Oltre 200 espositori e 60 cantine in Fiera: si aprono Sapeur e Forlì Wine Festival

Questa manifestazione dà grande spazio all'aspetto didattico, all'approfondimento e alla degustazione guidata. La manifestazione sarà arricchita di un qualificato programma di eventi collaterali

Oltre 200 espositori non solo italiani, ma anche da Repubblica Ceca, Belgio, Spagna e Francia, oltre 60 cantine di Emilia-Romagna e Marche. Sapeur festeggia i suoi 12 anni, in fiera a Forlì da venerdì a domenica, con una grossa novità che si chiama Forlì Wine Festival. Hanno presentato l'appuntamento Hazel Tedaldi, presidente  di Romagna Fiere e Gilberto Tedaldi, che le ha passato il testimone, e Simone Velleca, direttore tecnico delle manifestazioni.

A Sapeur si trova la qualità dell’enogastronomia tipica e delle produzioni artigianali. La rassegna riunisce e promuove l’eccellenza del comparto enogastronomico nazionale ed europeo, donando slancio alle micro-economie locali. Questa la chiave del successo della manifestazione che nelle tre giornate ha portato in Fiera 22mila visitatori e più di 200 espositori ogni edizione. Il questa edizione l’Europa sarà presente con la Francia, rappresentata da “Le petit Savoyard” con una selezione di pregiati formaggi francesi; il Belgio con l’azienda Caulier e i suoi sette tipi diversi di birra cruda; la Spagna con lo stand di “La Flecha de Asturias”, dove gustare la Paella de marisco e prodotti tipici spagnoli. Oltre agli assaggi gratuiti, si avrà la possibilità di acquistare prodotti genuini e di qualità a prezzi più convenienti che al supermercato.

Questa manifestazione  dà grande spazio all’aspetto didattico, all’approfondimento e alla degustazione guidata. La manifestazione sarà arricchita di un qualificato programma di eventi collaterali, corsi professionali e d’aggiornamento, mostre, dimostrazioni pratiche, finalizzati a richiamare il maggior numero di appassionati del settore nei giorni di fiera.

NOVITÀ 2015: FORLÌ WINE FESTIVAL

Forlì Wine Festival  è il nuovo padiglione all’interno della fiera Sapeur; un’area a se stante dedicata al mondo dell’enologia emiliano-romagnola per scoprire i vini che nei nomi, nei profumi e nei sapori, raccontano la storia di un territorio. Parteciperanno le Cantine dell’intera Regione Emilia-Romagna per proporre le loro etichette. Saranno rappresentate tutte quattro le zone che identificano le diverse produzioni. Ad ogni edizione saranno ospitati i vini di una seconda Regione. Per quest’anno la scelta è caduta sulle Marche, che parteciperà attivamente con le eccellenze delle Terre del Verdicchio, del Conero, dei Colli Pesaresi, dell’Ascolano e infine del Maceratese. E' organizzata da Romagna Fiere, in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier Emilia-Romagna che curerà l’aspetto didattico della manifestazione, con la presenza di sommelier associati a cui sono affidati workshop, corsi, degustazioni, incontri con esperti e sommelier, visite guidate, eventi legati al mondo del vino.

EVENTI COLLATERALI

CORSI PER IDROSOMMELIER
L'A.D.A.M. (Associazione degustatori acque minerali) organizza corsi di primo e secondo livello per Idrosommelier, finalizzati all’abbinamento cibo - acqua naturale a tavola. Il progetto e l'idea dell'abbinamento acqua-cibo nascono dai maîtres d'hotel della Romagna  che,  occupandosi da almeno vent'anni di enogastronomia, nel 1997 hanno iniziato a studiare le acque minerali,  anticipando le attuali tematiche della giusta alimentazione. E' da questa tradizione per il culto della gastronomia e del bel servizio che nasce l'A.D.A.M., che ha avviato un'attività didattico informativa sul tema delle acque minerali, attivando nello stesso tempo un lavoro di ricerca sui possibili accostamenti "acqua-cibo".

PRESENTAZIONE GOLAGUSTANDO 2015
Golagustando compie dieci anni festeggiandoli a Sapeur con un’edizione davvero speciale.
Come sempre attento e preciso il lavoro di selezione ed inserimento da parte del giornalista enogastronomico fiorentino Marco Marucelli e della sua equipe, che ne cura, fin dalla prima edizione, i contenuti. Invariata la foliazione della guida, ma ottimizzata nelle pagine, per presentare al meglio segnalazioni di nuovi e vecchi locali di gusto, luoghi di charme e produttori di eccellenze agroalimentari.  Immutato lo spirito della Guida che vuole consigliare ristoranti, osterie, trattorie e wine bar che continuano a rispecchiare  la filosofia perseguita da MeteGustose.

L’ARTE DELLA BOTTE, CINQUE SECOLI DI TRADIZIONE
La “Premiata Fabbrica botti, barili e tini Renzi” esporrà le più particolari tra le sue botti, prodotte grazie alla secolare esperienza di Mastri Bottai. Il percorso espositivo sarà allestito in una suggestiva ambientazione storico-rurale, narrazione di un territorio indissolubilmente legato alla tradizione vitivinicola. Attraverso la mostra si scoprirà l’arte del mastro bottaio, oggi diventata una professione molto rara. La ditta Renzi continua questo mestiere, che richiede maestria d’arte, preservando, in questo mondo dominato dalle macchine, la dignità del lavoro manuale inteso come massima perfezione del prodotto finito. Ecomuseo delle erbe palustri di Bagnacavallo (RA), curerà l’ambientazione.

I SAPORI E SAPERI DEL TERRITORIO
Una serie di laboratori di cucina, animazioni e degustazioni gratuite rivolte a scolaresche e visitatori in genere organizzati dagli allevatori custodi della biodiversità locale dell’ A.R.V.A.R. (Associazione Razze e Varietà Autoctone Romagnole) con la collaborazione dell’Istituto Statale Alberghiero P. Artusi di Forlimpopoli e Scuola Alberghiera e di ristorazione di Cesenatico.
I più piccoli, tra i tanti eventi a loro dedicati,  potranno assistere alla schiusa delle uova e alla nascita dei pulcini, imparare a fare i biscotti della nonna o impastare la piadina romagnola. Gli adulti, invece, si divertiranno  con laboratori sui long drink, analcolici shackerati, piadina Artusiana e dessert della tradizione romagnola.

PADIGLIONE DELLA CULTURA E DELLA MEMORIA ROMAGNOLA
A cura di EcoMuseo delle Erbe Palustri di Bagnacavallo, che dà vita al Padiglione della Cultura e della memoria Romagnola, una grande borgata che lavora e offre in assoluta autenticità quanto rimane del meglio dell’artigianato etnico della terra ospite.  Le rudimentali tecniche, dal sapore arcaico, si pregiano di utilizzare materie prime provenienti da vegetazioni spontanee locali, tramite sfalci e sramature, a scopo ecologico e di seguire cicli produttivi considerati, attualmente, buone pratiche sostenibili e perfette tecnologie appropriate.

DAL GRANTURCO ALLA FARINA
Percorso dimostrativo a cura di “Amici della Stadera di Forlì”. In questo percorso didattico si potranno ammirare in funzione gli attrezzi utilizzati un tempo dai contadini per ottenere la farina di granturco. I visitatori assisteranno alla sgranatura delle pannocchie e alla macinazione dei chicchi di mais.

VISITARE SAPEUR

QUANDO: dal 23 al 25 Gennaio 2015
DOVE: alla Fiera di Forlì
ORARI: venerdì e sabato 10:00 - 22:30 - domenica 10:00 - 20:00
COSTO INGRESSO:  VENERDÌ, BIGLIETTO UNICO € 2,00 - sabato e domenica, biglietto intero € 7,00 - Ridotto € 5,00 con coupon scaricabile dal sito www.sapeur.it - Gratis fino a 12 anni.
Percorso degustazione vini € 8,00
www.sapeur.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, il ringraziamento dell'azienda ai suoi dipendenti: un aumento in busta paga

  • Coronavirus, altri due morti a Forlì. I casi nel Forlivese salgono a 335

  • Coronavirus, rallenta ancora la crescita dei contagiati. Ufficializzate le prime guarigioni forlivesi

  • Bar aperto e colazioni ai clienti: tutti finiscono multati. Trovato aperto anche un minimarket: chiuso e multato

Torna su
ForlìToday è in caricamento