La Festa Artusiana rende omaggio a Woodstock: si ricorda il cinquantenario del celebre concerto

Appuntamento giovedì alle 19 nella Corte di Casa Artusi, omaggio a uno degli eventi della storia musicale mondiale

“Dalla Romagna a Woostock, storie di rockettara follia”. È il titolo dell’App-eritivo curato dall’Associazione Culturale Dai de jazz che apre la sesta giornata della Festa Artusiana. Appuntamento giovedì alle 19 nella Corte di Casa Artusi, omaggio a uno degli eventi della storia musicale mondiale. La serata non sarà un ricordo nostalgico degli ideali di quei giorni, tra pacifismo floreale, libertà sfrenata e amore totale, ma una vera e propria riflessione sulla musica, sulla libertà e sulla paura, tra un passato mitico e un presente incerto, sempre aggrappati alla speranza del futuro. Ne parlano il sassofonista Francesco Bearzatti, Augusto Guidi detto Sbranco (protagonista della scena rock degli anni ‘60/’70) e il musicologo Francesco Giardinazzo. Conduce la serata Maurizio Castagnoli.

Dire Fare…Mangiare

La giornata di giovedì si apre alle 17 nella Chiesa dei Servi a Casa Artusi, con la conferenza organizzata da Cna Forlì-Cesena sul tema: Fake news nel mondo della panificazione tra grani antichi, celiachia ed intolleranze. A parlarne esperti del settore della panificazione, che sfatano le false credenze e analizzano le tendenze nutrizionali odierne per spiegare le motivazioni alla base della grande diffusione delle intolleranze e della celiachia nella società moderna.

Liberi dalla mafie

Alle 19 in via Sendi appuntamento con “Liberi dalle mafie con gusto”, lo spazio di impegno civile nelle difficili terre della mafia. Alle 21,30 Giovanni Giuliani presenta una serata degustazione dal titolo “Il whisky incontra il cioccolato Gardini” (massimo 40 persone, prenotazioni al numero 340 9716539).

Una passeggiata…Rigenerativa

Dal punto informativo del percorso partecipativo di Rigenerazione Urbana (in via Costa n. 30-34), alle 18,30 prende il via una Passeggiata alla scoperta del centro storico di Forlimpopoli. A seguire alle 20 è prevista l’apertura del punto informativo della seconda edizione del progetto di Rigenerazione Urbana. Durante la Festa sono esposti alcuni progetti di rigenerazione urbana elaborati dagli studenti del Laboratorio di Urbanistica della Facoltà di Architettura “Aldo Rossi” di Cesena e, sempre durante la Festa, sono presenti operatori e tecnici che illustrano l’iniziativa ai cittadini interessati; inoltre saranno sistemati alcuni box per la raccolta delle idee relative alla strategia di rigenerazione e, più in generale, delle idee per la città.

Le iniziative al Museo

Alle 20 inizia la visita guidata Anfore e vino al tempo dei Romani, percorso di visita al Maf Museo Archeologico di Forlimpopoli alla scoperta delle anfore romane rinvenute a Forum Popili, a cura di RavennAntica – Fondazione Parco Archeologico di Classe (la visita guidata si ripeterà anche alle 21 e alle 22; costo 5 Euro).

Proposte per tutti i palati

Animatissima Piazza Artusi (Piazza Garibaldi) nello spazio de "Le Città dei sapori". Dalle 20 lo stand del Consorzio Castrum Cari in collaborazione con il ristorante "La Cantinaza" si potrà assaggiare il tradizionale pane Castrocarino e un primo piatto al ragù, in abbinamento ai vini delle terre della Romagna Toscana. La Pro Loco di Carpenedolo propone una degustazione di prodotti tipici del territorio con i “Malfatti”, la “Torta Secca” e la “Pesca dolce” abbinati al vino bianco Lugana del Lago di Garda; mentre nello stand del Comune di Predappio si possono trovare affettati e formaggi biologici, formaggio di Grotta della Zolfatara, tortelli alla lastra di Predappio Alta, strozzapreti con riduzione di Sangiovese di Predappio con scaglie di formaggio delle Grotte della Zolfatara in abbinamento al Sangiovese di Predappio. Il Comune e la Pro Loco di Sogliano al Rubicone sono presenti con una degustazione del Formaggio di Fossa Dop e di biscotti tipici, oltre ad una esposizione delle caratteristiche Teglie di Montetiffi.

Nello spazio di Bertinoro, il Comitato Gemellaggi propone passatelli all’uso di Romagna e strozzapreti all’ortolana in abbinamento al vino della Tenuta Villa Trentola. Nell’area Forlì-Cesena cuore buono d’Italia, il Ristorante Guttaperga di Cesena cucina passatelli asciutti con pancetta romagnola e bietole, panna cotta al limone con ciliegie cotte con anice stellato e vino della Tenuta Condè. Infine, l’Agriturismo Campo Rosso di Civitella di Romagna propone i cappelletti all’uso di Romagna secondo la ricetta n. 7 del manuale artusiano, mentre arriva da Tredozio la Locanda Guelfo con lasagne al ragù di lepre e friggione di cinghiale (bocconcini fritti aromatizzati alla salvia) e vino in abbinamento.

Gli spettacoli di giovedì

Tanti gli appuntamenti della serata. Si parte alle 21 in via Costa con il concerto per arpa celtica della forlivese Marta Celli con il suo spettacolo musicale “Serenata per un pesciolino d’oro” (lo spettacolo si ripete alle 21). Alle 21,15 e alle 22,15 in via Veneto troviamo il vicentino El Bechin con “Horror Puppets Show”, uno spettacolo macabro-comico con burattini d’oltretomba di e con Dario Marodin, mentre alle 21,30 Piazza Pompilio si anima con lo spettacolo di magia comica di Luca Regina “Onemanshow”. Alla Corte di Casa Artusi alle 21,30 e alle 23,30 spazio alle danze con Milonga in corte e spettacolo di Tango in collaborazione con l’Associazione Medialuna Tango. I più piccoli possono divertirsi nel Fossato della Rocca con l’Artusina, ricette per crescere felici: di scena lo spettacolo “Storie cotte a puntino”, marionette costruite interamente con materiale di recupero a cura del duo All’Incirco composto dai faentini Maria Sole Brusa e Gianluca Palma. Alle ore 21 Serata di Trebbo a cura dell'Associazione Il lavoro dei Contadini: favole della tradizione tratte dal volume "L'ustarì dal sët burdëli", voce narrante Vanda Budini. Due gli eventi di Foodstock in Artusijazz, nel cortile Berta e Rita alle 21,30 le Musiche alla fine di un sogno di Francesco Giardinazzo; alle 22 Francesco Bearzatti trio plays Led Zeppelin.

Scopri Casa Artusi

Alle 18,30 da Casa Artusi (via Costa, 27) parte la visita guidata alla scoperta degli ambienti tanto cari al gastronomo Pellegrino Artusi: la Chiesa dei Servi, la Biblioteca e l’Archivio della corrispondenza personale di Pellegrino Artusi, la Biblioteca di Gastronomia Italiana e la Scuola di Cucina (ingresso 3,00 a persona, bambini 0-12 anni e cittadini forlimpopolesi gratuito).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nella nebbia parcheggia l'auto e si mette a dormire: ma contromano e nella corsia di sorpasso della Tangenziale

  • Giovane punta un euro al "10 e Lotto" e fa il colpo: "Gli tremavano le gambe dall'emozione"

  • Maxi-studio su 30 anni di cancro in Romagna: quanto ci si ammala e quanto si sopravvive, tumore per tumore

  • Maltempo, le piogge concedono una tregua: superato il picco di piena del Montone

  • L'altra faccia dell'emergenza abitativa, l'odissea del locatore: "Casa sfasciata dopo lo sfratto"

  • Si schianta col Porsche Cayenne di un forlivese e lo abbandona in strada

Torna su
ForlìToday è in caricamento