menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da Stephen King a Pirandello: una Stagione emozionante al Dragoni con Leo Gullotta e Cirilli

Tra i protagonisti della nuova stagione teatrale di Meldola anche Marisa Laurito e Fioretta Mari, Enrico Guarneri, Claudio Casadio, Filippo Dini e Arianna Scommegna

Con la Stagione 2019/2020 del Teatro Dragoni, prosegue l’ininterrotta e ultratrentennale collaborazione tra l’Amministrazione Comunale di Meldola e Accademia Perduta/Romagna Teatri. Una longevità in cui il Dragoni ha dimostrato una vivacità sia artistica che progettuale puntualmente premiata da una partecipata risposta del pubblico che, della dinamicità del Dragoni, ha dimostrato di apprezzare tanto le proposte tradizionali quanto quelle più innovative e stravaganti che ne hanno fatto anche esempio e modello per altre realtà del territorio.
La nuova Stagione del Teatro Dragoni conferma pertanto la pluralità di offerta culturale che ne ha contraddistinto fino a oggi la linea progettuale, presentando una qualificata rassegna di Prosa – che alternerà testi classici e drammaturgie contemporanee -, un’ampia proposta di Teatro Ragazzi, modulata nelle rassegne di Teatro Scuola e “A Teatro in Famiglia” e le tradizionali rappresentazioni in lingua vernacolare. Un’importante novità introdotta a partire da questa Stagione Teatrale - in considerazione della numerosa e costante partecipazione di pubblico – è la possibilità di sottoscrivere un abbonamento alla rassegna “A Teatro in Famiglia”, per la quale è anche confermata l’iniziativa “A cena e a Teatro in Famiglia”, realizzata grazie alla collaborazione con i ristoratori locali.

Protagonisti della Prosa: Leo Gullotta, Gabriele Cirilli e Marisa Laurito

Il cartellone di Prosa viene inaugurato da un grande protagonista del firmamento teatrale italiano: Leo Gullotta con Pensaci, Giacomino! di Luigi Pirandello (martedì 26 novembre ore 21). Seguono: Marisa Laurito e Fioretta Mari, simpatiche protagoniste di Due donne in fuga, adattamento di uno dei più grandi successi francesi degli ultimi anni (domenica 8 dicembre ore 21); Filippo Dini e Arianna Scommegna presentano poi Misery, spettacolo tratto dal celeberrimo romanzo di Stephen King (giovedì 9 gennaio ore 21). 
Enrico Guarneri torna poi sul palcoscenico del Dragoni co Mastro Don Gesualdo di Giovanni Verga (giovedì 16 gennaio ore 21), seguito da Gabriele Cirilli con il suo esilarante spettacolo Mi piace (domenica 2 febbraio ore 21). L’ultimo appuntamento della rassegna è con una delle più importanti e recenti co-produzioni di Accademia Perduta: La Classe, un forte e intenso spettacolo di teatro civile scritto da Vincenzo Manna, interpretato da Claudio Casadio, Andrea Paolotti, Brenno Placido e un gruppo di altri cinque giovani attori, con la regia di Giuseppe Marini (mercoledì 11 marzo ore 21).

Teatro in famiglia e Teatro-scuola

La rassegna “A Teatro in Famiglia” sarà composta da cinque rappresentazioni che andranno in scena il sabato, in orario serale. Cinque spettacoli che porteranno sul palcoscenico meldolese tutti gli “assi nella manica” del Teatro Ragazzi italiano, riconosciuto come il migliore a livello europeo: magia, poesia, sorprese, colore, musica, coinvolgimento emotivo del pubblico, bambino o adulto che sia. Di questo è fatto il teatro di Accademia Perduta/Romagna Teatri, compagnia leader del Teatro Ragazzi italiano, presente in questa edizione della rassegna con due produzioni: Il gatto con gli stivali per la regia di Claudio Casadio e Zuppa di sasso di TCP Tanti Cosi Progetti. 
L’offerta del Dragoni per i più giovani sarà poi completata dalle matinée di Teatro Scuola con un cartellone di quattro spettacoli (per sette rappresentazioni) per il pubblico delle Scuole materne e tutti gli ordini e gradi di quelle dell’obbligo. Non mancheranno infine due appuntamenti con la grande tradizione del teatro dialettale romagnolo.

La nuova edizione della rassegna “A Teatro in Famiglia” viene inaugurata dalla compagnia La Piccionaia con lo spettacolo Cappuccetto Rosso e altre storie (18 gennaio ore 21). Segue Sapore di sale, l’odissea di una sardina della compagnia La Baracca(1 febbraio, ore 21), poi Il gatto con gli stivali di Accademia Perduta/Romagna Teatri (15 febbraio, ore 21), Zuppa di sasso della compagnia TCP Tanti Cosi Progetti  (29 febbraio ore 21), e chiusura con Il giardino stregato di Maga Cornacchia de Gli Alcuni (14 marzo, ore 21).

Le rappresentazioni mattutine per le Scuole della città partono con Kon-Tiki, un viaggio in mare aperto, spettacolo del Teatro Telaio (23 gennaio ore 9.30). Il palcoscenico meldolese ospita poi una nuovissima produzione di Accademia Perduta: Pinocchio con la regia di Claudio Casadio (27 e 28 febbraio ore 9.30). Seguono L’usignolo dell’Imperatore di Pietro Piva (18 e 19 marzo ore 9.30), per poi lasciare il palco allo spettacolo Il più furbo del Teatro Gioco Vita (7 e 8 aprile ore 9.30).

Teatro dialettale

I tradizionali appuntamenti con il teatro in lingua vernacolare vedranno in scena la Cumpagnì dla Parochia di Carpena con Ona fiòla da maridè, commedia in tre atti di Stefano Palmucci (sabato 19 ottobre ore 21) e il Gruppo Comico Dialettale De Bosch di Gambettola con due farse della compagnia (sabato 26 ottobre ore 21).

Prezzi

Abbonamenti Prosa                                    
Platea – Palchi I, II, III ordine centrale: Intero € 100,00; Ridotto€ 84,00
III Ordine Palchi laterali: Intero € 71,00; Ridotto € 58,00

Biglietti Prosa    
Platea – Palchi I, II, III ordine centrale: Intero € 19,00; Ridotto € 16,00
III Ordine Palchi laterali: Intero € 14,00; Ridotto € 12,00
Loggione: € 8,00

Teatro in famiglia
Prezzo abbonamento: 20 euro
Prezzo biglietto: 5 euro
Promozione A cena e a Teatro in Famiglia: 12 euro.

Teatro Scuola
Prezzo del biglietto: 4 euro (posto unico).

Teatro Dialettale
Biglietti: € 6 (posto unico).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento