Presentato 'Il Secolo Artusiano', svolta negli studi sul gastronomo di Forlimpopoli

Un convegno che oggi si è fatto un libro che ne raccoglie gli atti, “Il secolo artusiano – Artusicento”, edito dalla prestigiosa Accademia della Crusca

Una vera e propria svolta negli studi artusiani. Unanime il giudizio degli studiosi sul convegno di due anni fa a Firenze e Forlimpopoli, in occasione del Centenario della morte dell’Artusi. Un convegno che oggi si è fatto un libro che ne raccoglie gli atti, “Il secolo artusiano – Artusicento”, edito dalla prestigiosa Accademia della Crusca. Lo hanno presentato i due curatori, Giovanna Frosini e Massimo Montanari, nell’App-eritivo a Casa Artusi di mercoledì scorso.

“Il progetto artusiano aveva due obiettivi: unificare le diverse tradizioni della cucina in Italia e creare un linguaggio comune che si affrancasse dal francese allora imperante – ha affermato lo storico Massimo Montanari – C’era, quindi, un obiettivo sia di cultura gastronomica, sia linguistico. Il legame con l’Accademia della Crusca nasce da qui, sottolineato dalla collana che ospita il libro, ‘Le varietà dell’Italiano’. Interessante anche il sottotitolo della stessa collana: ‘Scienze, arti e professioni’. Ebbene, le prime due, Scienze e arti, sono parte integrante del progetto artusiano, presenti sin nel titolo del suo Manuale, ‘La scienza in cucina e l’arte di mangiare bene’; le ‘professioni’ invece no: Artusi raccoglie le ricette della cucina domestica, la gastronomia come professione era fuori dalla sua prospettiva”.

Dello stesso avviso, Giovanna Frosini, dell’Università di Siena e membro dell’Accademia della Crusca: “Negli ultimi anni gli studi sull’Artusi si sono orientati sia sugli aspetti biografici – fondamentale il recente ‘Artusi e la sua Romagna’ – sia su quelli linguistici. Ma se il rapporto del gastronomo con la Romagna è stato approfondito nei suoi tanti aspetti, molto si deve conoscere sul suo vissuto a Firenze. Artusi ha vissuto per sessant’anni nel capoluogo toscano quasi in maniera nascosta, anche se collegato alla vita culturale. I tempi sono maturi per una ricerca su ‘Artusi e la sua Toscana’, così come avete fatto a Forlimpopoli”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • La Bidentina si macchia di sangue: schianto contro un albero, perde la vita sotto gli occhi della fidanzata

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, altri quattro casi a Predappio. Tra i contagiati anche uno studente

  • Commando armato assalta una villa: minuti di terrore per una famiglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento