Gli insegnamenti e le ricette di Artusi compagni di viaggio di Tramonto DiVino

In ognuna delle sette tappe saranno proposti piatti tratti dal manuale artusiano, cucinati a quattro mani da chef stellati di CheftoChef insieme a Carla Brigliadori, responsabile della Scuola di Cucina di Casa Artusi

Casa Artusi diventa compagna di viaggio di Tramonto DiVino, il road show dell’enogastronomia e delle eccellenze emiliano-romagnole, per diffondere il verbo del grande Pellegrino nel 200° anniversario della sua nascita. Gli insegnamenti e le ricette di Artusi, infatti, sono il filo conduttore di tutte le tappe di Tramonto DiVino 2020 che, per garantire la sicurezza in tempi di Covid, cambia format trasformandosi in una vera e propria cena gourmet. Sette gli appuntamenti in programma: Cesenatico in doppia data il 31 luglio e il 1 agosto, Forlimpopoli 4 agosto Notte bianca del cibo italiano, 200° anniversario della nascita di Pellegrino Artusi nell’ambito della Festa Artusiana; 2 settembre a Ferrara, 12 settembre Piacenza; 24 ottobre Fico Eatalyworld, nel giorno di Mortadella Day. Ultima tappa a Francoforte all’interno del ristorante ‘In Cantina’ il 27 novembre con un trionfo di vini e sapori emiliano-romagnoli dedicati ai cugini tedeschi.

In ognuna delle sette tappe saranno proposti piatti tratti dal manuale artusiano, cucinati a quattro mani da chef stellati di CheftoChef insieme a Carla Brigliadori, responsabile della Scuola di Cucina di Casa Artusi. Ogni sera in programma un doppio show cooking che sarà l’occasione non solo per scoprire i segreti dei grandi cuochi e le qualità dei vini e dei prodotti tipici del territorio lungo la via Emilia, ma anche per raccontare l’attualità delle raccomandazioni artusiane: stagionalità, territorialità, semplicità delle preparazioni, pazienza, attenzione, fantasia e, soprattutto, qualità degli ingredienti. E proprio la territorialità e la qualità dei prodotti – capisaldi della filosofia del grande Pellegrino – sono i principi ispiratori di Tramonto DiVino, che da quindici anni si impegna per la promozione delle produzioni Dop e Igp e per diffondere la cultura del bere consapevolmente e del corretto abbinamento con i grandi prodotti a qualità regolamentata dell’Emilia-Romagna.

"Sulla base di questi presupposti - conferma Laila Tentoni, presidente di Casa Artusi - è stato  naturale, nell'anno del bicentenario,  rafforzare  la collaborazione con Tramonto DiVino: del resto la cucina domestica, che è il cuore del manuale artusiano e del nostro lavoro, e la cucina professionale sono due facce della stessa medaglia, coniata nel nome del gusto e del piacere della tavola.  Artusi è conosciuto a livello internazionale, con edizioni del suo manuale in tutte le lingue, tant’è vero che il 4 agosto, giorno del suo bicentenario, moltissimi ristoranti di tutto il mondo. aderenti alla rete di professionisti Gvci, celebreranno la ricorrenza preparando la ricetta numero 7 ‘Cappelletti all’uso di Romagna’. Giustamente onorato e celebrato dalla sua città natale e dalla sua terra, di Artusi vogliamo  ricordarne consigli e insegnamenti che sembrano non aver subito l'ingiuria del tempo .E poi, le tappe di Tramondo DiVino potranno essere anche l’occasione per scoprire che  Artusi apprezzava il piacere del buon vino e aveva gusti ben precisi, come testimoniano le lettere conservate proprio a Casa Artusi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Travolto da un'auto in sorpasso, sciagura in via Del Partigiano: ciclista perde la vita

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • La sciagura del ciclista ucciso, "Era generoso e scherzoso". L'automobilista indagata per omicidio stradale

Torna su
ForlìToday è in caricamento