menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sedicicorto non teme la pioggia, le proiezioni di mercoledì

Mercoledì con il cinema che non ha tempo né età al festival internazionale del cortometraggio di Forlì. Il programma di mercoledì prende il via alle 15.30 alla sala Garzanti

Mercoledì con il cinema che non ha tempo né età al festival internazionale del cortometraggio di Forlì. Il programma di mercoledì prende il via alle 15.30 alla sala Garzanti con un ciclo di proiezioni organizzato in collaborazione con Auser Forlì.  Prendendo le mosse dal celebre Coocoon, pellicola del 1985 di Ron Howard e tratto dal romanzo di David Saperstein, dove un gruppo di anziani grazie all’esposizione ad esseri alieni si rimette pienamente in forze e riconquista il vigore giovanile, il ciclo di proiezione mostrerà una serie di lavori che tratteranno con ironia e strappando di certo sorrisi a profusione, situazioni paradossali, grottesche e comiche insieme dove i protagonisti saranno proprio i “diversamente giovani”.

Sempre in sala Garzanti il pomeriggio delle proiezioni continuerà alle 17.30 con Movie & CortItalia. Nella speranza che il maltempo che imperversa ormai da giorni consenta una tregua, la Fiab di Forlì è pronta a recuperare gli itinerari del cinema  saltati a causa della pioggia battente. L’appuntamento è alle 19.00 al “villaggio del cinema”, all’Hotel della Città di Forlì in Corso della Repubblica: da qui si partirà alla scoperta del vecchio teatro comunale, del cinema “mobile” e di quello stabile, per ravvivare una memoria, anche cinematografica, che non c’è più e per imparare qualche “perla” sulle sale di proiezione che hanno accompagnato la città nella sua evoluzione.

La serata dell’Auditorium si apre, invece, alle 20.40 e a dare il via alle proiezioni in cartellone (5 nella prima tranche e 5 nella seconda che inizierà alle 22.30) sarà l’ultimo lavoro di Riccardo Salvetti e Giancarlo Boattini “Closed Box”, un opera, pensato e realizzato completamente a Forlì, che prende le mosse da una storia vera. Una notizia letta sul giornale ha ispirato Salvetti e Boattini  che hanno così ripercorso la vicenda, reinterpretandola, dando vita ad un corto completamente autoprodotto, a budget limitatissimo e con la partecipazione di professionisti che hanno collaborato praticamente a titolo gratuito alla realizzazione del film.

Anima&Lab, in Sala Magnolia (a partire dalle 21.00) prevede la proiezione di 9 pellicole: nove piccoli grandi capolavori in grado di incantare per il loro sperimentalismo, per le tecniche impiegate e per i temi trattati, il pubblico in sala. Tra questi si segnalano i toni forti di “Lonely Bones” (Francia 2013): un’animazione da incubo accompagnata da una colonna sonora di sicuro effetto. Qui sogni e sacrifici trovano una collocazione surreale, miscelati dal sapiente lavoro del noto regista olandese Rosto. Maggiori informazioni e approfondimenti: www.sedicicorto.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento