Giovedì, 13 Maggio 2021
Eventi

Alla scoperta degli spazi dimenticati di Romagna: i tesori nascosti mappati con "In Loco"

Sette itinerari tematici che attraversano tutto il territorio romagnolo. Nel Forlivese spiccano il Convento di Scardavilla, l'ex deposito Atr e la fabbrica dell'aeronautica Caproni

L'associazione forlivese Spazi Indecisi condivide gli sviluppi di "In Loco", Il Museo Diffuso dell'Abbandono. Un museo senza pareti, uno spazio di ricerca diffuso che racconta il territorio romagnolo in maniera immersiva e innovativa, combinando esperienza, memoria e tecnologia.    

Il risultato di questo progetto è una guida turistica alternativa - citata anche sulla prima guida "Emilia-Romagna" di Lonely Planet - e in continua evoluzione, rivolta a fotografi, architetti, esploratori urbani o, più semplicemente, a tutti coloro che vogliono conoscere la storia e il territorio della Romagna in modo insolito, approfondendone i caratteri nascosti. 

Protagonisti di questa speciale guida sono li spazi dimenticati della Romagna (ville, conventi, colonie marine, edifici industriali, parchi di divertimento, chiese, etc.) che dal 2011 sono oggetto di mappatura da parte dell'associazione Spazi Indecisi.

Luoghi come la Chiesa di Petrignone, il Convento di Scardavilla, le serre Pan Orchids, l'ex deposito Atr di Forlì, l'acquedotto Spinadello e la fabbrica dell'aeronautica Caproni a Predappio.

In Loco è dotato di sette itinerari di viaggio tematici, 7 mappe cartacee, un sito web e una app gratuita, scaricata quasi 2.000 volte nelle prime tre settimane dal lancio, che accompagnano i visitatori alla scoperta del museo diffuso ed è dotata di una mappa Gps, schede dei luoghi e contenuti speciali che è possibile scoprire solo nei pressi del luogo che si sta visitando. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla scoperta degli spazi dimenticati di Romagna: i tesori nascosti mappati con "In Loco"

ForlìToday è in caricamento