menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Forlì e il Cibo", quattro itinerari per raccontare i percorsi dell'alimentazione in città

Marco Viroli e Gabriele Zelli hanno ideato quattro diversi tour guidati per raccontare storie e attività forlivesi traendo spunto dalla mostra di McCurry

In occasione della mostra del grande fotografo americano Steve McCurry che ha come soggetto il cibo, Marco Viroli e Gabriele Zelli hanno ideato quattro visite alla città sullo stesso tema, condotte dalle guide di Confguide Forlì. Ogni visita avrà come punto d’arrivo il San Domenico dove, chi lo desidererà, potrà visitare la mostra fotografica di McCurry. I quattro itinerari saranno ripetuti in due date diverse a cui prenderanno parte Marco Viroli e Gabriele Zelli. Le visite guidate che sono ad aggregazione libera e gratuita nella prima parte cittadina, non si svolgeranno in caso di pioggia. L'ingresso alla mostra Cibo sarà a tariffa ridotta.

Gli itinerari

Giovedì 28 novembre, giovedì 12 dicembre, appuntamento alle 15 con ritrovo in piazza Saffi. E' in programma una visita condotta da una guida di Confguide Forlì aperta a tutti sul tema "Il pane quotidiano: i mulini e il canale di Ravaldino". Interverranno Viroli e Zelli. In piazza Saffi si inizierà raccontando l'importanza per la città che ebbe il Canale di Ravaldino, lungo il quale si insediarono tutte le attività artigianali che sfruttavano la forza dell'acqua per far funzionare i macchinari, in particolare i mulini. Verrà inoltre raccontata anche la storia di Sante e Fabrino che ricostruirono la chiusa, posizionata a San Martino in Strada dopo un alluvione dell'ottobre del 1431 ("Dismarì. Personaggi e storie nella Forlì del Quattrocento" di Sergio Spada).

Itinerario:
- Piazza Saffi - l'ampliamento del Palazzo Comunale e la costruzione del "Ponte buio"
- Piazzetta ex Pescheria - ci si sofferma a raccontare l'antica funzione della piazzetta
- Vicolo Matteucci – dove si potrebbe riuscire a sentire scorrere l'acqua del canale
- Voltone delle Graticole di San Domenico - dove si narra dell'origine del nome 
- Via Caterina Sforza - ex Mulino Faliceto.
- Via Caterina Sforza - angolo via Andrelini - dove si ricorda la presenza di uno dei lavatoi pubblici.
- Arrivo al San Domenico alle ore 16.30 con possibilità, per chilo desidera, di visitare la mostra fotografica “Il Cibo” di SteveMcCurry ad aggregazione libera. Biglietto d’ingresso scontato mostra 10 euro più 5 euro per la guida.

Sabato 30 novembre, sabato 14 dicembre, ritrovo alle 10 in piazza Cavour, ci sarà una visita condotta da una guida di Confguide Forlì aperta atutti sul tema "Il Mercato coperto di “Piazza delle erbe". Interverranno Viroli e Zelli. In piazza Cavour sarà possibile porre l’accento sul fatto che il Canale di Ravaldino scorre tuttora sotto la pavimentazione e a fianco del Mercato coperto. Verrà descritta l'evoluzione delle attività dei mercati, a partire dalle antiche "Cronache forlivesi" di Leone Cobelli, in particolare dal Proemio in cui l'autore ricorda una passeggiata in piazza nel 1455 e descrive dettagliatamente cosa si vendeva a quei tempi nelle bancarelle del mercato. Si parlerà poi della costruzione dell'edificio e delle sue caratteristiche. Una parte della visita guidata sarà dedicata alla Chiesa di San Francesco Grande e a Palazzo Orselli che un tempo sorgevano su quest’area. Attualmente questa zona viene definita “fooddistrict” perché negli ultimi anni vi si sono concentrate diverse attività di ristorazione.

Itinerario:
- Piazza Cavour - l'evoluzione urbanistica del luogo, dei mercati e la costruzione del Mercato coperto.
- Via delle Torri e piazzetta della Misura, per raccontare le attività mercantili che in passato si svolgevano in questa zona.
- Arrivo al San Domenico alle ore 11.30 con possibilità, per chilo desidera, di visitare la mostra fotografica “Il Cibo” di SteveMcCurry. Biglietto d’ingresso alla mostra scontato a 10 euro.

Altro ciclo mercoledì 4 e 18 dicembre alle 15, con ritrovo in piazzetta della Grata. Visita condotta da una guida di Confguide Forlì aperta atutti sul tema: Gli orti. Interverranno Viroli e Zelli. In piazzetta della Grata (così chiamata perché sul Canale di Ravaldino era posta una grata di rilevanti dimensioni) verrà illustrata l'importanza degli orti nell'economia cittadina e soprattutto dei conventi e dei monasteri, come quello attiguo al luogo del ritrovo, occupato dalle Suore Clarisse.

Itinerario:
- Piazzetta della Grata - dove si ricorderà la presenza del Canale di Ravaldino che scorre nelle adiacenze e la realizzazione nell’Ottocento del macello comunale 
- Via Curte - ultimi orti sopravvissuti all'interno del perimetro delle ex mura cittadine.
- Corso Garibaldi, dove, al n. 245, sulla facciata di un edificio sono ancora oggi evidenti i resti dell’insegna dipinta ("Pastificio Romagnolo").
- Corso Garibaldi - di fronte a Palazzo Manzoni si racconterà la storia e l’assassinio di Domenico Manzoni, un ricco faentino trasferitosi a Forlì, che speculava sulla compravendita di grandi quantitativi di grano e prodotti similari.
-Piazza Guido da Montefeltro – qui sarà possibile ricordare la presenza degli orti dei monasteri del San Domenico, di Sant'Agostino e di Santa Caterina.
- Arrivo al San Domenico alle ore 16.30 con possibilità, per chilo desidera, di visitare la mostra fotografica “Il Cibo” di SteveMcCurry. È necessario prenotare al 349 1837505. Biglietto d’ingresso alla mostra di McCurry scontato 10 euro e 5 euro per la guida.

Giovedì 5 e 19 dicembre, alle 15, ritrovo in piazza Saffi, visita condotta da una guida di Confguide Forlì aperta atutti sul tema "Vecchie locande e osterie". Interverranno Viroli e Zelli. In piazza Saffi verranno raccontate le brevi storie dell'Albergo del Vapore e dell'Albergo Ristorante Commercio, delle osterie e altre attività analoghe, citate nella guida di Ettore Casadei (1928) o in altri volumi, che avevano sede nei dintorni della piazza. Si coglierà inoltre l’occasione per ricordare storie e aneddoti legati all'osteria gestita da Alessandro Mussolini, padre di Benito, in fondo a corso Mazzini, e alla Trattoria del Bel Canto, in viale Vittorio Veneto.

Itinerario:
- Piazza Saffi dove si raccontano le brevi storie dell'Albergo del Vapore e dell'Albergo Ristorante Commercio, delle osterie e altre attività analoghe che avevano sede nei dintorni della piazza. Si coglierà inoltre l’occasione per ricordare storie e aneddoti legati all'osteria gestita da Alessandro Mussolini, padre di Benito, in fondo a corso Mazzini, e alla Trattoria del Bel Canto, in viale Vittorio Veneto.
- Piazzette della Misura - la Trattoria da Pirin (ora WelldoneBurger).
- Via Giorgina Saffi - dove più di 30 anni fa, l'Osteria del Medio (ora trattoria Osteria dalla Maria).
- Via Bufalini, angolo piazza Guido da Montefeltro, luogo oggi occupato dall'Osteria Don Abbondio che in precedenza era sede della storica “Trattoria della trippa”.
- Arrivo al San Domenico alle ore 16.30 con possibilità, perchi lo desidera, di visitare la mostra fotografica “Il Cibo”di Steve McCurry ad aggregazione libera. Biglietto d’ingresso scontato alla mostra 10 euro e 5 euro per la guida.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento