menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rocca, nella chiesa dei Frati il presepe meccanico dei coniugi Frassineti

Si tratta di un presepe meccanico sopra una piattaforma di 16 metri quadrati, all’interno della settecentesca chiesa dei frati, che sarà riaperta al pubblico dopo i restauri e la pulizia, con inaugurazione domenica alle 15.30, per restare aperto fino alle 19, con ingresso libero

Per la prima volta è stato realizzato nella chiesa dei frati di Rocca San Casciano un grande presepe meccanico da parte dei coniugi Daniela e Piero Frassineti, con l’aiuto dei volontari della Pro Loco e alcuni amici. Erano trent’anni che i coniugi Frassineti desideravano realizzare un grande presepe meccanico. Ora il sogno si è realizzato. Si tratta di un presepe meccanico sopra una piattaforma di 16 metri quadrati, all’interno della settecentesca chiesa dei frati, che sarà riaperta al pubblico dopo i restauri e la pulizia, con inaugurazione domenica alle 15.30, per restare aperto fino alle 19, con ingresso libero.

Fino al 6 gennaio il presepe resterà aperto al pubblico sabato, domenica e festivi (tutti i giorni dal 22 al 25 dicembre) dalle 15.30 alle 19 (info: Daniela 340-1734928). Raccontano i coniugi Frassineti: “Ringraziamo il Comune (proprietario della chiesa) e i volontari della Pro Loco che ci hanno aiutato per realizzare in un mese di lavoro il presepe, formato da un centinaio di statue ferme e in movimento”. Quattro le più suggestive scene: l’alba, il giorno, la sera e la notte.

Commenta il sindaco, Rosaria Tassinari: “Il presepe meccanico è una bella novità per il paese, che attirerà molti visitatori. La chiesa dei frati, cui tutti i rocchigiani sono affezionati, non poteva trovare manifestazione più appropriata per inaugurare anche la riapertura al pubblico, dopo gli anni di chiusura per i restauri, in particolare del tetto”.  Per l’occasione il Comune e la Pro Loco di Rocca hanno stampato un depliant che racconta la storia del monumento settecentesco, ora di proprietà comunale, e di alcuni personaggi collegati, fra cui padre Damiano Poggiolini, nato a Rocca nel 1851 e morto organista alla Verna nel 1891.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Forlì Airport spicca il volo": il Rotary Club incontra lo staff del Ridolfi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento