rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cultura Centro Storico / Via Giorgio Regnoli

Via Regnoli si colora di nuovo con la "Galleria a cielo aperto": aperti 15 negozi in due anni

Torna la Galleria a cielo aperto in via Giorgio Regnoli, nata nel 2012 dalle menti dell'Associazione Regnoli 41. Quest'anno il tema è 'il colore dei sogni', che arriva dopo 'l'integrazione' e 'il lavoro'

“Portare via il grigio sulle pareti delle strade che a volte diventano un po' addormentate, fare sì che si risveglino con i colori”. Torna la Galleria a cielo aperto in via Giorgio Regnoli, nata nel 2012 dalle menti dell'Associazione Regnoli 41. Il direttore artistico, Luigi Impieri, la introduce così: “Le opere devono stimolare chiunque passi, diventando uno strumento sociale per creare dialogo tra le persone”. Quest'anno il tema è 'il colore dei sogni', che arriva dopo 'l'integrazione' e 'il lavoro'.

La terza edizione dalla Galleria inaugura domenica, alle 15.30, e sarà raccontata con le poesie di Giorgia Monti, accompagnata dai fisarmonicisti del 'Duo baguette'.  28 artisti (11 donne e 17 uomini), tra cui 10 studenti del Liceo Artistico di Forlì, guidati dalla professoressa Iole Zaccarelli, 26 opere esposte dal numero 1 al 73 di via Giorgio Regoli, tra le quali 2 sculture. Per la scelta delle opere anche quest'anno è stato aperto un avviso pubblico del Comune, corredato di apposita scheda di candidatura, pubblicato sul sito web istituzionale, che conteneva tutte le caratteristiche richieste per le opere, le quali sono state raccolte successivamente per via telematica in forma di bozzetti ed in seguito selezionate da un'apposita commissione giudicatrice, chiamata ad esprimere una valutazione sulla compatibilità con le finalità dell'iniziativa ed il tema indicato. Domenica, le attività commerciali, che offriranno a tutti bolle e biscotti, presenteranno inoltre “Adotta un artista”: piccole esposizioni dei lavori di artisti, artigiani e creativi.

Galleria a cielo aperto 2014, le prime opere (Frasca)

“Nonostante il tema potesse sembrare più leggero rispetto a quello degli anni scorsi – spiega la presidente di Regnoli 41, Raffaella Orazi – sono arrivate opere intense e significative. Il nostro impegno è a 360 gradi, e completamente volontario: per la realizzazione della Galleria spenderemo 8.900 euro, di cui 970 sono stati ricavati dalla vendita all'asta di 8 opere della scorsa edizione, tutti a carico dei commercianti”. Nell’organizzazione dell’iniziativa verranno coinvolti circa 80 volontari tra soci dell’associazione, residenti, commercianti e frequentatori della via. Proprio su questo punto l'assessore alle Politiche culturali Elisa Giovannetti e il vicesindaco Veronica Zanetti, promettono un impegno del Comune perchè per i prossimi anni possa esserci un contributo allo sforzo di Regnoli 41, che oltretutto quest'anno ha lavorato senza una sede.

I risultati del lavoro di questo gruppo di artigiani e commercianti, che negli anni è cresciuto, si vedono: “In due anni sono stati affittati 15 negozi che erano vuoti, e che i nuovi gestori hanno ristrutturato, negli appartamenti tornano ad abitare i forlivesi e nascono anche nuovi studi di professionisti – ricorda Orazi – Ciò dimostra che se tutti fanno la propria parte  le cose si muovono. Stiamo rivalutando un pezzo di città, che è di fatto uno spaccato della società ”. “Questa esperienza straordinaria racchiude una parte importante delle linee guida del nuovo progetto per il centro storic e si può considerare un progetto pilota esportabile”, rimarca Zanetti.

Cos’è Regnoli 41
L’Associazione Regnoli 41 opera nella riqualificazione sociale intesa come recupero di rapporti tra gli abitanti, gli operatori commerciali di via Giorgio Regnoli e la città. Il progetto dell’Associazione è nato spontaneamente nel 2011 da un gruppo di cittadini residenti e non. L’organizzazione di attività culturali e di aggregazione che si concretizzano in mostre, concerti, laboratori di artigianato, convegni, letture, performance teatrali, cene conviviali, letture per bambini, visite guidate, sono le attività prevalenti attraverso le quali si sviluppa il lavoro dell’Associazione. È doveroso sottolineare che l’Associazione non ha una sede propria e che fino ad oggi si è avvalsa dell’ospitalità concessagli da diversi proprietari di negozi sfitti collocati in via Regnoli. Gli spazi occupati di volta in volta hanno comunque consentito la realizzazione delle attività sopra citate, trasformandosi all’occasione in laboratorio, galleria d’arte, spazio bimbi, sala per concerti e feste. Anche la strada è lo spazio naturale di intervento nel quale si sono svolte molte attività ed una di queste in particolare, il progetto nel progetto denominato “Galleria a cielo aperto”. L'Associazione a partire dal 2011 vanta ogni anno una media di 400 soci anche se i fruitori delle iniziative organizzate sono solitamente di più essendo la maggior parte delle attività aperte anche ai non soci. Grazie alla partecipazione al bando “spazio agli spazi” inoltre l'Associazione ha usufruito degli spazi in via Giorgio Regnoli  numero 2 e 187 .  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Regnoli si colora di nuovo con la "Galleria a cielo aperto": aperti 15 negozi in due anni

ForlìToday è in caricamento