WeekEnd

Primo Maggio in festa, Fiera di San Pellegrino, Eliopoli, "Musica nuda", Marco Marzocca: weekend tutto da scoprire nel forlivese

Si festeggiano i lavoratori ed il lavoro nei tanti eventi organizzati per il 1° maggio sul territorio. Nella stessa giornata Forlì celebra anche San Pellegrino con la tradizionale fiera dei cedri

Un lungo weekend con eventi sparsi nei Comuni del territorio. Oltre alla celebrazioni dedicate al 1° Maggio, a Castrocaro Terme e Terra del Sole c'è un doppio appuntamento con le rievocazioni rinascimentali di "Eliopoli" e con "Borgo a primavera". A teatro due appuntamenti da non pedere con Petra Magoni e Ferruccio Spinetti  festeggiano quest’anno il ventennale di Musica nuda  a Meldola e la comicità di Marco Marzocca a Rocca San Casciano. Ecco gli eventi da venerdì a lunedì.

1° Maggio, festa dei lavoratori

Sarà dedicata ai 75 anni della Costituzione la festa del Primo Maggio organizzata da Cgil, Cisl e Uil in Piazza Saffi. Anche quest’anno la protagonista sarà la musica: il pomeriggio si aprirà con la Banda Città di Forlì e a seguire lo spettacolo musicale di Mirco Gramellini e la sua Orchestra; nel corso dell’iniziativa interverranno i segretari generali territoriali Maria Giorgini (Cgil Forlì), Vanis Treossi (Cisl Romagna) e Enrico Imolesi (Uil Forlì). Tante le iniziative nei Comuni del Forlivese: Bertinoro, Forlimpopoli, Meldola, la vallata del Bidente con Santa Sofia e poi ancora Modigliana, Predappio, Premilcuore, Portico e San Benedetto. La festa dei lavoratori a Bertinoro parte con l'appuntamento presso il Monumento dei 5 Martiri Bertinoresi, per il 77° anniversario della Liberazione e il 78° anniversario dell'eccidio dei 5 martiri.  Ci sarà poi l'intervento musicale della Banda Città di Bertinoro "Power Marching Band" e nel pomeriggio ci si sposta nell'Area Verde di Santa Maria Nuova per il Concerto del Primo Maggio, con la tribute band Magic Queen.  Il Primo Maggio in casa Polisportiva Cava ha sempre rappresentato una giornata di festa: la società sportiva, infatti, da diversi anni è promotrice di un evento di portata nazionale come la Rassegna Nazionale di Coreografia. Si tratta di una manifestazione per atleti non professionisti, senza limiti d’età, di provenienza o di cultura che si ritrovano insieme per praticare una disciplina spettacolare e divertente. 

Fiera di San Pellegrino

La storia di San Pellegrino Laziosi prosegue nell'ultima delle “Giornate pellegriniane”: nuovo appuntamento sabato con la visita presso la casa natale di San Pellegrino, ove si ritirava in preghiera. In occasione della festa del 1° maggio, Forlì ricorda San Pellegrino Laziosi, co-patrono della città, celebre in tutto il mondo per essere il santo protettore degli ammalati di cancro e di ogni malattia di particolare gravità. Le spoglie mortali del santo sono conservate nella Basilica di Santa Maria dei Servi di Forlì, detta anche di San Pellegrino, in piazza Morgagni. Il primo maggio in centro a Forlì accanto alle bancarelle di cedri  si troveranno anche stand di oggettistica varia, gastronomia e dolciumi.  

Terra del Sole si immerge nel Rinascimento

Nell'ultimo weekend di aprile prende vita "Elipoli. Terra di confine", il grande raduno seicentesco che riporterà Terra del Sole alle sue origini. I visitatori potranno camminare fra gli accampamenti per assaporare uno spaccato del rinascimento italiano ed europeo dove i rievocatori mostreranno come si viveva a quel tempo. Gli abiti e gli accampamenti sono ricostruiti per essere affini al periodo di tempo rievocato che va dal 1590 al 1630.

Castrocaro “Borgo a Primavera”

Un weekend ricco di appuntamenti a Castrocaro Terme “Borgo a Primavera” con il Mercatino di Forte dei Marmi, spettacoli di intrattenimento e mercato contadino a Km0. Da sabato  inoltre riaprirà al pubblico la Fortezza di Castrocaro Terme. Entrata a pieno merito a far parte del Cammino di Sant’Antonio, la tappa Forlì-Dovadola transita per il borgo antico di Castrocaro Terme: proprio da qui, lunedì, ci si mette in marcia lungo il Sentiero del Santo, riscoprendo il tracciato anticamente percorso dal frate francescano per raggiungere la chiesa di San Mercuriale a Forlì, dove divenne noto per l’omelia del settembre 1222.

Sui palchi dei teatri

Nuovo appuntamento con la rassegna Cine-forum 3.0. venerdìsul palco del Teatro Verdi andrà in scena lo spettacolo "Il monsone" di Beppe Casales, che affronta il tema del caporalato e della legalità. Petra Magoni e Ferruccio Spinetti  festeggiano quest’anno il ventennale di Musica Nuda, il loro binomio di intramontabile successo: il festival itinerante regionale Crossroads, che già più volte li ha ospitati in passato, li invita nuovamente a esibirsi, in una nuova ‘piazza’, il Teatro Comunale Dragoni di Meldola. Qui, la Magoni e Spinetti suoneranno dal vivo sabato. Nell'ultima parte della Stagione del Teatro Italia di Rocca S.Casciano sarà protagonista Marco Marzocca con il filippino Ariel e i suoi altri divertenti personaggi, nello spettacolo "Chi me lo ha fatto fare": Marzocca, prima farmacista, poi comico, attore, autore con una lunga esperienza di vita artistica, cinema, teatro, televisione. 

Musica, feste e passeggiate

Da venerdì a lunedì torna lo Street Food a Forlì. Per la prima volta in Piazza Orsi Magnelli l'evento aperto al pubblico interamente dedicato al meglio del cibo di strada e alle sue declinazioni culinarie: Street food festival coniuga il buon cibo alla musica e all'intrattenimento per tutte le età: dai più grandi ai bambini. Rete Amica, la rete delle realtà del terzo settore che si occupano del benessere delle persone anziane, organizza per venerdì nell’Area Verde di Via Dragoni, la tradizionale festa intergenerazionale che quest'anno avrà come titolo "Ti auguro il sorriso": sono in programma giochi di una volta, animazione con artisti di strada, storie, letture e racconti, sport e movimento all’aperto, arte, laboratori e manualità.

Sabato si svolgerà la terza camminata condotta da Gabriele Zelli inclusa nel progetto "Cammina-menti": durante il corso della camminata verranno raccontate le storie delle vecchie mura, dell'ex convento di Santa Chiara, della Chiesa di San Biagio, degli antichi orti di via Curte, dell'ex Monastero della Ripa, dell'ex Filanda Maiani e di Porta Schiavonia. “Musicisti in abiti da lavoro: quando la storia della musica risponde al richiamo della moda” si terrà invece domenica alla Sala Sangiorgi dell’Istituto Musicale A. Masini: muovendo dall’idea di un happening fatto di parole esplicative ed evocative, di immagini commentate e di musica pianistica del grande repertorio classico eseguita dal vivo, il musicologo Danilo Faravelli e il pianista Pierluigi Di Tella presenteranno l’immagine di sé data ai propri contemporanei e alla posterità da compositori, cantanti e strumentisti analizzando i loro abbigliamenti “eloquenti”, utilizzati per creare un aspetto esteriore capace di qualificarli come soggetti chiaramente riconducibili alla loro area professione.

La manifestazione “A spasso con Fido” di sabato, che si svolgerà in corso Mazzini nel tratto dall’incrocio con Via Orsini a Piazza Saffi, ha due obiettivi: invitare i cittadini a vivere il centro storico anche con i loro amici a quattro zampe; educare al rispetto dei luoghi comuni invitando a comportamenti corretti che garantiscano la pulizia e la sicurezza delle persone e delle cose. La giornata sarà articolata in due momenti: una parte informativa  “Chiacchiere su Fido cane di città” , poi la “Passeggiata a 6 zampe”, momento giocoso a premi per tutti i partecipanti.

Arte a tutto tondo

100 artisti e dei 50 stilisti e couturier sono protagonisti di L’arte della moda. L’età dei sogni e delle rivoluzioni, 1789 – 1968, la grande mostra ideata e realizzata da Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì negli spazi del Museo Civico San Domenico, dal 18 marzo al 2 luglio. Diretta da Gianfranco Brunelli e curata da Cristina Acidini, Enrico Colle, Fabiana Giacomotti e Fernando Mazzocca, l’esposizione è dedicata all’affascinante rapporto fra arte e moda. Il periodo preso in considerazione attraversa tre secoli: dall’Ancien Régime al secondo Novecento. Un racconto unico. Un percorso espositivo di confronti che comprende oltre 300 opere, tra quadri, sculture, accessori, abiti d’epoca e contemporanei.

S’intitola "Se ci fosse luce sarebbe bellissimo" la mostra personale di Elena Bellantoni, visitabile presso la Fondazione Dino Zoli di Forlì: curata da Nadia Stefanel, l’esposizione restituisce il percorso di ricerca condotto dall’artista all’interno dell’azienda Dino Zoli Textile, con la partecipazione attiva dei dipendenti, la frequentazione dei luoghi, la valorizzazione dei materiali e delle risorse aziendali.  In occasione della Giornata Nazionale del Paesaggio 2023, l'Archivio di Stato di Forlì-Cesena  ospita fino a venerdì presso la sua sede di Forlì la mostra Pietro Zangheri grande naturalista italiano del '900: grazie a una serie di tavole illustrate con disegni originali, l'esposizione intende ricordare la figura del grande naturalista forlivese Pietro Zangheri, che dedica alla Romagna oltre 60 anni di ricerca naturalistica e più di duecento pubblicazioni, anche al fine di promuoverne il messaggio culturale, che invita tutti noi alla salvaguardia del patrimonio naturale del nostro territorio e non solo. La sezione Anpi di Forlì propone da sabato alla Biblioteca Pedagogica Duilio Santarini, la mostra "Duilio Santarini L'uomo, l'artista, il pedagogista": saranno esposte una serie di xilografie dell'artista. Duilio Santarini fu una personalità poliedrica: antifascista, partigiano, pedagogista, pittore e incisore. E' stato uno dei protagonisti della nascita ed evoluzione dei servizi per l'infanzia forlivesi, ricoprendo il ruolo di direttore pedagogico unico delle scuole dell’infanzia e dei nidi del Comune di Forlì dal 1970 al 1976.

Nella cornice dell’Oratorio San Sebastiano a Forlì, da venerdì è visitabile la mostra personale di Carlo Ravaioli dal titolo “SmArt Cities - prefigurazioni di città future”, un racconto immersivo nelle città del futuro sempre più trasformate dalle tecnologie, ottenuto con un sapiente gioco di dipinti su tela. In mostra alcune delle più significative opere della produzione artistica di Ravaioli, che da oltre dieci anni raffigura le città come metafore filosofiche, sociali e antropologiche. Fino a sabato alla Galleria Manoni 2.0 è aperta la mostra "Insieme per Pediatria. Dall'amatore al professionista": 8 fotografi esporranno momenti del loro percorso di emozioni. Con l'occasione, chi vorrà, potrà portare un contributo al Reparto di Pediatria della città e volendo, lasciando il proprio recapito, partecipare all'estrazione delle opere in mostra, fino a esaurimento. Per la quarta edizione del progetto iOKreo il titolo scelto è “Sulla stessa barca…”, un tema che è stato sviluppato dai ragazzi in molteplici interpretazioni e con diversi risultati artistici:  l’esposizione delle opere creative realizzate dagli adolescenti è aperta al Palazzo Vescovile di Forlì.  Sempre in città si può visitare la speciale mostra dal titolo “Flow of Flowers”, fortemente voluta e ospitata nell’atelier Room56, che raccoglie così le variopinte opere floreali di Cosetta Gardini, la vivace energia dei collage di Maria Donata Papadia e gli scientifici acquarelli botanici di Sandra Santolini: è un connubio artistico tra tre donne, tre artiste, tre visioni diverse per un unico flusso di emozioni, passioni e colori che fioriscono in distinte tecniche per ritrarre e riprodurre un soggetto comune: il fiore.

L'Italia anni Venti e Quaranta protagonista a Casa natale Mussolini, grazie a un doppio percorso espositivo: da un lato, la vicenda storica e culturale di Predappio nel corso del Novecento, secolo che ha segnato profondamente questa città per aver dato i natali a Benito Mussolini e per essere stata oggetto di una completa "rifondazione" urbanistica nel periodo fascista; dall’altro, la nascita dell’Aeronautica Caproni. La Mostra Concorso Premio d'arte Caterina Sforza Logos, a cura di Marilena Spataro e Francesca Caldari, nuovamente ospitata presso le suggestive sale del Palazzo Pretorio di Terra del Sole e giunta quest'anno alla sua quarta edizione, è un omaggio a Caterina Sforza, signora di Imola e contessa di Forlì, emblema di ingegno, coraggio e risolutezza, sicuramente importante esempio di femminilità.  La mostra “Apparizioni” raccoglie fino a venerdì, nel suggestivo spazio della Galleria Michelacci (ex Chiesina dell’Ospedale) nel cuore di Meldola, le opere di Giuseppe Biagi, Marcello Chiarenza, Stefano Gattelli, Enrico Lombardi, Alberto Mingotti, Monica Spada, Giorgio Tonelli: contiene uno spaccato significativo della “Nuova figurazione italiana”. Da sabato è visitabile a Forlimpopoli la mostra  “Per Filo e Per Segno” curata e realizzata da Paola Gatti che propone un itinerario dentro la Bellezza tessuta ad arte: i “Fili” che compongono questo nostro insieme sono quelli lavorati prima da mani esperte e poi dall’industria tessile nella seconda metà del 900.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo Maggio in festa, Fiera di San Pellegrino, Eliopoli, "Musica nuda", Marco Marzocca: weekend tutto da scoprire nel forlivese
ForlìToday è in caricamento