rotate-mobile
Eventi Forlimpopoli

Su il sipario sulla Festa Artusiana: si parte con il Premio Marietta a Paolo Poli

Su il sipario sulla Festa Artusiana che ospita nel grande palco di Forlimpopoli il celebre attore teatrale Paolo Poli a cui la città tributa il Premio Marietta ad Honorem speciale

Su il sipario sulla Festa Artusiana che ospita nel grande palco di Forlimpopoli il celebre attore teatrale Paolo Poli a cui la città tributa il Premio Marietta ad Honorem speciale. Una partenza di prestigio, per nove giorni (21-29 giugno) di incontri, spettacoli e degustazioni che animeranno la città natale di Artusi trasformata in capitale del cibo. La consegna del Premio è prevista alle 19a Casa Artusi con una conversazione con Paolo Poli su Artusi compagno di viaggio.

Sarà  Domenico De Martino, dell’Accademica della Crusca, a dialogare con l'impareggiabile protagonista del teatro italiano. A consegnare il prestigioso riconoscimento Luisanna Messeri (Marietta honorem 2007), che ha curato una collana di audiolibri per Emons. Collana che si apre proprio con il ricettario artusiano insieme a un lettore d'eccezione: Paolo Poli.

Il taglio del nastro ufficiale della XVIII° edizione della Festa è previsto alle 18 con l’inaugurazione di cinque mostre ospitate nella Rocca (Mangiare ai tempi, Artisti alla festa, Il lavoro nel cuore, ComunicArte, 100 120 150: Pellegrino Artusi e l’unità d’Italia), due a Casa Artusi (Santi protettori e cibo e Ill.mo Sig. Artusi, mostra documentaria di lettere e documenti, alcuni di recente acquisizione dalla famiglia Santini, che  mostrano il costante rapporto del grande gastronomo con i suoi lettori). Dalle 18 il Museo Archeologico ospita il Laboratorio didattico per Bambini (5-11 anni), alle 19 visita guidata “Stare a tavola dalla preistoria al Rinascimento”.

Ricco il programma degli appuntamenti di gusto in piazza Artusi a partire della 20: la Tavola dei Pescatori con il pesce dell’Adriatico a cura della Cooperativa Armatori e produttori di Cesenatico; i Tesori del Gusto con il Ristorante Vecchio Convento di Portico di Romagna; la città dei Sapori insieme al Riso alla cacciatora artusiano (ricetta n. 43) della cittadina di Polesella (Rovigo) e la verdure dell’Orto del Pascoli di San Mauro; la cucina della Ca’ de Be’ di Bertinoro; i laboratori del sale di Cervia; la città di Rovigno la degustazione dei piatti tipici croati.

Nei Torrioni della Rocca alle 19 viaggio guidato nelle migliori bollicine. Alle 20 l’Istituto superiore di Forlimpopoli propone la cena con lo chef Gabriele Calderoni, mentre nella via dei Gelati una degustazione guidata di Olio extravergine in collaborazione con la Strada dei Vini e dei Sapori  dei Colli di Forlì e Cesena. Alle 21 nella piazzetta Berta e Rita, “Dal campo alla tavola: trasparenza informativa, tracciabilità e tutela del territorio”, insieme a Stefano Lazzarini presidente di Confcooperative Forlì-Cesena, Antonio Laera e Cosimo Damiano Guarini dell’Olificio cooperativo di Ostuni.

Ricchissimo il programma degli spettacoli che propone 16 eventi per tutte le età e i generi. Si parte alle 20,30 con il Laboratorio Artusiano degli artisti di strada, coordinato da Simone Toni, che animerà sei punti della città con altrettante allegre proposte di animazione sul tema del cibo. Per i più piccoli cinque le proposte con gli Allegri Birichini, “La Pina e Gulliver”, il “Laboratorio di Pasta di Mais”, il “Folletto Megapunzel”, lo spettacolo “Piuma d’Oro” nel teatro Verdi. Per la musica, doppio appuntamento con Artusijazz: alle 20,30 e 23,30 “A…però jazz” con Raffaele Dileo; alle 22 nella corte di Casa Artusi il trio Tiziana Ghiglioni interpreta Tenco e Battisti. Per la musica nel fosso, Fragil Vida, fra musica, teatro e poesia. Infine la danza, con le sonorità austriache di Martin Wittibschlager e lo spettacolo “Radio Pop” nella corte della Rocca (ore 23).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Su il sipario sulla Festa Artusiana: si parte con il Premio Marietta a Paolo Poli

ForlìToday è in caricamento