Parte da "Pierino e il lupo" il gioco musicale di Ascanio Celestini

  • Dove
    Teatro Diego Fabbri
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 04/05/2019 al 04/05/2019
    20.30
  • Prezzo
    15 euro (intero); 13 euro (ridotto)
  • Altre Informazioni

Ascanio Celestini presenta in prima assoluta al Teatro Diego Fabbri di Forlì un nuovo spettacolo per il quale ha appositamente riscritto la fiaba sinfonica Pierino e il lupo di Sergej Prokof'ev “intrecciandola” con l’esecuzione e il racconto del balletto neoclassico Pulcinella di Stravinskij. 
L’evento, in scena sabato 4 maggio alle ore 20.30 come chiusura del cartellone musicale per la Stagione, inaugura anche un rapporto di co-produzione tra ForlìMusica e Accademia Perduta/Romagna Teatri, una nuova sinergia tra due eccellenze musicali e teatrali della città.

L’attore, autore e voce recitante, è accompagnato dall’Orchestra Maderna di Forlì che eseguirà la partitura originale di Prokof'ev e la suite da concerto di Pulcinella, sotto la guida del maestro concertatore Paolo Chiavacci. 
Lo spettacolo nasce da un’idea di Danilo Rossi, prima viola del Teatro la Scala di Milano e direttore artistico della stagione classica forlivese.

Ascanio Celestini, autore e voce recitante, ha riscritto con il suo inconfondibile stile Pierino e il Lupo, fiaba musicale del 1936 la cui partitura Prokof'ev concepì “strumentata per voce recitante e orchestra”. 
Fiati e archi, percussioni e timpani dell’Orchestra Maderna insieme al violino del Maestro concertatore Paolo Chiavacci, rappresentano i personaggi della storia: il flauto è l’uccellino, l’oboe è la papera, il clarinetto è il gatto, il fagotto è il nonno, i corni sono il lupo, il timpano i cacciatori e Pierino è interpretato da tutti gli archi.
La riscrittura di Celestini pone l’accento sul gioco, quello di un ragazzino e dei suoi animali, sulla paura, l’inquietudine ancestrale per il lupo, sull’immagine della natura, quella che ci affascina, sulla sfida che mescola i ruoli. Una riscrittura che si concentra sul linguaggio dell’opera per poi arrivare a una domanda: sappiamo tra Pierino e il lupo chi è il più forte e chi è il più debole, ma chi dei due è lo sciocco e chi il furbo? 

“Pierino e il lupo è una fiaba moderna - afferma l’artista -. Parente delle fiabe di tradizione orale solo nella forma, ma in realtà con una finalità diversa: raccontare un mondo musicale, fare da ponte tra la grande musica e la sua fruizione da parte dei giovanissimi. Dunque il testo è poco più di un appiglio per imbarcarsi in un viaggio sonoro. Ma questa sua semplicità può diventare un’opportunità per giocare senza il bisogno di interpretare metafore complesse, immagini archetipiche. Da qui sono partito per giocare con Pierino e la sua storia. Per giocarci con le parole pescando gli scioglilingua dalla tradizione, il divertimento verbale dalla narrazione senza finalità politiche e sociali. Ma forse la scusa del gioco è proprio quella che ci riporta in strada dove la sfera ludica non era solo un tempo nel quale ammazzare la noia”.

Prezzi: 15 euro (intero); 13 euro (ridotto over 65, Art Card, FAI, ARCI, Cral); 6 euro (ridotto YoungER Card, Studenti Scuole di Musica e universitari).
Promozione “Accompagna un bambino a Teatro”: gratuito per ragazzi fino a 16 anni, 6 euro per l’accompagnatore.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Arena Eliseo, riparte l'estate del cinema all'aperto: la programmazione di fine giugno

    • dal 25 al 30 giugno 2019
    • Arena Eliseo
  • Serata golosa con paella catalana a volontà

    • Gratis
    • 21 giugno 2019
    • Chiesa di San Giorgio
  • Mercatini, animazioni e buon cibo ai Giardini al Chiaro di luna

    • solo domani
    • Gratis
    • 20 giugno 2019
    • Parco della Resistenza
  • Spettacoli, percorsi enogastronomici e mercatini: ecco la Festa Artusiana 2019

    • Gratis
    • dal 22 al 30 giugno 2019
    • centro storico
Torna su
ForlìToday è in caricamento