La celebrazione del liscio

Conto alla rovescia per la grande festa del liscio in Piazza Saffi: è il weekend di "Cara Forlì"

L’edizione del 2023 è dedicata a coloro che possono definirsi i "Giganti del Liscio", Carlo Brighi in arte Zaclèn, Secondo Casadei e Raoul Casadei. Ospiti d'eccezione saranno il cantautore Enrico Ruggeri e Mirko Casadei

Conto alla rovescia per la terza edizione di "Cara Forlì", la grande festa del liscio che animerà il weekend di Piazza Saffi e che avrà come ospiti d'eccezione il cantautore Enrico Ruggeri e Mirko Casadei. L’edizione del 2023 è dedicata a coloro che possono definirsi i "Giganti del Liscio", Carlo Brighi in arte Zaclèn, Secondo Casadei e Raoul Casadei. Durante le due giornate nove tra bar e ristoranti del centro storico hanno aderito alla speciale promozione Menu' Romagnolo di Cara Forli con un'offerta  gastronomica tipica romagnola al prezzo massimo di 14 euro.

La rassegna

La rassegna vede l’esordio dell’"Orchestra Cara Forlì" diretta da Moreno Il Biondo, fondata per l'occasione a chiusura di un progetto culturale di recupero e riscoperta degli spartiti musicali del maestro Carlo Brighi, conservati presso i Fondi Antichi della Biblioteca Comunale Saffi. Dopo il grande successo delle prime due edizioni di Cara Forlì, l’amministrazione comunale di Forlì ripropone, in collaborazione con le Famiglie di Secondo Casadei e di Raoul Casadei, e con il sostegno della Regione Emilia Romagna-Assessorato alla Cultura, una rinnovata e ancor più ricca proposta culturale e musicale capace di restituire appieno il valore di un secolo di storia della grande musica della tradizione del folklore romagnolo, attraverso la riproposizione delle opere dei "Giganti del Liscio" della nostra terra.

La terza edizione di "Cara Forlì. La Grande Festa del Liscio" presenta un ricchissimo programma, a cura di Materiali Musicali di Giordano Sangiorgi, con musica, esibizioni di scuole di ballo provenienti da tutta la Romagna, docufilm a cura di Oderso Rubini e un libro inedito di Mario Russomanno con fotografie provenienti dalle Famiglie di Secondo Casadei e di Raoul Casadei e di Andrea Bonavita, iniziative tutte dedicate a Zaclèn, Secondo Casadei e Raoul Casadei. Il libro sarà presentato in apertura di "Cara Forlì" sabato 2 settembre.

Un grande evento per il rilancio di questa grande tradizione che sta nuovamente conquistando l’Italia e che si candida a divenire Patrimonio Immateriale dell'Umanità Unesco, tramite il sito web dedicato www.vailiscio.it, curato da Regione Emilia Romagna, nato per  favorire la condivisione e la raccolta di notizie, video, fotografie, documenti e curiosità sul Liscio. Sarà dunque un’occasione per raccontare l'amore di questi grandi artisti nei confronti di Forlì e della Romagna e riscoprire la centralità della stessa Forlì nella nascita e nella consacrazione del Liscio in Italia. Una grande tradizione, questa del Liscio, nata nelle aie con la musica del grande Zaclèn e che ha visto primeggiare Forlì sia con il “Mercato del Lunedì dell’Orchestrale” di Piazza Saffi, dove si riunivano capi orchestra, orchestrali e agenzie teatrali, sia con l’appuntamento storico del Primo Maggio, sempre in Piazza Saffi, con protagonista assoluto Secondo Casadei, già allora affiancato dal nipote Raoul.

Le due giornate saranno dedicate rispettivamente a Zaclèn e Secondo Casadei, la prima giornata, e a Raoul Casadei e alla sua eredità, la seconda giornata. Non mancheranno momenti particolarmente iconici ed emozionanti quali l'incontro inedito tra il violino del 1947 di Secondo Casadei, suonato da Danilo Rossi, prima viola della scala di Milano e  e la chitarra modello Gibson 335 del 1968 di Raoul Casadei, suonata da Alfredo Nuti, chitarrista d'avanguardia musicale. Un appuntamento imperdibile che coinvolgerà vecchie e nuove generazioni del folk di Romagna; una due giorni che non mancherà di rendere omaggio ai nomi storici del liscio.

Il programma

Il ricco programma si aprirà sabato alle ore 18 con le esibizioni della Banda di Carpinello e della Banda della Città di Forlì, che sfileranno, con partenza da Corso della Repubblica e da Via delle Torri verso Piazza Saffi. La kermesse musicale Made in Romagna inaugurerà con le Orchestre di CosaFolk di Cosascuola Music Academy, guidata da Giordano Giannarelli e coordinata da Luca Medri, e del Grande Evento, e con ospiti di grande prestigio come Roberta Cappelletti, Patrizia Ceccarelli, Fiorenzo Tassinari, Jastin Visani, Marco Tagliavini che riproporranno tra l’altro i brani dei grandi nomi storici del liscio.

Tra gli ospiti legati a nuovi progetti anche il vincitore dell’ultima edizione del contest Il Liscio nella Rete a cura del Mwi, il fisarmonicista Nicolò Quercia, che ha rilanciato la Filuzzi tra i giovani, la neonata formazione di Alvio Focaccia & Gli Amici del Ciclismo che presenterà un omaggio di brani del liscio dedicati ai grandi del ciclismo romagnolo. Guest della serata il cantante lirico Maurizio Tassani. Evento d’eccezione, l’esordio dell’Orchestra "Cara Forlì", guidata da Moreno Il Biondo e composta dalle eccellenze musicali del territorio forlivese: Andrea Costa, Edilio Nicolucci, Danilo Rossi, Vince Vallicelli, Giuseppe Zanca. Ospite straordinario il grandissimo cantautore e rocker Enrico Ruggeri, attivo nel sostenere la tradizione del folk, che presenterà anche una inedita versione rock di "Romagna Mia".

Domenica  la rassegna riprende alle ore 17 con la sfilata della Banda della Città di Forlì e della Banda di Civitella e Cusercoli e Banda del Passatore  con partenza da Corso della Repubblica e da Via delle Torri verso Piazza Saffi. A seguire sul palco le esibizioni Made in Forlì dell’Orchestra CosaFolk, con allievi e docenti di Cosascuola Music Academy di Forlì, e dell’Orchestra Grande Evento, assieme a ospiti di prestigio come Roberta Cappelletti, Luana Babini, Mauro Ferrara, Renzo Il Rosso e La Storia di Romagna. Sul palco si esibiranno anche Vince Vallicelli con la band Vince e i Ruvidi per presentare il nuovo progetto discografico legato al liscio, Matilde Montanari e Marika Lombini, giovani voci dell’Orchestra CosaFolk tra le più interessanti del nuovo panorama romagnolo.

In occasione dei cinquanta anni di "Ciao Mare", gran finale della kermesse con la Mirko Casadei POPular Folk Orchestra, la terza generazione dell'Orchestra Casadei, che proporrà i grandi brani di tutta la tradizione Casadei che hanno reso famosa la Romagna nel mondo. Le due serate saranno condotte da Giordano Sangiorgi e Letizia Valletta Casadei, con la partecipazione straordinaria di Sgabanaza, "la simpatia di Romagna". Due piste da ballo saranno allestite in Piazza Saffi per far scendere in campo giovani e meno giovani assieme ai maestri e ai ballerini delle scuole di ballo New Dance Club di Forlì, Le Sirene Danzanti di Rimini e Team Dance Borgo di Faenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conto alla rovescia per la grande festa del liscio in Piazza Saffi: è il weekend di "Cara Forlì"
ForlìToday è in caricamento