Alla Fabbrica delle Candele lo spettacolo teatrale "Voci dell’oblio"

Giovedì, alle ore 20.30, alla Fabbrica delle Candele, piazzetta Corbizzi 30, si svolgerà lo spettacolo teatrale “Voci dell’oblio”, per la regia di Adler Ravaioli e Maria Letizia Zuffa. La pièce, scritta ed elaborata dai due registi forlivesi, ricorda tutti coloro che sono morti per azioni di terrorismo nei territori della Province di Forlì, Cesena e Rimini. Al termine dello spettacolo sarà aperta una riflessione, coordinata da Cinzia Venturoli, storico, con la partecipazione dei familiari delle vittime romagnole del terrorismo.

Per l’occasione saranno presenti Franco Sirotti, fratello di Silver, i familiari di Filippi che perse la vita nella strage di Ustica e Paolo Lambertini, Vice Presidente dell’Associazione tra i Familiari delle Vittime della strage di Bologna del 2 agosto 1980. L’evento si inserisce nel programma “A 40 anni dalla strage del Treno Italicus, Forlì ricorda il suo eroe Silver Sirotti”, promosso dall’Amministrazione Comunale per ricordare il forlivese medaglia d’oro. Sarà presente il Presidente del Consiglio Comunale Paolo Ragazzini. La partecipazione è libera e aperta a tutti i cittadini.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • In vetrina le opere della giovanissima artista romagnola

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 9 al 22 gennaio 2021
    • Mesticheria Casadei
  • "Mutonia", una ricerca fotografica tra fantasia, gioco e futuro

    • Gratis
    • dal 19 gennaio al 19 febbraio 2021
    • Ospedale Morgagni - Pediatria
  • Si parla di disuguaglianze sociali con il professor Rossini e l'arcivescovo Castellucci

    • solo domani
    • Gratis
    • 22 gennaio 2021
    • online
  • In scena "Shadows", un omaggio a Chet Baker con audiodescrizione per non vedenti

    • solo domani
    • Gratis
    • 22 gennaio 2021
    • online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ForlìToday è in caricamento