menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Conclusa martedì sera la rassegna di Autorjtinera “Un libro in dono”

Si è conclusa martedì sera 30 agosto a Rocca San Casciano la rassegna di Autorjtinera "Un libro in dono", organizzata dall'Amministrazione Comunale, con la presentazione di due guide

Si è conclusa martedì sera 30 agosto a Rocca San Casciano la rassegna di Autorjtinera “Un libro in dono”, organizzata dall'Amministrazione Comunale, con la presentazione di due guide: Sul Cammino di Assisi, 300 chilometri a piedi sulle orme di S. Antonio da Padova e S. Francesco, e I Percorsi della Margherita, 70 chilometri di sentieri e strade di campagna a piedi, in bici o a cavallo alla scoperta del territorio di Rocca San Casciano. Il Cammino di Assisi è stato presentato da Antonio Treossi di Castrocaro e Vincenzo Garoia di Forlì, che hanno raccontato la loro esperienza a piedi da Dovadola ad Assisi, attraverso Romagna, Toscana e Umbria, mentre Sandro Bertini, presidente del gruppo Runner di Rocca, ha presentato I Percorsi della Margherita, un intreccio di strade a petali di margherita che partono da Rocca per scoprire il territorio delle colline e montagne circostanti.

Ai presenti sono stati donati il libretto-diario di Antonio Treossi “Sul Cammino d’Assisi” e la piantina dettagliata dei Percorsi della Margherita. Entrambe le pubblicazioni sono andate letteralmente a ruba da parte di quasi un centinaio di partecipanti provenienti perfino da Premilcuore, Modigliana e Forlì. Commenta il sindaco, Rosaria Tassinari: “La seconda edizione di presentazione di libri tutti i martedì sera di agosto, all’interno dei mercatini Rocca delle Meraviglie, organizzati dalla Pro-loco, dall’assessore al turismo Riccardo Ragazzini e dalla commerciante Marcella Bandinelli, si è caratterizzata per l’inaspettata partecipazione ogni sera di centinaia di persone di Rocca, della vallata e anche della Romagna. Questo significa che l’iniziativa del Comune e della Pro Loco, è stata apprezzata. Infatti, la scelta di presentare libri legati al territorio e all’esperienza diretta di persone locali ha ripagato la fatica degli organizzatori, raggiungendo un obiettivo importante: far conoscere il nostro territorio il più ampiamente possibile, attraverso le ricchezze culturali, storiche e naturalistiche da esso contenute.”
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento