Il teatro non si ferma: proseguono le residenze artistiche di Masque Teatro

Le residenze ripartono al Teatro Felix Guattari con la giovane danzatrice Stefani Tansini e il progetto di danza My Body

Il teatro non si ferma a Forlì negli spazi del Felix Guattari, dove Masque Teatro ha deciso di continuare a ospitare gli artisti in residenza del Progetto Interregionale “Residenze per artisti nei territori”. Da sabato 28 novembre per una settimana il Guattari ospita la giovane danzatrice Stefania Tansini. Le successive residenze saranno di: Carlo Massari, Stefania Tansini, Aristide Rontini/Nexus, Simona Bertozzi/Nexus, Leoni e Mastrangelo/vrtov project.

Residenze per Artisti nei Territori è un progetto interregionale a sostegno della ricerca e della sperimentazione, attraverso la creazione di spazi di esperienza nei quali artisti, studiosi e tecnici possano mettere in campo le proprie competenze al fine di dar vita ad un sapere condiviso. Dal 2017 Masque teatro fa parte del programma occupandosi di uno dei progetti ottenuto nel 2018, tramite avviso pubblico.

Le residenze si sono dimostrate fino a oggi uno strumento formidabile a sostegno sia della produzione sia della processualità, favorendo di fatto la nascita di nuove opere per il teatro e la danza, il consolidamento delle formazioni artistiche più giovani, la messa a punto di strategie creative alternative. E pur nella impossibile compartecipazione al processo creativo da parte di uno sguardo esterno, questi luoghi di ospitalità mantengono alta la promessa di esserci, in un futuro vicino. Gli attori, i danzatori, i tecnici, le maestranze tutte che frequentano questi luoghi, gli spazi del teatro, in questa congiuntura che limita qualsiasi forma di prossimità, mantengono alto lo sguardo, orgogliosi di essere incaricati loro malgrado a mantenere alta la voce del teatro.

Masque Teatro ha dunque deciso di dare continuità alle Residenze che da sabaato riprendono il loro corso ospitando al Teatro Felix Guattari la giovane danzatrice Stefani Tansini e il progetto di danza My Body, che analizza da una parte l’individualità e il mondo, dall’altra la comunità e il mondo. Due prospettive di una medesima domanda. Due modalità di essere, di stare, di fare. Non distanti, ma diverse. Non opposte, ma complementari e inclusive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resterà arancione. "Lunedì superiori aperte, ma rischiamo il rosso"

  • "Io apro", 30 clienti a tavola. Ristoratore forlivese multato: "Un segnale per smuovere la situazione"

  • Guasto al congelatore dell'ospedale, andate perse 800 dosi del vaccino stoccato a Forlì

  • Meteo, ondata di freddo in arrivo: "Ma non parliamo di gelo. L'inverno continuerà ad essere dinamico"

  • Jovanotti e la lunga battaglia della figlia Teresa contro il cancro: "E' stata pazzesca"

  • Vincono online centinaia di migliaia di euro: si dichiarano poveri e percepiscono il reddito di cittadinanza, denunciati

Torna su
ForlìToday è in caricamento