rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
La rassegna

La rassegna del cinema documentario: è la settimana della sesta edizione di "Meet The Docs! Film Fest"

Il primo appuntamento della nuova edizione del festival sarà con "MeetTheMags!", il ciclo di presentazioni dedicate a riviste nazionali e internazionali legate ai temi delle singole giornate

Tutto pronto per la sesta edizione di Meet the Docs! Film Fest, la rassegna dedicata al cinema del reale. Dal 18 al 22 maggio l’Ex Atr di Forlì si animerà con cinque giorni ricchi di proiezioni in anteprima, masterclass esclusive, panel tematici di approfondimento, tre matinée dedicate alle scuole del territorio, workshop, musica live, degustazioni e convivialità, offrendo al pubblico l’opportunità di incontrare numerosi registi e ospiti autorevoli.  Il tema scelto quest’anno è “Echi dal margine”. Come afferma il direttore artistico Matteo Lolletti, "Meet the Docs! Film Fest", che per noi è un atto politico, vuole camminare lungo i bordi per raccogliere gli echi che provengono dal margine, e portarli al centro dell’attenzione: margini che attraversiamo, esploriamo, scopriamo, abitiamo e frequentiamo”. La rassegna è organizzata da Sunset in collaborazione con Città di Ebla e Tiresia, con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Forlì e con il supporto di Bcc ravennate, forlivese e imolese.

Il Mercoledì delle "Contaminazioni"

Il primo appuntamento della nuova edizione del festival sarà con "MeetTheMags!", il ciclo di presentazioni dedicate a riviste nazionali e internazionali legate ai temi delle singole giornate, realizzato in collaborazione con Frab’s Magazine & More. A dialogare saranno Anna Frabotta, responsabile di Frab’s Magazine & More, con la redazione e i collaboratori di BILLY - Rivista di cinema e altre perversioni, un magazine che, ponendosi dalla parte scomoda dello sguardo, parla di cinema, comunicazione, audio-visivo e di molte altre perversioni.

Ma ad inaugurare la sesta edizione di "Meet The Docs! Film Fest" alle 21 sarà la proiezione di “Atlantide” di Yuri Ancarani, documentario selezionato nella sezione Orizzonti alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. “Atlantide” racconta la storia di Daniele, un giovane che vive a Sant’Erasmo, un’isola della laguna di Venezia. Vive di espedienti, ed è emarginato anche dal gruppo dei suoi coetanei, i quali condividono un’intensa vita di svago, che si esprime nella religione del barchino: un culto incentrato sull’elaborazione di motori sempre più potenti, che trasformano i piccoli motoscafi lagunari in pericolosi bolidi da competizione. Anche Daniele sogna un barchino da record. Il degrado che intacca le relazioni, l'ambiente e le pratiche di una generazione alla deriva viene osservato attraverso gli occhi del paesaggio senza tempo di Venezia. Il punto di non ritorno è una balorda, residuale storia di iniziazione maschile, violenta e predestinata al fallimento, che esplode trascinando la città fantasma in un trip di naufragio psichedelico.  A seguire il dibattito con la presenza del regista e di Claudio Angelini, fondatore di Città di Ebla. 

Il Giovedì delle "Migrazioni"

Ad aprire la seconda giornata del festival alle ore 9 il primo incontro matinèe del progetto Doc a Scuola, realizzato in collaborazione con la Videoteca dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna e dell’Associazione D.E-R Documentaristi Emilia-Romagna che porta nelle scuole il film documentario con incontri accompagnati da autori. Si parte con “1944: Silenzio sul Montesole” di Lorenzo K. Stanzani, che racconta uno degli eccidi più efferati compiuti dalle truppe naziste durante la seconda guerra mondiale tra il 29 settembre e il 5 ottobre 1944: 777 vite, per lo più bambini, donne e anziani, vengono trucidate dai soldati tedeschi. Un documentario che esalta l’insindacabile valore della memoria. Al termine della proiezione il regista dialogherà con gli studenti.

Alle 14 il programma prosegue con un evento speciale: l’inaugurazione della mostra dell’illustratrice Alessandra Bruni, in arte Allissand, nome emergente del panorama nazionale e autrice dell’immagine della rassegna per il 2022, che poi alle 15:00 guiderà la masterclass “L’illustrazione del reale”. Alle 17 appuntamento con il secondo incontro del ciclo di presentazioni dedicate a riviste nazionali e internazionali legate ai temi delle singole giornate, in collaborazione con Frab’s Magazine & More. A dialogare saranno Anna Frabotta, responsabile di Frab’s Magazine & More, con Chiara Comito di Arabpop Magazine, rivista dedicata alle arti e alle letterature contemporanee dei paesi arabi.

Si passa poi alle 18 con la proiezione di “The Last Shelter” di Ousmane Samassekou, dalla rassegna di documentari “Mondovisioni” della rivista Internazionale, che affronta il tema delle migrazioni. All'estremità meridionale del Sahara si trova la Casa dei Migranti: un rifugio per chi è in viaggio verso l'Europa o per chi ritorna. Qui si confrontano le loro storie: come ti senti quando i tuoi sogni sono stati sepolti nella sabbia, o aspettano di essere vissuti? A seguire il dibattito con Eugenio Alfano, Responsabile del Coordinamento Rifugiati e Migranti - Amnesty International, e il giornalista Andrea De Georgio. 

Alle 21 l’ultima proiezione della giornata con il documentario che ha sconvolto la Berlinale del 2020, “Purple Sea” di Amel Alzakout e Khaled Abdulwahed: la regista siriana Amel Alkazout decide di testimoniare la personale traversata in mare con l’utilizzo di una telecamera waterproof, ma durante il viaggio gli scafisti abbandonano il mezzo e la barca si ribalta. A discutere del documentario saranno Elena Giacomelli, Ricercatrice dell’Università di Bologna, e Chiara Comito, autrice e scrittrice. 

"Meet the green"

"Meet the Docs! Film Fest" presta da anni particolare attenzione alla tematica ambientale, e anche per la sua sesta edizione attua azioni concrete e misure favorevoli alla sostenibilità della manifestazione. Ad esempio a livello energetico, l'area della rassegna viene gestita con un sistema di spegnimento manuale che permette di ridurre il consumo energetico nel momento in cui gli spazi non sono utilizzati. Durante le giornate del festival, inoltre, saranno presenti erogatori di acqua gratuiti e sostenibili. Nell’area ristoro e durante le degustazioni vengono inoltre utilizzate stoviglie compostabili e/o bicchieri in vetro e i prodotti enogastronomici offerti sono quasi esclusivamente locali e a km 0. Il programma completo e dettagliato della manifestazione è disponibile sul sito https://meetthedocs.it/  
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rassegna del cinema documentario: è la settimana della sesta edizione di "Meet The Docs! Film Fest"

ForlìToday è in caricamento