menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gentile, Torno e Cacciari dibattono della nascita, tramonto ed eredità dei totalitarismi

Venerdì 16 novembre l’abbazia di San Mercuriale ospiterà a partire dalle 17.30 il primo incontro della rassegna “La coscienza e il potere. Profili del Novecento”, promossa dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì

Venerdì 16 novembre l’abbazia di San Mercuriale ospiterà a partire dalle 17.30 il primo incontro della rassegna “La coscienza e il potere. Profili del Novecento”, promossa dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì in collaborazione con la casa editrice bolognese “il Mulino” nell’ambito del Progetto Novecento che culminerà nell’omonima mostra programmata per il 2013.
 
“Questo ciclo di incontri – illustra Gianfranco Brunelli, coordinatore del Progetto Novecento - individua sia l’antite­si più radicale ed estrema mostratasi nel Novecento, quella tra la libertà personale e l’og­gettivazione del potere, sia il confronto più prossi­mo nella ricerca di una forma democratica del bene comune. Nel Novecento, il «potere» ha mostrato nelle sue varie forme (statuali e sociali) il massimo grado di polarità: è stato malattia, alienazione, violenza, ragione totalizzante, ma anche rappresentazione simbolica dell’esistenza collettiva, strumento delle democrazie, compromesso tra stato di diritto e sovranità popolare. Nel crogiuolo della storia, la «coscienza» ha appro­fondito il proprio valore morale: essa è andata progressivamente ad indicare l’essere morale con­sapevole del proprio agire e delle proprie inten­zioni, dunque delle proprie responsabilità, fino alla testimonianza radicale nei confronti del pote­re ritenuto oppressivo. Essa è divenuta il sacrario dell’essere, il luogo dell’ontologia della libertà, il principio critico di ogni forma sociale.”
 
L’incontro di venerdì sarà dedicato in particolare al tema “Falsificare il bene”, ovvero “Nascita, tramonto, eredità dei totalitarismi”, attraverso il confronto fra tre intellettuali di assoluto primo piano come Emilio Gentile, storico dell’Università La Sapienza di Roma, Armando Torno, scrittore ed editorialista, e Massimo Cacciari, filosofo e docente dell’Università San Raffaele di Milano.

 
Alle 21, dopo una degustazione di prodotti enogastronomici tipici delle aziende del territorio, seguirà, sempre ad ingresso libero, un concerto pianistico di Stefano Orioli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento