rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Eventi

Auto e moto d'epoca in esposizione: inaugurato il 12esimo Old Time Show

All’ingresso è possibile partecipare allo speciale concorso che mette in palio una sessione in pista all’autodromo di Imola, alla guida di una Ferrari Challenge Competizione, assieme ad un pilota esperto.

Primo giorno di apertura sabato per l'Old Time Show, la grande manifestazione motoristica allestita alla Fiera di Forlì fino a domenica. Il Salone, per la sua 12esima edizione, mette in mostra le gloriose auto e moto inglesi del Novecento, dopo aver passato in rassegna la principali marche italiane nelle passate edizioni. La manifestazione si estende su un'area espositiva di 40mila metri quadrati, proponendosi tanto ad esperti e appassionati, quanto ai curiosi che potranno passare un weekend ammirando pezzi pregiati se non unici, in una sorta di museo temporaneo di affascinanti mezzi d’epoca. All’ingresso è possibile partecipare allo speciale concorso che mette in palio una sessione in pista all’autodromo di Imola, alla guida di una Ferrari Challenge Competizione, assieme ad un pilota esperto.

Nella mattinata si è tenuta l’inaugurazione della manifestazione motoristica forlivese, che anche quest’anno si avvale della collaborazione del Club Romagnolo Auto e Moto d’epoca, coordinato in fiera da Giorgio Picchi, del Club “Il Velocifero” (col presidente Antonio Mengozzi) e dell’Automotoclub Storico Italiano. A tenere a battesimo la 12esima edizione è stato Roberto Loi, presidente dell’Automotoclub Storico Italiano e, in rappresentanza del Comune di Forlì, Lubiano Montaguti, assessore comunale alle Politiche educative e alle Attività produttive. Presenti anche Alberto Zambianchi, presidente della Camera di Commercio di Forlì-Cesena, Guido Sassi, presidente della Fiera di Forlì, e il parlamentare Marco Di Maio.

Dopo l’inaugurazione, le autorità hanno visitato la suggestiva esposizione “Le auto e le moto inglesi che hanno fatto la storia”, composta da 45 auto e 70 motociclette vanto della migliore produzione inglese in ambito motoristico fino agli anni ‘60. Quindi Loi si è intrattenuto al simulatore Evotek Sym, attualmente il miglior sistema adottato dalle migliori scuderie di F1. Durante la presentazione l’assessore comunale Lubiano Montaguti ha sottolineato l’importanza per la città “di questa che non è solo una magnifica fiera, ma un vero museo temporaneo di opere bellissime, appartenenti ad una delle principali arti del secolo scorso, la meccanica. Qui c’è lo spettacolo della nostra storia”.

Loi ha quindi espresso una riflessione sulla situazione del motorismo storico oggi in Italia: “Da 15 anni l’Automotoclub Storico Italiano sostiene battaglie, dalle quali siamo passati indenni, per affermare la propria identità. Oggi siamo in uno dei momenti più difficili: la Legge di Stabilità ci ha fatto passare momenti non belli, in cui ci siamo sentiti un po’ traditi nelle nostre ambizioni. Il nostro è un mondo di cultura, non siamo un gruppo di persone che ama veicoli vecchi, noi amiamo veicoli storici che sono un segno della nostra cultura. Chiediamo quindi rispetto per quello che rappresentiamo”. Infine, sull’edizione 2015 di Old Time Show: “Questa fiera evidenzia come la città di Forlì abbia in considerazione il motorismo storico”.

Nel corso del weekend, oltre alle all’esposizione “Le auto e le moto inglesi che hanno fatto la storia”, si potrà “entrare” nel colorato mondo delle moto “custom”, vere e proprie opere d’arte contemporanee realizzate grazie alle più fantasiose elaborazioni delle due ruote. Sempre per questa sezione, Old Time Show ospiterà il concorso “Top 5 Bike Show”, con la premiazione della Best in Show, la “special” più bella del concorso. Infine il mercato dei privati, che sarà un’occasione d’oro per chi è alla ricerca dell’introvabile ricambio originale, dell’accessorio d’antan, della moto da restaurare o dell’auto dei sogni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto e moto d'epoca in esposizione: inaugurato il 12esimo Old Time Show

ForlìToday è in caricamento