Suoni dal vivo del cinema muto: Moro e The Revolution con Enrico Farnedi ne "Il Monello"

  • Dove
    Arena Hesperia
    Indirizzo non disponibile
    Meldola
  • Quando
    Dal 27/07/2017 al 27/07/2017
    21:15
  • Prezzo
    INTERO 6 EURO RIDOTTO 5 EURO
  • Altre Informazioni

Un classico del cinema accompagnato dallle musiche dal vivo rivive all'area Hesperia di Meldola giovedì 27 luglio.

Moro & the Silent Revolution hanno sonorizzato "Luci della città" di Chaplin, hanno scritto sottofondi musicali per la radio e per la TV, hanno realizzato sigle e colonne sonore per programmi nazionali. Ora, con l'aiuto di Enrico Farnedi, tornano a Chaplin con "Il monello" (The Kid, 1921). Il pop-folk angloamericano del trio, con le sue inflessioni country e rock, si adatta alla perfezione ai passi sentimentali come ai momenti comici e concitati del primo lungometraggio girato dal grande comico-regista inglese.


Massimiliano Morini – chitarra, basso, armonica, percussioni

Lorenzo Gasperoni – chitarra

Enrico Farnedi – tromba, ukulele, percussioni 
Una ragazza sedotta e tradita, esce da un istituto di carità, dove ha messo al mondo un figlio. Ella decide di abbandonarlo, ma vorrebbe che il bimbo avesse un avvenire sicuro e felice: dopo molte esitazioni lo lascia nell'interno di un'automobile di lusso. Due ladri rubano la vettura: accortosi della presenza dell' incomodo passeggero, lo abbandonano sulla strada, dove lo trova Charlot, straccione vagabondo durante la sua passeggiata mattutina. Egli cerca di disfarsi del marmocchio, mettendolo nella carrozzella di un altro bimbo, ma è costretto a riprenderselo. Charlot non sa che fare, ma alla fine prevale in lui il buon cuore e tiene con sé il bambino. Qualche anno dopo Charlot e il monello collaborano: il ragazzetto rompe i vetri delle finestre e Charlot che fa il vetraio li sostituisce. Un giorno il bimbo s'ammala e il medico segnala il caso ai dirigenti dell'orfanotrofio, i quali vorrebbero togliere il ragazzino al padre adottivo. Charlot gioca d'astuzia e il monello rimane con lui, nascosto in un asilo notturno. Nel frattempo la madre del bimbo è divenuta una celebre cantante e cerca disperatamente il figlio: con un avviso sui giornali promette una lauta ricompensa a chi le riconsegnerà il ragazzo. Il padrone dell'asilo notturno rapisce il monello a Charlot e lo riconsegna alla madre. Charlot si sveglia e non trova il bimbo. Con il cuore in gola vaga per la città, finchè avvilito e disperato, s'addormenta sulla soglia della sua catapecchia. Egli sogna di essere in Paradiso, dove incontra i personaggi della realtà quotidiana, i quali però hanno le ali e si comportano con serafica compostezza. Ma anche lì scoppia una baruffa e Charlot si sveglia di soprassalto. L'ha svegliato un poliziotto, che lo condurrà dal monello e da sua madre.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

  • "Il traditore": proiezione e testimonianze al San Luigi

    • 28 novembre 2019
    • Sala San Luigi
  • "Jesus rolls", al cinema lo spin off del grande Lebowsky

    • 19 novembre 2019
    • Sala San Luigi
  • Cinema d'autore con “Proprio Destino” di Cesare Ronconi e Martina dall’Ara

    • 19 novembre 2019
    • Multisala Astoria

I più visti

  • Ritrovare l'armonia con il Percorso Armonie Naturali

    • dal 4 novembre al 15 dicembre 2019
    • Grand Hotel Terme della Fratta
  • Sapori del territorio e antichi mestieri alla Sagra del Tartufo Bianco del Bidente

    • Gratis
    • 17 novembre 2019
    • Cusercoli
  • Tra regali, presepi, alberi e opere d'arte torna alla fiera "Natalissimo"

    • dal 16 al 17 novembre 2019
    • Fiera di Forlì
  • A teatro arriva "L'Infinito" di Roberto Vecchioni

    • 14 novembre 2019
    • Teatro Diego Fabbri
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ForlìToday è in caricamento