menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Debutta a Milano lo spettacolo "Dark Tesla" della compagnia forlivese Masque Teatro

La compagnia affronta l’universo oscuro del famoso scienziato: "Un labirinto di scoperte fulminanti e sconcertanti misconoscimenti"

Debutta a Milano allo Spazio Teatro No’hma l’ultimo lavoro della compagnia forlivese Masque Teatro dal titolo: “Dark Tesla o della poetica del fallimento”. La nuova produzione, con la regia di Lorenzo Bazzocchi, sarà in scena venerdì 12 maggio alle 21.00 con replica sabato 13 maggio alla stessa ora nella storica ex Palazzina dell’acqua Potabile di via Orcagna. Lo spettacolo sarà in presenza di un pubblico contingentato e si potrà seguire in streaming sui canali Youtube e Facebook dello Spazio Teatro No’hma.

Senza aver la presunzione, come avveniva in “Nikola Tesla. Lectures”, di replicare dal vivo, certamente in scala minore, i suoi esperimenti di trasmissione di potenza elettrica senza fili, qui in Dark Tesla muta radicalmente l’orizzonte della ricerca e delle intenzioni di Masque Teatro, attraversando proprio l’universo oscuro dell’annichilimento, che sembra giungere quando le tensioni rivolte al futuro paiono sprofondare e venir poi completamente meno.

“Difficile trovare una via d’uscita nel labirinto in cui Tesla stesso trasformò la sua vita, dal successo più luminoso al disastro, tra scoperte fulminanti e sconcertanti misconoscimenti. - spiegano Masque -. Dopo aver dedicato al grande scienziato serbo-americano numerose performance e ben tre diverse messe in scena, siamo qui ora ad affrontare gli anni bui dell’isolamento che seguì al fallimento della sua ultima e più controversa avventura, quella che avrebbe dovuto condurre al suo World wireless transmission system, il cui trasmettitore Tesla costruì a Long Island, nello stato di New York, agli inizi del ventesimo secolo. Pur non rinunciando a utilizzare in scena alcune delle sue più pioneristiche invenzioni, quelle Tesla coil che gettarono le basi al successivo sviluppo della tecnologia della radio e all’idea stessa di free-energy, il lavoro che andremo a proporre cambia drasticamente rotta alla sua indagine. I riferimenti vanno alla poetica del fallimento sviluppata dal rumeno Emil Ciora”.

Lo spettacolo vede in scena Lorenzo Bazzocchi, Giacomo Piermatti e Eleonora Sedioli. Ideazione e regia Lorenzo Bazzocchi. Alle macchine Chiara Venturini, animazioni video e tecnica sono di Angelo Generali, elettronica di Matteo Gatti. Tesla Coil di Lorenzo Bazzocchi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Forlì Airport spicca il volo": il Rotary Club incontra lo staff del Ridolfi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento