"Contemporanea" ritorna in fiera tra arte di qualità e provocazione

L’arte moderna e contemporanea torna ad animare la fiera di Forlì, che per quattro giorni si trasforma in una grande galleria collettiva. L’appuntamento è con “Arte Forlì Contemporanea”, una manifestazione che è ormai tradizione (è giunta alla 19° edizione) e che riporta al centro dell’attenzione il “culto del bello”, grazie alle stimolanti proposte di numerosi galleristi, il tutto unito in un grande evento culturale. “Contemporanea” si tiene da venerdì a lunedì nel quartiere fieristico di Forlì, in via Punta di Ferro.

La manifestazione inizia alle ore 17 del venerdì, per poi snodarsi per tutto il weekend fino al lunedì mattina. Organizzata da Romagna Fiere, la kermesse autunnale dedicata all’arte non si propone solo come una grande mostra-mercato di opere di elevata qualità, ma anche come una sorta di “cenacolo” in cui incontrare gli artisti e confrontarsi con loro, nonché interloquire con galleristi capaci di consigliare il collezionista esigente, per un acquisto che soddisfi contemporaneamente il gusto personale e il desiderio di effettuare un investimento di valore. La fiera è anche un’occasione per gli esperti del settore alla ricerca di nuovi talenti, in quanto rivolge un’attenzione speciale ai giovani e si apre ad un panorama artistico in continuo mutamento.

Visitare “Arte Forlì Contemporanea” è prima di tutto un’esperienza di immersione nel mondo dell’arte in tutte le sue sfaccettature, dalle forme più tradizionali alle Avanguardie. E a rendere ancora più piacevole il passeggio tra gli stand dei diversi galleristi, provenienti da tutta Italia, ci sono anche numerosi eventi collaterali, che si pongono come esposizioni monografiche a sé stanti, incastonate nella già ricca offerta artistica rappresentata dalla fiera nel suo complesso. Ecco gli eventi principali:

SCHIFANO FOREVER - La Galleria Costa Deniarte, presente a “Contemporanea”, dedica al grande maestro Mario Schifano la preziosa rassegna “Schifano Forever”, che mette assieme alcune opere di uno dei maggiori esponenti della Pop Art italiana ed europea.

OMAR RONDA & FRANCESCO DE MOLFETTA - “WUNDERKAMMER CON DOPPIO GIOCO” - Omar Ronda e Francesco De Molfetta portano la loro “Wunderkammer con Doppio Gioco”, che si propone come uno dei momenti più singolari e d’effetto della fiera forlivese. Nei padiglioni di via Punta di Ferro viene allestita una vera e propria “camera delle meraviglie”, grazie alla Galleria Armanda Gori Arte di Prato. Omar Ronda, 68enne pittore e scultore piemontese, e Francesco De Molfetta, 36 anni milanese, sono due artisti la cui ricerca in molti modi si incrocia e si compendia. La loro è stata definita una demistificazione delle icone del contemporaneo, un gioco ironico e sapiente sul senso stesso del fare arte che non disdegna affatto il termine “kitsch”, spingendone il concetto spudoratamente al limite.

BETTY BEE -AMO’ - In un progetto pensato “site specific” per “Contemporanea” e curato da Raffaella A. Caruso ed Eidos Immagini Contemporanee, Betty Bee mette in mostra “Amò”, titolo che vuole essere un richiamo alle anime varie del suo lavoro: l’anima popolana che Betty si diverte a interpretare, fatta di sceneggiate, travestimenti, sguaiate e malinconiche risate - “ammò, stat buonn” (“amore, stammi bene”, in un irritato e irriverente addio) -, e poi il passato remoto di quei ricordi lontani in cui tutti abbiamo amato senza limite e protezione alcuna, e l’anima sofisticata e sensuale che veste di raffinatezza estrema l’altalena delle primordiali pulsioni dell’ “odi et amò” (del carme 85 di Catullo, nella pronuncia classica). Elisabetta Lionetti, in arte Betty Bee, nasce a Napoli nel 1962, dove vive e lavora.

WHITE ON BLACK (BIANCO IN NERO) - FOTO DI ALESSANDRO RIVOLA - Una serie di fotografie di Alessandro Rivola vengono messe in mostra nell’esposizione “White on black (Bianco in nero)”. Si tratta di un servizio, realizzato in una giornata autunnale del 2003, nel cimitero monumentale di Forlì: Rivola incontra e immortala la regina del porno per antonomasia, Cicciolina, che su richiesta, per l’occasione indossa l’abito del matrimonio con l’artista americano Jeff Koons, celebrato nel 1991 e concluso da più di dieci anni al momento dello shooting. Gli scatti – allestiti in fiera dalla Galleria Stefano Forni - nascono dalla volontà di usare un cimitero come location, a cui il direttore della rivista di moda Bmm risponde proponendo come soggetto Ilona Staller.

Allo scenario scelto Cicciolina si adegua senza sforzo, calandosi in un ruolo funereo e fluttuante. La coroncina posata sul capo e il corpo sinuoso la rendono subito riconoscibile, ma gli ammiccamenti consueti lasciano il posto a un incedere solenne, a una processione in solitudine tra le lapidi, scandita dalle linee architettoniche del chiostro e dai cipressi sullo sfondo. A tratti l’attrice ricorda un fantasma e il lungo abito ne accentua la sembianza, a volte sembra una figura scolpita, non molto diversa dalle personificazioni e gli angeli che sovrastano i monumenti sepolcrali intorno. Altre volte ancora, inginocchiata e lo sguardo compunto, l’attrice appare piuttosto come una vedova inconsolabile, ruolo con cui Ilona gioca con la sua caratteristica ironia.

MARIO BERTOZZI: AI CONFINI DELL’ANIMA - Mario Bertozzi, autorevole decano dell’arte romagnola con i suoi 88 anni, “conserva” la giovinezza grazie all’incessante sfida della creazione. Ad “Arte Forlì Contemporanea” l’artista forlimpopolese porta una rassegna di 28 opere inedite incentrate sui temi naturalistici che gli sono propri. In fiera vengono proposti disegni di grandi dimensioni 54x74, realizzati con penna indelebile su carta e prodotti nel corso del 2015. Presente anche una sezione con le sue sculture.

SPAZIO ALLO SPAZIO, A CURA DI OSCAR DOMINGUEZ - In uno spazio aperto, di grandi dimensioni, gli artisti si confrontano con esso a 360 gradi. Non sono limitati da pareti, perciò interagiscono tra loro e con l’ambiente circostante. Oscar Dominguez con questa edizione festeggia ben dodici anni di collaborazione e può vantare circa 150 presenze di artisti. In quest’edizione 2015 di “Spazio allo spazio” espongono Paola Bandini, Alessandra Bonoli, Amanda Chiarucci, RC Cosi, Marina Fabbri, Luca Freschi, Raquel Grassino, Sara Guberti, Mauro Pipani e Ilario Sirri.

ARTE PER LA NAVE - Come ogni anno, infine, “Forlì Arte Contemporanea” ospita l’asta benefica “Arte per la Nave”, grazie alla generosità di 66 artisti che hanno donato le loro opere a favore dei bambini dell’istituto scolastico forlivese “La Nave”. Il ricavato dell’asta sarà devoluto al fondo di aiuto allo studio “Don Lino Andrini”, destinato all’acquisizione di strumenti di lavoro che hanno permesso agli alunni di conoscere in prima persona il meraviglioso mondo dell’arte. L’asta si tiene domenica 8 novembre alle ore 17,00.

ORARIO DI APERTURA: venerdì 17 - 19.30; sabato e domenica 10 - 19.30; lunedì 10 -13
COSTO INGRESSO: biglietto intero 10 euro; biglietto ridotto 5 euro (over 65, militari, disabili, bambini); con coupon scaricabile da internet: 5 euro

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Fiere, potrebbe interessarti

  • Moda, collezionisti e tatuaggi. Alla fiera del Vintage arriva la Tattoo Convention

    • dal 13 al 15 marzo 2020
    • Fiera di Forlì

I più visti

  • "Ulisse. L'arte e il mito", un grande viaggio nella storia dell'umanità

    • dal 15 febbraio al 21 giugno 2020
    • Musei San Domenico
  • Sfilata, musica e spettacoli acrobatici con il Carnevale in piazza

    • Gratis
    • 7 marzo 2020
    • Piazza Saffi
  • Le star del basket a Forlì: arriva l'incredibile show degli Harlem Globetrotters

    • 12 marzo 2020
    • PalaGalassi
  • Si corre contro la violenza, a Forlì arriva la StraWoman

    • 8 marzo 2020
    • Piazza Saffi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ForlìToday è in caricamento