A Palazzo Romagnoli la presentazione del libro "Terre Lontane"

Giovedì alle ore 16.30, presso Palazzo Romagnoli, via Albicini 12, Forlì, in occasione del centesimo anniversario della nascita di Silvio Zavatti verrà presentato il libro "Terre lontane"

Giovedì alle ore 16.30, presso Palazzo Romagnoli, via Albicini 12, Forlì, in occasione del centesimo anniversario della nascita di Silvio Zavatti (Forlì 1917 - Ancona 1985) primo vice sindaco della Liberazione, esploratore e antropologo, verrà presentato il libro "Terre lontane. Missioni, spedizioni, studi, ricerche di Silvio Zavatti" a cura di Luigi Martinelli, presentazione di Carlo Ponteggi. Insieme ai curatori interverranno Renato Zavatti, figlio di Silvio, Davide Drei, sindaco di Forlì, e Gabriele Zelli, consigliere provinciale delegato. 

Romagnolo d'origine e marchigiano d'adozione, Silvio Zavatti rimase sempre legato alla sua città nonostante il corso delle cose lo abbia portato ben presto a vivere lontano e a lavorare in altri luoghi. Negli anni del regime mussoliniano, in cui l'associazionismo non inquadrato dalle gerarchie in camicia nera era stato abolito per legge, Zavatti si fece conoscere per autonomia, indipendenza e capacità di educatore. Nel 1937, avendo scelto come attività di lavoro quella del marinaio,  si imbarcò nella Marina mercantile inglese con i gradi di capitano in seconda. Richiamato alle armi nel giugno 1940 nella Marina Militare italiana, partecipò alla Seconda guerra mondiale e dopo l'occupazione nazista ebbe un ruolo attivo nella Resistenza, anche come componente del Comitato di Liberazione forlivese fin dal febbraio 1944. Dopo il 9 novembre 1944, giorno in cui truppe dell'Ottava Armata Britannica e formazioni partigiane entrarono in città, Zavatti venne nominato Vice sindaco dal Governo Militare Alleato e dal CLN, affiancando il sindaco Franco Agosto. Nel 1945, dopo aver lasciato gli incarichi amministrativi e di carattere politico, Zavatti si trasferì nelle Marche dove dedicò il resto della vita all'insegnamento, all'attività di Preside e allo studio di spedizioni e progetti che lo portarono sei volte nell'Artide e una volta nell'Antartide. Ed è stato con il suo esempio che Forlì ha salutato la partenza per l'Antartide della scienziata forlivese Simonetta Montaguti, ricercatrice dell'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima del CNR, protagonista di una missione scientifica durata un anno nella base italo-francese Concordia e prima donna ad aver trascorso due inverni in Antartide. Forlì continua in questo modo a portaRe avanti una tradizione di grande caratura che ha avuto in .Silvio Zavatti un pioniere, un maestro, una guida, come il libro che verrà presentato puntualmente illustra. 

Ingresso libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

  • "Il coraggio di dire sì al Signore": giovane architetto forlivese lascia la professione e diventa monaca di clausura

  • Arriva la neve di Santa Lucia, il parere dell'esperto: ecco ci attende nelle prossime 48 ore

  • Un sushi in salsa romagnola: dopo le cene a domicilio la famiglia decide di aprire un ristorante

  • "Volevamo avere qualcosa di nostro": tutta la famiglia si rimbocca le maniche ed apre un bar

  • Anziano trovato in mezzo alla strada morto con la sua bici in terra

Torna su
ForlìToday è in caricamento