La Forlì di Dante Alighieri, un itinerario fra storia, arte e mito

ForlìDante - Tòta la Cumégia continua la sua VI edizione con un programma a prova di emergenza Covid. Nel mese di giugno si svolgono le camminate raccontate e, dopo quella dedicata a Ordelaffi del 15 giugno, il 29 giugno è il turno della passeggiata dantesca, che si svolge nella più scrupolosa osservanza delle norme vigenti.  La visita è divisa in tre orari diversi (19.30/20.30/21.30), ogni turno sarà composto da 20 persone distanziate, con prenotazione obbligatoria, per permettere la gestione di fino a 60 persone per appuntamento. Lunedì 29 giugno si riscopre "La Forlì di Dante Alighieri" grazie alla visita condotta da Daniela Caponera, con partenza da San Mercuriale.

Il percorso:
1) Ritrovo di fronte all’ufficio postale di corso Garibaldi nei pressi di Porta Schiavonia, la porta d'accesso alla città per i fuoriusciti fiorentini.
2) Via Curte fino al monastero di via Ripa: descrizione della Contrada Fiorentina punto di ritrovo per la comunità toscana a Forlì.
3) Chiesa della Trinità e Ponte dei Morattini: ricostruzione dell'assetto della città all'inizio del Trecento.
4) Casa Palmeggiani e vicolo Gaddi: per avere un'idea di come appariva la Forlì medievale.
5) Piazza Saffi: descrizione del Campo dell’Abate con l'Abbazia di San Mercuriale e la Crocetta a ricordo del Sanguinoso Mucchio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Turismo, potrebbe interessarti

I più visti

  • In vetrina le opere della giovanissima artista romagnola

    • Gratis
    • dal 9 al 22 gennaio 2021
    • Mesticheria Casadei
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ForlìToday è in caricamento