Serre di ieri e di oggi, dalla produzione ad alta tecnologia agli orti botanici

Venerdì 19 aprile è in programma "Serre di ieri e di oggi, per coltivare piante, studiarle, mostrarle, conservarle dall'estinzione. Dalla produzione ad alta tecnologia agli Orti botanici", una conversazione di Maria Eva Giorgioni presso la sede dell'associazione Oltre il Giardino di Forlì, via Andrelini 59, alle ore 20,45  (ingresso libero).

Maria Eva Giorgioni ha frequentato il Liceo Scientifico forlivese, si è laureata in Scienze agrarie all'Università di Bologna e ha fatto ricerca per vari anni nel settore delle piante ornamentali, in particolare bulbose, rose, ecc.  
Inoltre è curatrice del Roseto di Faenza ed insegna all'Università di Bologna, Dipartimento di Scienze e Tecnologie agro-alimentari.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • I 30 anni della legge Amato, una mattinata di studio con gli esperti

    • solo domani
    • Gratis
    • 23 novembre 2020
    • online
  • "Codice Rosso", un convegno online per contrastare la violenza di genere

    • Gratis
    • 24 novembre 2020
    • online
  • Notte Europea dei ricercatori: oltre 100 stanze virtuali e la diretta con Paolo Nespoli

    • Gratis
    • 27 novembre 2020
    • online

I più visti

  • La mostra "il Muraglione che unisce" fa tappa a Portico di Romagna

    • Gratis
    • dal 7 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Palazzo Portinari a Portico di Romagna
  • "Cuccioli selvatici" sulle tracce del lupo, un'avventura per bambini e famiglie

    • solo oggi
    • 22 novembre 2020
    • ritrovo all'Oasi di Magliano - I Fiordalisi Golf Club
  • I 30 anni della legge Amato, una mattinata di studio con gli esperti

    • solo domani
    • Gratis
    • 23 novembre 2020
    • online
  • “La notte lava la mente”, il progetto artistico di Vincenzo Baldini

    • Gratis
    • dal 24 ottobre al 29 novembre 2020
    • Arte al Monte
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ForlìToday è in caricamento