto intimista e raffinato che non ha lasciato dubbi alla presidente della giuria Dori Ghezzi, a Massimo Cotto, direttore del concorso e a tutti gli altri autorevoli giornalisti presenti in giuria.

Sara si porta a casa oltre alle emozioni vissute in quel contesto, oltre alla visibilità nazionale che il Concorso le ha dato, anche… i 2.000 euro di premio, che avrà gradito molto!

Sara Piolanti ha mosso i suoi primi passi di cantante al Naima club di Forlì, dove ha aperto i concerti di alcuni musicisti famosi e dove ha poi  conosciuto Giovanni Rubiani, già colonna dei Modena City Ramblers, con cui ha fondato in seguito i Caravane de Ville, una combat-folk band che per alcuni anni ha avuto un discreto successo in campo nazionale.
Attualmente Sara vive e lavora  a Milano ed è la front-women dei New Cherry, una scatenatissima band del panorama rock-alternative-indie, con  con la quale si è esibita due settimane fa proprio al Naima.

Donare la possibilità a giovani artisti di talento di potersi esibire su un prestigioso palcoscenico davanti ad un pubblico d'eccezione, di fronte ad una giuria di alto livello professionale, rendendo omaggio ad uno dei grandi musicisti dei nostri tempi Fabrizio de Andrè. E’ stato questo lo scopo con cui si è rinnovato l'appuntamento con il Premio Fabrizio De Andrè "Parlare Musica", arrivato alla sua decima edizione.

Questa prestigiosa rassegna musicale, con la direzione artistica del giornalista Massimo Cotto e di Luisa Melis, e con la collaborazione di Dori Ghezzi nella veste di presidente della Giuria, è nata per combattere la banalità che dilaga nel mondo della discografia italiana ricercando e promuovendo la qualità e l'originalità nei suoi partecipanti liberi di esprimersi nei vari stili musicali, dal folklore al rap, dalla ballata tradizionale al rock più sfrenato.
Il Premio Fabrizio De Andrè non è solo musica, infatti viene data anche ai nuovi poeti l'oppurtunità di presentare le proprie opere, recitate dalla voce di grandi attori e personaggi dello spettacolo.

Proprio a due grandi nomi della musica italiana gli organizzatori hanno assegnato le menzioni speciali "Premio De Andrè alla Carriera" e "Premio per la reinterpretazione dell'opera."

Il primo è stato attribuito a Vinicio Capossela, l'eclettico artista  ha ricevuto l'ambitissimo premio "per aver dato vita a una commedia umana abitata da personaggi improbabili, poveri di denari ma ricchi di umanità, e per averli raccontati con delicata ironia e suprema dolcezza, e con quella geniale dissonanza che ha fatto di lui il miglior cantautore della sua generazione".

Mentre Mauro Ermanno Giovanardi, ex frontman dei La Crus, ha conquistato la giuria con la sua reinterpretazione delle canzoni "Inverno" e "Giugno 73'" del maestro De Andrè " per aver messo il suo cuore a nudo in una forma d'arte che unisce teatro e canzone e che racconta i sogni dell'uomo comune. Prima con i La Crus e poi come solista, ha portato in scena uno spettacolo originale e unico, a tratti buio come la notte e a volte più luminoso di un'alba."
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento