rotate-mobile
Eventi

Giovani talenti italiani a Forlì con la rassegna "Genio e gioventù"

"La rassegna - spiega il Maestro Paolo Olmi - per il secondo anno, vuole portare a Forlì alcuni dei migliori giovani talenti italiani, che appartengono alla Young Musicians European Orchestra"

L'Associazione Emilia Romagna Festival, la Young Musicians European Orchestra e il Comune di Forlì, nell'ambito della stagione annuale "Forlì Grande Musica", hanno presentato la rassegna "Genio e Gioventù" che si svolgerà per 5 domeniche consecutive alle ore 11,30 nella Sala Sangiorgi dell'Istituto Musicale Masini.

"La rassegna - spiega il Maestro Paolo Olmi - per il secondo anno, vuole portare a Forlì alcuni dei migliori giovani talenti italiani, che appartengono alla Young Musicians European Orchestra. Per i musicisti della Orchestra è importantissimo potersi esibire come solisti o in piccoli gruppi da camera  essere ulteriormente motivati nel loro studio e nel loro impegno e  potersi esprimere nella loro individualità musicale. Credo inoltre che per i giovani musicisti di Forlì e per le loro famiglie  sia utile ascoltare questi ragazzi  impegnati in uno studio così difficile, che richiede disciplina, creatività  e motivazione. Forlì, anche in previsione del nuovo Auditorium, ha bisogno di ricostituire un pubblico giovane, informato e consapevole, collegato alle scuole e a tutti i numerosi gruppi cittadini interessati alla Cultura".

La rassegna inizierà il 16 ottobre con il violinista diciannovenne Martino Colombo, allievo di Stefano Pagliani e di Ilya Grubert.
Insieme alla pianista Mizuho Furukubo eseguirà musiche di Mozart, Prokofiev e Wieniawski. Martino, a soli 19 anni, è stato nominato di recente vice Presidente della Young Musicians European Orchestra. Si prosegue il 23 ottobre con un altro violinista, Mattia Pagliani, impegnato in brani di Telemann, Paganini, Bach e Shostakovich il 30 ottobre si esibirà il violista Leonardo Taio accompagnato dalla pianista Sofia Adinolfi con musiche di Shostakovich e Clarke. Il 6  novembre sarà la volta del pianista Pietro Fresa che eseguirà brani di Beethoven e Brahms. L'ultimo concerto, il 13 novembre, sarà eseguito dal pianista ravennate Domenico Bevilacqua che presenterà Bach, Mozart e Skrjabin

Tutti i concerti sono a ingresso gratuito e saranno seguiti da un piccolo aperitivo domenicale. La Rassegna viene realizzata con i contributi di Ministero della Cultura, Regione Emilia Romagna, Comune di Forli', Cidim -Comitato Italiano Nazionale Musica- e Istituto Musicale Masini

Per info erconcerti1@yahoo.it
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani talenti italiani a Forlì con la rassegna "Genio e gioventù"

ForlìToday è in caricamento