“Il potere dei senza potere”, la lotta di Vaclav Havel contro il totalitarismo

Sono intervenuti il sindaco di Forlì e la professoressa Maria Antonietta Tartagni per raccontare l'esperienza di Havel in occasione dell'inaugurazione della mostra a lui dedicata

Nell'ambito della mostra dedicata su Vaclav Havel “Il potere dei senza potere”, che si tiene a Forlì dal 6 al 17 novembre, mercoledì 6 novembre presso il Salone Comunale di Forlì, il sindaco Zattini è intervenuto alla inaugurazione organizzata dal Centro culturale Don Francesco Ricci in collaborazione col Comune di Forlì.

È intervenuta per l'occasione anche la professoressa Maria Antonietta Tartagni, che sotto la guida del sacerdote forlivese Don Francesco Ricci, ha per prima tradotto il testo attualissimo di Vaclav Havel “Il potere dei senza potere” raccontando le esperienze che negli anni ‘60 e ‘70 hanno fatto conoscere all’Occidente, attraverso la casa editrice forlivese CSEO, le voci del dissenso sovietico. È poi intervenuto il curatore della mostra Ubaldo Casotto: la genesi della mostra sta in una motivazione esistenziale; solo un nuovo io può combattere il potere. L’ortolano che nel libro di Havel toglie il cartello “proletari di tutto il mondo unitevi” compie un’azione di verità. 

Vaclav Havel è stato un dissidente nella Cecoslovacchia sovietica e il primo presidente del paese dopo la caduta del muro di Berlino.

"La prima politica è vivere. La politica non è solo l’arte del possibile ossia dell’intrigo e della strategia ma l’arte dell’impossibile, ossia il tentativo di migliorare il proprio io e gli altri. Non si risponde all’ideologia con un’altra ideologia o con un altro potere, ma con la persona", ha ribadito il sindaco Zattini. 

La mostra è visitabile dal 6 al 17 novembre presso il Salone comunale e offre una imperdibile occasione per conoscere la storia del totalitarismo sovietico e soprattutto per riflettere sul vero significato della politica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nella nebbia parcheggia l'auto e si mette a dormire: ma contromano e nella corsia di sorpasso della Tangenziale

  • Continua il tour romagnolo della Dea Bendata: dopo i gratta e vinci ecco il colpo con la Lotteria Italia

  • Bel regalo di Natale in anticipo: gratta e vince una bella somma col 46 di Valentino Rossi

  • Maxi-studio su 30 anni di cancro in Romagna: quanto ci si ammala e quanto si sopravvive, tumore per tumore

  • Maltempo, le piogge concedono una tregua: superato il picco di piena del Montone

  • "Aggiungi un posto a tavola"? Nemmeno per idea. Scoppia la lite tra amici e finisce a testate

Torna su
ForlìToday è in caricamento