Lunedì, 15 Luglio 2024
Eventi

Contemporaneo, famiglie, scuola ed anche letteratura: il Piccolo, teatro d’innovazione di Forlì lancia la nuova stagione

Il Teatro Piccolo è, fin dalla sua inaugurazione, la “casa artistica” di Accademia Perduta/Romagna Teatri e, come tale, le sue stagioni sono anche “specchio” delle due anime produttive del centro: il Contemporaneo d’impegno civile e sociale e il Teatro Ragazzi

È Innovazione la parola chiave delle numerose attività teatrali e multidisciplinari che ospiterà il Piccolo di Forlì nella nuova Stagione 2023/24. Dopo il completo restyling degli spazi, Accademia Perduta/Romagna Teatri con la direzione artistica di Claudio Casadio e Ruggero Sintoni, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Forlì, ha ideato un “rilancio” e un ampliamento anche dei “contenuti” artistici che faranno del Piccolo un’autentica “officina creativa”, sempre aperta, inclusiva e sempre in attività con Residenze e nuove Produzioni, cartelloni di Teatro Contemporaneo e Teatro Ragazzi, incontri e presentazioni letterarie, laboratori destinati sia alle giovani generazioni che agli adulti.

Il Teatro Piccolo è, fin dalla sua inaugurazione, la “casa artistica” di Accademia Perduta/Romagna Teatri e, come tale, le sue Stagioni sono anche “specchio” delle due anime produttive del Centro: il Contemporaneo d’impegno civile e sociale, con particolare attenzione alle nuove drammaturgie e alle intelligenze artistiche emergenti nel panorama nazionale, e il Teatro Ragazzi, “cifra storica” di Accademia Perduta che ha qualificato il Piccolo come il più importante e longevo polo teatrale per le nuove generazioni in Romagna.

Nella Stagione 2023/24 Accademia Perduta presenta al Piccolo quattro nuove, importanti Produzioni di Teatro Contemporaneo: I cuori battono nelle uova (10 novembre) del pluripremiato collettivo Les Moustaches, già applaudito a Forlì con le precedenti creazioni 'La difficilissima storia della vita di Ciccio Speranza' e 'L’ombra lunga del nano', quest’ultima ospitata anche al Festival Avignone Off; Barbablù, intenso e crudo monologo sulla violenza di genere interpretato da Edoardo Frullini e diretto dalla giovane regista Giulia Paoletti; Tu (non) sei il tuo lavoro (4 e 5 dicembre), scritto da Rosella Postorino (finalista al Premio Strega 2023) e diretto da Sandro Mabellini, la storia del cortocircuito di una giovane coppia che si affaccia al mondo del lavoro e LidOdissea (6 e 7 febbraio) della Compagnia Berardi Casolari, spettacolo che parte dall’analisi dell’Odissea omerica - dei personaggi, delle dinamiche e delle tematiche presenti - per riscrivere una nuova storia, un nuovo viaggio dentro a un tempo nel quale i protagonisti non riescono più a ritrovarsi. Completano la Stagione: Casa del Popolo (26 ottobre) del Teatro dell’Argine; Accabadora (7 novembre), tratto dall’omonimo romanzo di Michela Murgia, con Anna Della Rosa; Letizia va alla guerra (13 dicembre) con Agnese Fallongo (Premio Enriquez 2023 come “migliore attrice”) e Tiziano Caputo; Magnificat (16 febbraio) di e con Lucilla Giagnoni; Barabba (13 marzo)del Teatro Kismet, opera appartenente a un ciclo che la regista Teresa Ludovico dedica al lavoro di Antonio Tarantino; Tutto sua madre (26 marzo), esilarante, intelligente e profondo testo in cui tutti i personaggi sono interpretati da uno straordinario Gianluca Ferrato e Romeo e Giulietta (4 aprile) di Stivalaccio Teatro, divertentissimo testo  di Marco Zoppello che parte dal classico shakespeariano per portare in scena, attraverso il teatro popolare, un soggetto originale che mette al centro le grandi passioni dell’uomo.
La forte connotazione contemporanea del Piccolo, ne fa anche sede di un’importante tranche della rassegna Moderno del Comunale Diego Fabbri, con ospiti di prestigio quali Valeria Solarino, Paola Turci, Giovanni Scifoni, Arianna Porcelli Safonov e Andrea Pennacchi.

Ampia e multidisciplinare saranno, come sempre, le attività rivolte alle nuove generazioni, alle famiglie e alle Scuole con i cartelloni dedicati alle Favole (in scena la domenica pomeriggio) e al Teatro Scuola, con un’ampia selezione di spettacoli destinati ai bambini delle Materne e agli studenti degli Ordini e Gradi d’obbligo e oltre. Proprio quest’ultima rassegna darà l’occasione di presentare alcune nuovissime produzioni di Accademia Perduta quali Candido, realizzata con Teatro Due Mondi, Granny e il lupo di TCP tanti cosi progetti, Bella, bellissima di Nadia Milani e Capputtiello e il gigante del Collettivo Lacorsa.

Oltre all’arte scenica, il Teatro Piccolo ospiterà anche due incontri dedicati all’editoria per l’infanzia, in particolare quella delle illustrazioni, realizzati in collaborazione con marmo – libreria d’arte contemporanea di Forlì. Nel primo sarà presentato il libro Acerbo sarai tu di Silvia Vecchini (ed. Topipittori); nel secondo, a cura di Elena Dolcini, una riflessione sulle emozioni negli albi illustrati.
L’attività laboratoriale sarà infine sviluppata su tre percorsi: “Teatro e Musica” a cura di Daniela Piccari e Andrea Alessi destinato agli adolescenti; “Cronaca e critica teatrale” a cura di Michele Pascarella per persone di tutte le età e, per gli adulti, un laboratorio teatrale tenuto da Daniele Romualdi.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contemporaneo, famiglie, scuola ed anche letteratura: il Piccolo, teatro d’innovazione di Forlì lancia la nuova stagione
ForlìToday è in caricamento