rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
WeekEnd

Giornata della Terra, Sangiovese in festa, Rocco Papaleo in “Coast to Coast”: alla scoperta del weekend forlivese

Tanti appuntamenti per la natura e nella natura con tre giorni di iniziative a Bertinoro, in occasione della Giornata mondiale della Terra, l’evento che ogni anno ad aprile mobilita milioni di persone in tutto il mondo

Si va alla scoperta del territorio con molte iniziative tra Bertinoro, Meldola e Forlì. E' sempre legata al territorio la manifestazione enogastronomica che vede Modigliana protagonista nel promuovere la conoscenza del Sangiovese. Poi sui palcoscenici si potrà godere della bravura di Pamela Villoresi e Geoffrey Carey e di Rocco Papaleo, ma non solo. Avvicinandosi alla Festa di San Pellegrino per il primo anno vengono proposte le Giornate Pellegriniane. E non è tutto qui: ecco gli eventi da venerdì a domenica.

Giornata della terra e Marcia dell'amicizia

In occasione della Giornata mondiale della Terra, l’evento che ogni anno ad aprile mobilita milioni di persone in tutto il mondo, il Comune di Bertinoro organizza tre giornate ricche di iniziative, per celebrare la sostenibilità e il rispetto per il nostro pianeta: spettacoli teatrali, laboratori e attività per bambini e ragazzi, interventi dal vivo e trekking nella natura sono solo alcuni degli appuntamenti in programma. Domenica si svolge invece "La Marcia dell'amicizia" a Meldola, si va verso Scardavilla dove avrà luogo la piantumazione della Quercia dell'amicizia, simbolo di questa giornata, che non finisce qui. Sempre alla scoperta del territorio, alcuni dei luoghi più significativi della città di Forlimpopoli saranno al centro della visita organizzata per sabato dal Club di Territorio di Romagna del Touring: i partecipanti visiteranno il Museo Archeologico "Tobia Aldini", i camminamenti della Rocca e la Chiesa dei Servi. Ancora sabato, con appuntamento e partenza dal parco di via Scaldarancio a Forlì, si terrà una camminata, condotta da Gabriele Zelli, che toccherà alcune zone della città, come il Seminario vescovile, la Celletta di via Lunga, la Chiesa di San Benedetto, il canale di Ravaldino e l'ex Eridania: durante il tragitto verranno raccontate le storie dei luoghi, alcuni dei quali hanno avuto e hanno una rilevante importanza per la città. Anche alla Fumettoteca Regionale Alessandro Callegati 'Calle', come ogni anno, giunge immancabile l'appuntamento con il 'Earth Day - Giornata Mondiale della Terra': grazie ad una selezionata esposizione di fumetti con personaggi dalla simpatia consolidata quali gli italiani Topolino, Paperino, Cucciolo, Tiramolla, Geppo, oltre alle riviste come Corriere dei Piccoli, Monello, Il Giornalino e molte altre ancora, si propone al pubblico, nel pomeriggio di sabato, l'apertura straordinaria.

Sangiovese in festa

Una sagra dedicata al Sangiovese per celebrare la cultura enologica del territorio: "Sangiovese in festa", che quest’anno animerà Modigliana sabato e domenica , è una manifestazione realizzata allo scopo di promuovere la conoscenza del Sangiovese e delle cantine locali che lo producono. Un’occasione per degustare questo vino, accompagnandolo ai piatti della tradizione, e conoscerne meglio la storia, grazie ai momenti di studio dedicati.

Teatro e dintorni

Ultimo appuntamento, al Teatro Diego Fabbri di Forlì, con la rassegna di prosa che da venerdì a domenica vedrà protagonisti sul palcoscenico Pamela Villoresi e Geoffrey Carey in "Seagull Dreams" (I sogni del Gabbiano), uno spettacolo di Irina Brook adattato da "Il gabbiano" di Anton Čechov: la regista porta avanti la sua intensa ed emozionate riflessione sul teatro, inteso come laboratorio dei sentimenti e della vita, come palcoscenico delle dinamiche di una famiglia di attrici e drammaturghi, di una compagnia. Venerdì termina la programmazione della stagione teatrale di Modigliana con lo spettacolo Cos’è un Gap? Dialogo ludico sulla Liberazione: un bambino dei nostri giorni si mette in relazione con le visioni, i pensieri e le azioni di Pin, il ragazzino monello e vagabondo protagonista de "Il sentiero dei nidi di ragno", il primo romanzo di Italo Calvino, ambientato durante la Resistenza tra i partigiani delle montagne liguri.  Al Teatro Comunale di Predappio va in scena invece lo spettacolo ispirato all'opera di  W. Shakespeare: sabato AnàThema teatro e Teatro della Corte saranno sul palcoscenico con "Re Liar. L'uomo con la corona"  la cui tramasi svolge interamente in una stanza di manicomio dove coesistono in bilico il senso della follia e della ragione. Al Mentore di Santa Sofia la presenza di un grande nome: Rocco Papaleo, il quale sabato porta in scena lo spettacolo “Coast to Coast”: Papaleo conduce il pubblico alla scoperta della sua grande passione per il teatro-canzone. Attore, autore, regista, showman, ma anche cantante e musicista,coltiva e pratica abilmente da 25 anni il teatro-canzone conducendo lo spettacolo tra parole e musica, tra canzoni, racconti poetici e realistici, monologhi e gag surreali.

Sabato negli spazi della Fabbrica delle Candele, si terrà il quarto appuntamento del ciclo di laboratori gratuiti dedicati ai giovani under 35 a cura di Masque teatro: "Dalla metafora al concetto" sarà condotto da Sara Baranzoni.  Domenica al Ridotto del Teatro Diego Fabbri partono i “Quadri Musicali” dedicati alla grande mostra  “L’Arte della Moda. L’età dei sogni e delle rivoluzioni. 1789 – 1968””: saranno Vince Valicelli, Andrea Alessi e Marta Celli i protagonist i di un percorso tra voce, ritmo e tradizioni sonore legate anche alla nostra terrà, per riscoprire la moda, sotto l’aspetto musicale e vocale. Domenica l’ex cinema Mazzini ospita la direttrice d’orchestra Gianna Fratta dirigerà l’orchestra Bruno Maderna con la partecipazione alla tromba di Andrea Giuffredi. Fratta, è particolarmente apprezzata nel repertorio sinfonico, soprattutto del Novecento, si è anche dedicata all’opera, dirigendo i principali titoli del repertorio italiano e francese

Giornate Pellegriniane e anteprima del Festival di Caterina

La prima edizione delle Giornate Pellegriniane si svolgerà nel fine settimana in vista della Festa di San Pellegrino Laziosi: venerdì ci sarà una lettura recitata di brani da “La Regola di San Benedetto” a cura del Gruppo Teatro della Pianta, accompagnata da musiche originali di don Felice Brognol, mentre sabato una mattinata di illustrazioni sulla vita di San Pellegrino e nel pomeriggio sarà approfondito il tema “San Pellegrino quando era giovane a Forlì”, con la possibilità di accedere successivamente alla casa natale. La seconda delle quattro giornate di avvicinamento al Festival Caterina Sforza di Forlì - L’anticonformista 2023, avrà come protagonista il professor Stefano Bartolini, docente di Economia politica ed Economia sociale all’Università di Siena, e la sua ricerca della felicità nelle società avanzata: l’appuntamento è per venerdì alla Fabbrica delle Candele, nell’ambito di un percorso introspettivo sull’"Ecologia della Felicità e la ricerca del benessere" attraverso una riconversione green dell’economia globale.

Libri e storia

Perchè Benedetta Bianchi Porro, dichiarata beata da Papa Francesco il 14 settembre 2019, dovrebbe interessare ai ragazzi di oggi? A questo interrogativo hanno cercato di offrire una risposta Gigi Mattarelli e Laura Fiori, autori del volume “Innamorata di Dio. Benedetta Bianchi Porro raccontata ai ragazzi”: il libro verrà presentato al pubblico venerdì sera alla Sala Don Bosco. Ritorna nella sua Predappio la campionessa di ciclismo Morena Tartagni: sabato si terrà la presentazione del libro “Volevo fare la corridora". La vita, la passione, le battaglie della campionessa di ciclismo Morena Tartagni” di Gianluca Alzati. Assieme all’autore sarà presente proprio Morena, nata a Predappio nel 1949, ciclista su strada e pista attiva negli anni sessanta e settanta. Nell'ambito del 21° Festival della Scienza “Marilena Zoffoli” nella giornata di sabato alla Fabbrica delle Candele, si terrà la presentazione del volume “In difesa dell’umano. Problemi e prospettive”, un’opera a più mani che approfondisce il rapporto tra scienza e umanesimo attraverso il contributo di varie discipline.  Il ciclo "Archeologia in Dialogo. Il Museo “A. Santarelli”, come luogo di relazioni, ricerca, conservazione" prosegue invece con il  ritorno a Forlì di Giovanni Brizzi, professore emerito dell'Università di Bologna, uno dei massimi studiosi del mondo romano: venerdì al Circolo Aurora si terrà l'incontro "Tra Oriente e Occidente.Conflitti del mondo classico per comprendere il presente".

Arte a tutto tondo

100 artisti e dei 50 stilisti e couturier sono protagonisti di L’arte della moda. L’età dei sogni e delle rivoluzioni, 1789 – 1968, la grande mostra ideata e realizzata da Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì negli spazi del Museo Civico San Domenico, dal 18 marzo al 2 luglio. Diretta da Gianfranco Brunelli e curata da Cristina Acidini, Enrico Colle, Fabiana Giacomotti e Fernando Mazzocca, l’esposizione è dedicata all’affascinante rapporto fra arte e moda. Il periodo preso in considerazione attraversa tre secoli: dall’Ancien Régime al secondo Novecento. Un racconto unico. Un percorso espositivo di confronti che comprende oltre 300 opere, tra quadri, sculture, accessori, abiti d’epoca e contemporanei. L’esposizione forlivese, la prima del suo genere, somiglia a un vero e proprio kolossal. Quest’anno l’evento collaterale modiglianese si chiamerà ‘I AM’, acronimo delle parole arte e moda che caratterizzano la mostra principale: si tiene da domenica nell’ex chiesa di San Rocco. Un’altra mostra intitolata ‘Sogno’, anch’essa evento collaterale modiglianese, sarà visitabile da domenica nella sala della Misericordia.

Venerdì si terrà nel vicolo pedonale di unione del Parcheggio Monte Grappa con Via Felice Orsini a Forlì l'inaugurazione dell'installazione “Da Irene a...” realizzata dagli alunni dell' Istituto Comprensoriale 2 Irene Ugolini Zoli: verranno applicate alle cancellate dell'ex-scuola Maroncelli 7 stampe di grande formato riproducenti disegni ispirati ad opere della pittrice Irene Ugolini Zoli rielaborati però in chiave personale e moderna. 

S’intitola invece "Se ci fosse luce sarebbe bellissimo" la mostra personale di Elena Bellantoni, visitabile presso la Fondazione Dino Zoli di Forlì: curata da Nadia Stefanel, l’esposizione restituisce il percorso di ricerca condotto dall’artista all’interno dell’azienda Dino Zoli Textile, con la partecipazione attiva dei dipendenti, la frequentazione dei luoghi, la valorizzazione dei materiali e delle risorse aziendali.  In occasione della Giornata Nazionale del Paesaggio 2023, l'Archivio di Stato di Forlì-Cesena  ospita fino a venerdì presso la sua sede di Forlì la mostra Pietro Zangheri grande naturalista italiano del '900: grazie a una serie di tavole illustrate con disegni originali, l'esposizione intende ricordare la figura del grande naturalista forlivese Pietro Zangheri, che dedica alla Romagna oltre 60 anni di ricerca naturalistica e più di duecento pubblicazioni, anche al fine di promuoverne il messaggio culturale, che invita tutti noi alla salvaguardia del patrimonio naturale del nostro territorio e non solo. La sezione Anpi di Forlì propone da sabato alla Biblioteca Pedagogica Duilio Santarini, la mostra "Duilio Santarini L'uomo, l'artista, il pedagogista": saranno esposte una serie di xilografie dell'artista. Duilio Santarini fu una personalità poliedrica: antifascista, partigiano, pedagogista, pittore e incisore. E' stato uno dei protagonisti della nascita ed evoluzione dei servizi per l'infanzia forlivesi, ricoprendo il ruolo di direttore pedagogico unico delle scuole dell’infanzia e dei nidi del Comune di Forlì dal 1970 al 1976.

Nella cornice dell’Oratorio San Sebastiano a Forlì, da venerdì è visitabile la mostra personale di Carlo Ravaioli dal titolo “SmArt Cities - prefigurazioni di città future”, un racconto immersivo nelle città del futuro sempre più trasformate dalle tecnologie, ottenuto con un sapiente gioco di dipinti su tela. In mostra alcune delle più significative opere della produzione artistica di Ravaioli, che da oltre dieci anni raffigura le città come metafore filosofiche, sociali e antropologiche. Da sabato alla Galleria Manoni 2.0 è aperta la mostra "Insieme per Pediatria. Dall'amatore al professionista": 8 fotografi esporranno momenti del loro percorso di emozioni. Con l'occasione, chi vorrà, potrà portare un contributo al Reparto di Pediatria della città e volendo, lasciando il proprio recapito, partecipare all'estrazione delle opere in mostra, fino a esaurimento. Per la quarta edizione del progetto iOKreo il titolo scelto è “Sulla stessa barca…”, un tema che è stato sviluppato dai ragazzi in molteplici interpretazioni e con diversi risultati artistici:  l’esposizione delle opere creative realizzate dagli adolescenti è aperta al Palazzo Vescovile di Forlì.  Sempre in città si può visitare la speciale mostra dal titolo “Flow of Flowers”, fortemente voluta e ospitata nell’atelier Room56, che raccoglie così le variopinte opere floreali di Cosetta Gardini, la vivace energia dei collage di Maria Donata Papadia e gli scientifici acquarelli botanici di Sandra Santolini: è un connubio artistico tra tre donne, tre artiste, tre visioni diverse per un unico flusso di emozioni, passioni e colori che fioriscono in distinte tecniche per ritrarre e riprodurre un soggetto comune: il fiore.

L'Italia anni Venti e Quaranta protagonista a Casa natale Mussolini, grazie a un doppio percorso espositivo: da un lato, la vicenda storica e culturale di Predappio nel corso del Novecento, secolo che ha segnato profondamente questa città per aver dato i natali a Benito Mussolini e per essere stata oggetto di una completa "rifondazione" urbanistica nel periodo fascista; dall’altro, la nascita dell’Aeronautica Caproni. La Mostra Concorso Premio d'arte Caterina Sforza Logos, a cura di Marilena Spataro e Francesca Caldari, nuovamente ospitata presso le suggestive sale del Palazzo Pretorio di Terra del Sole e giunta quest'anno alla sua quarta edizione, è un omaggio a Caterina Sforza, signora di Imola e contessa di Forlì, emblema di ingegno, coraggio e risolutezza, sicuramente importante esempio di femminilità.  La mostra “Apparizioni” raccoglie fino a venerdì, nel suggestivo spazio della Galleria Michelacci (ex Chiesina dell’Ospedale) nel cuore di Meldola, le opere di Giuseppe Biagi, Marcello Chiarenza, Stefano Gattelli, Enrico Lombardi, Alberto Mingotti, Monica Spada, Giorgio Tonelli: contiene uno spaccato significativo della “Nuova figurazione italiana”. Da sabato è visitabile a Forlimpopoli la mostra  “Per Filo e Per Segno” curata e realizzata da Paola Gatti che propone un itinerario dentro la Bellezza tessuta ad arte: i “Fili” che compongono questo nostro insieme sono quelli lavorati prima da mani esperte e poi dall’industria tessile nella seconda metà del 900.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata della Terra, Sangiovese in festa, Rocco Papaleo in “Coast to Coast”: alla scoperta del weekend forlivese

ForlìToday è in caricamento