rotate-mobile
WeekEnd

Sedicicorto, Caccia ai tesori arancioni, Sagra dei frutti del sottobosco e della castagna: un weekend tutto da scoprire

Si apre nel fine settimana il festival dedicato al cortometraggio che offre tantissimi appuntamenti a Forlì, non sono cinematografici: ci saranno anche la musica ed un intenso ricordo dell'alluvione

Non solo corti, ma anche Operaie Fest nel fine settimana in città. Tante poi le iniziative culturali, a partire dalla Giornata delle famiglie al museo con diverse opportunità, passando per la Caccia ai tesori arancioni, fino ad arrivare alle tante visite guidate. L'autunno poi fa nascere e crescere i frutti del sottobosco, che vengono celebrati in due sagre tradizionali a Portico e Premilcuore. E non è tutto qui, sono ancora tanti gli eventi da scoprire da venerdì a domenica sul territorio forlivese.

Sedicicorto e Operaie Fest

Da venerdì Forlì torna ad essere la capitale del cortometraggio internazionale grazie a Sedicicorto Forlì International Film Festival. La manifestazione, giunta alla propria 20a edizione, si apre con JazzinShort, concerto inaugurale di Sedicicorto20, in collaborazione con Area Sismica e a cura di Tiziano Bianchi, noto trombettista italiano, già collaboratore di Vasco Rossi e Vinicio Capossela, che propone le sonorità sperimentali influenzate dai Massive Attack. Sabato sarà la volta di un importante e sentito omaggio alle vittime della tragica alluvione che ha colpito la Romagna e in particolare la Provincia di Forlì-Cesena a maggio 2023. Gli attori forlivesi Marco Cortesi e Mara Moschini  presenteranno 'Fango – Uno studio per uno spettacolo teatrale' in cui hanno raccolto le storie della città e dei suoi abitanti colpiti da quella tragedia per fare memoria, generare consapevolezza e ricordare.

Operaie Fest torna invece con la terza edizione. Da venerdì a domenica, come sempre in Piazzetta delle Operaie, si parlerà di spazi, controculture e transfemminismo,  in uno dei luoghi simbolo della Resistenza cittadina, con mostre, talk eproiezioni.

Al museo in famiglia

I Musei Civici del Comune di Forlì partecipano alla Giornata delle famiglie al museo: l’appuntamento è per domenica con un ricco calendario di iniziative gratuite, ad esempio a Palazzo Romagnoli, che propone due attività dedicate alle collezioni d’arte del museo. Al Museo Archeologico “Tobia Aldini” sta per partire “Mythos. La mitologia in museo, un nuovo ciclo di laboratori per bambini e famiglie che si svolgeranno nei sabati di ottobre: primo appuntamento con un laboratorio dedicato a Teseo, Arianna e il labirinto. I piccoli partecipanti ascolteranno la storia di Teseo e poi saranno invitati ad affrontare il labirinto, per cercare di uscirne utilizzando il gomitolo del filo di Arianna.

Domenica sempre a Forlimpopoli sono in programma due appuntamenti all’insegna del colore. Al Museo Archeologico si terrà una visita guidata alla scoperta del guado, la pianta che nell’antichità veniva ricavato il colore azzurro usato per le tinture, invece a Spinadelloci sarà un workshop di stampa botanica, particolare tecnica che permette di stampare su stoffa e carta usando solo elementi naturali come foglie, fiori, bacche, corteccia, scarti alimentari.

Alla scoperta del territorio

Domenica torna la Caccia ai Tesori Arancioni del Touring Club Italiano, l’iniziativa che invita a scoprire le piccole eccellenze dell’entroterra, attraverso percorsi unici che si snodano nel cuore dei borghi certificati con la Bandiera Arancione: a Castrocaro Terme e Terra del Sole la caccia sarà animata dalla presenza, in alcune tappe, di personaggi in costume. Ai partecipanti che si cimenterranno nella risoluzione dei quesiti verrà offerto un dono del territorio. Si avrà poi l’occasione di partecipare ad un evento collaterale, in occasione dell’iniziativa regionale “Monasteri aperti- Emilia Romagna”.

Sabato e domenicail Monastero delle Agostiniane di Forlimpopoli apre le porte al pubblico in occasione della seconda edizione di “Le vie dell’anima”:  nei pomeriggi si potrà visitare liberamente il chiostro del Monastero, che di norma è chiuso al pubblico, dove sarà allestita una mostra di icone a cura dell’iconografo Bruno Bertozzi. Nella serata di sabatoil complesso monastico ospiterà lo spettacolo “Vox clamantis, in deserto".  Per la prima edizione di 'È cultura', la nuova manifestazione che prevede l’apertura gratuita al pubblico dei palazzi di residenza degli istituti bancari e delle fondazioni ex bancarie, porte aperte sabato al Palazzo del Monte di Pietà: alla scoperta non solo uno degli edifici più eleganti della Forlì rinascimentale, ma anche della collezione d’arte della Fondazione, che raccoglie anche opere di Innocenzo da Imola, Palmezzano, Menzocchi, Cagnacci, Cignani, Giani, Lega e Previati. Sempre sabato lo storico dell'arte Marco Vallicelli condurrà una visita guidata alla Pieve di Santa Maria del Pantano, a Galeata e al Museo Civico Archeologico Mambrini, dove sarà possibile ammirare, fra l'altro, alcuni affreschi di ottima qualità dei secoli XIV-XVI staccati dalla Pieve del Pantano. 

Una passeggiata “noir" attraverso tutto il centro storico di Forlì, soffermandosi davanti ai luoghi che sono stati teatro di vicende di sangue passate alla storia: questo è "Nero Forlì"  che si terrà venerdì, attraversando le vicende dal Medioevo alla nostra storia recente, dal Sanguinoso Mucchio, cantato da Dante nel XXVII Canto dell’Inferno, all'assassinio del SenatoreRoberto Ruffilli per mano armata delle B.R., il 16 aprile del 1988. Una Rocca con una storia millenaria, immersa in un parco di otto ettari nell'Appennino Romagnolo, a circa 400 mt di altitudine, che fa parte del Circuito delle Rocche di Romagna e da cui si vede un panorama bellissimo, dal mare agli Appennini: domenica pomeriggio si terrà una visita guidata a Rocca delle Caminate.

In tutta Italia torna Urban Nature, la festa WWF della natura in città arrivata alla settima edizione, con l'obiettivo di rendere sempre più evidente il valore della natura in città per il benessere delle persone: a Forlì domenica 8 ottobre, la sezione locale delle GEV, terrà aperta l'area della Cocla proponendo una visita guidata al bellissimo giardino interno.

Fiere e sagre

La stagione di eventi organizzati da Romagna Fiere riparte con l’appuntamento con Commercianti per un giorno, l’evento dedicato al risparmio e l’acquisto utile e intelligente: domenica i padiglioni di via Punta di Ferro si apriranno alla manifestazione totalmente ed esclusivamente dedicata ai privati senza partita Iva, associazioni, enti di beneficenza i quali, per un'intera giornata, potranno vendere, comprare o scambiare merci e prodotti di loro proprietà.

Dalla fiera alle sagre, domenica a Portico di Romagna la Sagra dei Frutti del Sottobosco e dell’Artigianato Artistico festeggia 41 anni: è infatti dal 1981 che viene organizzato questo appuntamento, con l’obiettivo di far conoscere le bellezze e le bontà di stagione del territorio tosco-romagnolo.  Protagonisti di questa fiera autunnale i funghi, il tartufo, i marroni, le giuggiole, le noci, le mele e altre prelibatezze di stagione. Anche la Sagra della castagna a Premilcuore torna con il tradizionale appuntamento domenica, il più antico della Pro Loco in chiusura di stagione per la 59esima edizione. Una festa dedicata alla castagna, alla sua raccolta e ai prodotti derivati. Caldarroste, castagnaccio, bollite innaffiate da ottimo sangiovese a cui fa da contorno il variopinto paesaggio autunnale delle montagne circostanti.

Festa dei nonni e Bimbinbici

Il parco dell'Istituzione ai Servizi Sociali "Davide Drudi" di Meldola ospiterà la "Festa dei Nonni": questa giornata sarà importante momento di incontro e scambio all'insegna non solo della socialità ma anche occasione per parlare dei valori dell'amicizia e della solidarietà tra generazioni. Si svolgerà il convegno "La vecchiaia una grande opportunità per la società di oggi e domani" e poi animazione dedicata ai più piccoli nel parco a cura di Clown Debo. Ritorna la grande pedalata per bambini e famiglie nelle vie e nei parchi delle città: domenica appuntamento con "Bimbinbici" di Fiab Forlì, con due percorsi, uno breve di circa 5 km e uno lungo di circa 10 km nelle vie del centro e lungo l’argine del fiume Montone con arrivo al giardino della Cocla. 

Sport e ambiente

Approda sabato a Meldola l’iniziativa itinerante di Alea Ambiente per sensibilizzare in maniera attiva i cittadini alla cura del territorio: “Di corsa per l’ambiente” è la maratona ecologica che prenderà il via dall’Arena Hesperia, dove verranno distribuiti i kit composti da sacchetti per la raccolta differenziata, pinze e guanti, per un intervento in piena sicurezza.

Incontri e cultura

Ripartono le serate culturali della Cava, che si spostano al venerdì: si parte  con la presentazione del libro "Il coraggio delle parole sulla linea gotica" di Wladimiro Flamigni e Domenico Guzzo, interverranno Miro Flamigni e Maurizio Gioiello. Il volume raccoglie l'integralità dei volantini diffusi clandestinamente fra l'8 settembre 1943 e il 9 novembre 1944 in provincia di Forlì (all'epoca comprendente anche Rimini) e nelle fasce contigue della provincia di Ravenna. 'PerCorso di Fumetto'  è  invece il corso gratuito per tutti, alla seconda edizione, promosso dalla Fumettoteca Regionale: al quarto incontro di venerdì è il turno dell'autore ravennate Davide Reviati.

In occasione della Domenica di Carta, l'Archivio di Stato, nell’ambito delle iniziative legate al centenario del passaggio di dodici dei quindici comuni che formano la Romagna Toscana dalla Provincia di Firenze alla Provincia di Forlì, ospita l'incontro "Una Domenica in Appennino", durante il quale Alessio Boattini e Luca Onofri illustreranno il progetto Alpe Appennina per la storia delle montagne fra Romagna e Toscana, anche attraverso il racconto di due loro saggi.

Arte a 360 gradi

Sabato a Meldola, si svolgerà la cerimonia di consegna del "Premio Nella Versari", giunto alla diciottesima edizione, intitolato alla pittrice meldolese Maria Giuditta Versari, importante protagonista della scena meldolese nel Novecento:  sarà conferito allo scultore faentino Alberto Mingotti, tra i maggiori interpreti dell’arte ceramica nel panorama italiano e internazionale, per la sua ricerca di una nuova figurazione e di un’arte colta, capace di coniugare la tensione verso l’innovazione e un originale dialogo con la tradizione e il passato nella dimensione contemporanea.

Le sale del Museo Civico San Domenico di Forlì si aprono a una leggenda della fotografia del XX secolo: Eve Arnold, la prima donna, insieme a Inge Morath, a far parte della prestigiosa agenzia Magnum Photos nel 1951. Negli anni, davanti al suo obiettivo, sono passati dive e divi del cinema, sfilate di moda e reportage d’inchiesta ancora attuali nello sguardo, per questo la mostra si articola in un ampio percorso tra 170 fotografie. Sempre ai Musei San Domenicoè visitabile la mostra "Omaggio a Cesare Maioli e alla nuova natura" dell'artista forlivese Delio Piccioni fino a domenica.

La Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì torna a valorizzare gli spazi espositivi di Arte al Monte, al piano terra del Palazzo del Monte di Pietà, proseguendo il percorso di sviluppo del legame con il mondo dell’arte contemporanea attraverso la mostra “Di chi è questo mio corpo?”, una collettiva curata da Elena Dolcini di nove tra gli artisti più rappresentativi della creatività contemporanea. La mostra Animagia. Dispositivi, visioni, film di Virgilio Villoresi è aperta fino a sabato a Forlì negli spazi della Fondazione Dino Zoli: tra i maggiori animatori italiani, l’artista toscano Villoresi da molti anni porta avanti una proteiforme ricerca nei campi del film d’animazione, dei music video e degli spot pubblicitari. 

L'Italia anni Venti e Quaranta protagonista a Casa natale Mussolini, grazie a un doppio percorso espositivo: da un lato, la vicenda storica e culturale di Predappio nel corso del Novecento, secolo che ha segnato profondamente questa città per aver dato i natali a Benito Mussolini e per essere stata oggetto di una completa "rifondazione" urbanistica nel periodo fascista; dall’altro, la nascita dell’Aeronautica Caproni.

Il volume fotografico realizzato da Luca Bruni e Silvio Zanotti: “Predappio nell’intimità della notte”, ha mostrato un volto diverso e insolito delterritorio, catturato con pazienza e abilità dai due appassionati: gli autori hanno donato le proprie opere per abbellire uno dei luoghi più suggestivi di Predappio, Palazzo Varano attuale sede del Comune, dove saranno in mostra da sabato.

Tutte le mostre da scoprire


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sedicicorto, Caccia ai tesori arancioni, Sagra dei frutti del sottobosco e della castagna: un weekend tutto da scoprire

ForlìToday è in caricamento