Cosa resta del progetto europeo": convegno con Angelo Panebianco e Sergio Belardinelli

L'evento, che verrà presentato dal professor uca Mazzara, presidente del Campus di Forlì, è aperto al pubblico

Il Centro Studi Leonardo Melandri organizza mercoledì alle 17 al Campus universitario di Forlì (viale Corridoni, 20 -Aula 14), il convegno "Cosa resta del progetto europeo", con la partecipazione di Angelo Panebianco e Sergio Berardinelli, che presenteranno il libro "All'alba di un nuovo mondo". "Il convegno - spiegano gli organizzatori - rappresenta un'occasione per un confronto sul destino dell'Europa, nella convinzione che nella tradizione della civiltà europea  si possono trovare le risorse culturali, politiche e istituzionali per guardare con fiducia al futuro".

"Il volume - aggiunge Raffaele Schiavo, presidente del Centro Studi - contiene contributi e riflessioni sullo stato presente dell'Europa. Il contributo del cattolico Belardinelli  si concentra sulle dinamiche culturali, mentre quello di Panebianco si concentra sugli aspetti politici e geopolitici. Entrambi, nelle loro riflessioni, tengono conto dell'eredità della civiltà europea del passato. Infatti la civiltà europea, con i suoi principi, le sue istituzioni,le sue regole, è il principale dono dell'Europa nel mondo.Il libro fa una disamina realistica dei problemi che sta attraversando l'Europa, per arrivare a considerazioni positive sul futuro.I due autori, Belardinelli cattolico, Panebianco laico, vogliono dimostrare,  con questo libro, che sul piano politico, culturale e religioso, tutto sembra  dirci che stiamo assistendo  all'alba di un mondo nuovo". L'evento, che verrà presentato dal professor Luca Mazzara, presidente del Campus di Forlì, è aperto al pubblico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento