menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Teatro, il Piccolo di Forlì riparte con quattro spettacoli in streaming

Gli spettacoli in programma sono rivolti al pubblico più giovane con fiabe nate sia da idee originali che da riferimenti letterari

Il Centro di Produzione Accademia Perduta/Romagna Teatri presenta quattro delle sue nuove creazioni per il Teatro Ragazzi che saranno rappresentate in live streaming sul palcoscenico de Il Piccolo di Forlì dal 4 marzo al 12 aprile. Come noto, al Teatro Il Piccolo è nata, si è sviluppata e continua a crescere l’attività artistica e creativa dedicata ai Ragazzi del Centro di Produzione diretto da Claudio Casadio e Ruggero Sintoni; un’attività imponente che, con ininterrotti sostegno e collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Forlì, ha imposto la sala di via Cerchia come la più importante realtà teatrale “Stabile” per le giovani generazioni in Romagna.

Dal 1982, anno in cui la Direzione Artistica è stata affidata ad Accademia Perduta/Romagna Teatri, la Compagnia ha eletto Il Piccolo quale propria residenza artistica (oltre che sede legale), ideando, costruendo, provando e debuttando con le proprie produzioni, “testandone” i risultati sul giovane pubblico romagnolo prima di portare le stesse nei più importanti Teatri d’Italia, Europa e Festival internazionali. Naturale, dunque, che anche in questo momento di sospensione delle rappresentazioni dal vivo, Accademia Perduta abbia scelto il palcoscenico forlivese per presentare in anteprima al suo pubblico alcune delle nuove creazioni, utilizzando le possibilità e gli strumenti offerti dal web. Una modalità che ovviamente non sostituisce - come potrebbe? - l’unicità esperienziale dello spettacolo dal vivo, ma che, in attesa di riprendere il lavoro artistico “su campo”, permette di coltivare il dialogo e il rapporto con il pubblico, in questo caso quello dei più giovani, offrendo importantissime occasioni di formazione e divertimento attraverso le arti sceniche.

Gli spettacoli in programma coinvolgono sia il nucleo artistico storico della Compagnia sia alcune giovani formazioni che Accademia Perduta sostiene e, per la natura accessibile a tutti i livelli del linguaggio delle fiabe, il loro raggio di attenzione interessa il pubblico della prima infanzia come quello di ogni età. Lo studio di queste nuove creazioni è partito sia da idee originali che da riferimenti letterari e si è evoluto in spettacoli che portano sul palcoscenico tutti quegli elementi che da sempre definiscono la poetica di Accademia Perduta: magia, poesia, fantasia, colore, musica, ritmo, potere immaginifico della parola. Espressioni culturalmente forti, esteticamente raffinate e universalmente apprezzabili.

Gli spettacoli in programma

Il primo debutto sarà La storia della terra (e come starci sopra), il nuovo spettacolo di Danilo Conti della compagnia Tanti Cosi Progetti (in scena il 4, 5 marzo e 7 marzo), seguito da Naso d’Argento della giovane formazione Progetto g.g. (11, 12 e 14 marzo), una fiaba della tradizione popolare raccolta da Italo Calvino in Fiabe italiane. Sarà poi la volta della nuova regia di Claudio Casadio: Il lungo viaggio del coniglio Edoardo (25, 26 e 28 marzo), spettacolo liberamente tratto da Lo straordinario viaggio di Edward Tulane di Kate Di Camillo, interpretato da Maurizio Casali e Mariolina Coppola. La quarta e ultima nuova produzione in programma sarà Barbablù (11 e 12 aprile), narrazione con musiche dal vivo della celebre storia di Charles Perrault, proposta da Marco Cantori della compagnia Teatro Perdavvero.

Gli spettacoli andranno in scena sia in orario mattutino per le Scuole che la domenica pomeriggio per le famiglie; la partecipazione è gratuita e avverrà tramite piattaforma Google Meet. Per poter assistere sarà sufficiente inviare un’email di prenotazione all’indirizzo live@accademiaperduta.it. A seguito di tale prenotazione, si riceverà un’email di conferma con il link a cui collegarsi al momento della rappresentazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento