rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Eventi

Sauro Moretti ambasciatore dell'arte di Ido Erani da Berlusconi ad Arcore

Lunedì l'ex uomo della notte forlivese, oggi braccio destro di Vittorio Sgarbi, ha raccolto l'invito dell'ex presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, per una serata convivial-artistica

Sauro Moretti ambasciatore dell’arte di Ido Erani ad Arcore. Lunedì l’ex uomo della notte forlivese, oggi braccio destro di Vittorio Sgarbi, ha raccolto l’invito dell’ex presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, per una serata convivial-artistica presso “Villa San Martino” ad Arcore. Moretti si è presentato presso il quartier generale del Cav, portando con sé “E rinasce ancora più bella”, che ritrae “una donna fascinosa, dalle mani affusolate, dagli occhi splendidi...”. Si tratta dell’opera che Ido Erani propone ad Expo 2015, nel Padiglione Eataly di Oscar Farinetti per la mostra “Il Tesoro d'Italia”.

Il maestro forlivese è presente ad Expo 2015 anche con “La dolcezza del grano”, scelta per il Progetto di Expò “Belle Arti” curato da Vittorio Sgarbi. Il Grano d'Italia, mostra allestita presso il Palazzo della Regione Lombardia, nasce da un'idea dello stesso Sauro Moretti e di Lorenzo Zichichi. La rassegna propone 15 artisti da tutt’Italia accomunati dalla declinazione artistica, singola o plurima, del tema di Expò 2015: “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. Protagonista indiscusso è il grano, bene alimentare di prima necessità in ogni zona del mondo, sviluppato nelle varie fasi di produzione, dall’aratura alla semina, fino alla macinazione.

Ido Erani è nato nel 1945 a Forlì, città ove tuttora vive ed opera. Frequenta il Liceo Artistico della città natale per poi trasferirsi a Milano all'Accademia di Belle Arti di Brera. Il maestro entra in contatto con esponenti del calibro di Giovanni Cappelli, Walter Cremonini, Giancarlo Giannini e Luigi Timoncini. Partecipa con successo a numerose rassegne nazionali ma allestisce personali anche all'estero, in prevalenza negli Stati Uniti. La tappa più significativa della sua carriera artistica è rappresentata dal lungo soggiorno a Las Vegas, circa dieci anni, durante i quali raggiunge il “top” dell’espressione creativa. Stringe amicizia con Roy Linchtenstein e frequenta il maggior esponente della Pop Art, Andy Warhol. Affina le proprie tecniche pittoriche, i metodi di rappresentazione e l'uso del colore, osservando tutto ciò che gli gravita attorno senza rimanere contaminato dalla tendenza del momento, ma cogliendo ulteriore ispirazione ed energia creativa. Alcune sue opere sono esposte al museo Rockfeller e al Guggenheim di New York, oltre che in Francia e in Spagna. Nel 2004 vince il premio Rotary ed è insignito del “Paul Harris yellow” per meriti artistici ed umanitari, con un seguito importante anche nel 2010. La pittura “ad affresco” di Ido Erani, cui sono riconducibili sia “La dolcezza del grano” che “E rinasce ancora più bella”, interpreta la memoria e richiama modelli classici, a volte altisonanti e severi, “addolciti e resi evanescenti dalla sua capacità di utilizzare il colore come una patina del tempo, che avvolge ed esalta il tema centrale delle sue opere”. Il lavoro “E rinasce ancora più bella” sottoposto alla visione di Silvio Berlusconi, sarà punto di forza del catalogo antologico che Ido Erani presenterà ufficialmente a Milano a fine settembre

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sauro Moretti ambasciatore dell'arte di Ido Erani da Berlusconi ad Arcore

ForlìToday è in caricamento