Sabato, 13 Luglio 2024
WeekEnd

SapEur e Forlì wine festival, Marco Bocci, Vintage kilo sale: si presenta il weekend forlivese tra enogastronomia e teatro

Il fine settimana propone una serie di appuntamenti a teatro tra cui, appunto, "Lo zingaro" con Marco Bocci e "Se devi dire una bugia dilla grossa" della Ditta Garinei e Giovannini. Tante le celebrazioni per la Giornata della Memoria

Si parte appunto dal teatro, con anche la commedia dialettale e gli appuntamenti per le famiglie, per arrivare ai concerti, tra gli interpreti spicca Paolo Chiavacci con l’Ensemble Metamorphosen del Conservatorio e l’Orchestra Bruno Maderna. In Fiera a Forlì torna l'appunto con l'enogastronomia, che quest'anno riserva una novità dedicata alla birra. Molti gli eventi pubblici in occasione della Giornata della Memoria. Ma non è tutto qui: ecco cosa fare da venerdì a domenica nel Forlivese.

Sui palchi dei teatri

Dopo la tappa forlivese, venerdì va in scena al Teatro Mentore di Santa Sofia “Lo zingaro. Non esiste curva dove non si possa superare”, spettacolo con Marco Bocci di Marco Bonini: in un monologo emotivo ed appassionante Bocci racconta la storia esemplare di un pilota di auto sconosciuto il cui destino è, però, indissolubilmente legato ad un mito della Formula 1, Ayrton Senna. Se devi dire una bugia dilla grossa, cavallo di battaglia della Ditta Garinei e Giovannini, dopo oltre 30 anni dalla rappresentazione del 1986 con Dorelli, Quattrini, Guida, torna sui palcoscenici italiani e andrà in scena venerdì, sabato e domenica al Teatro Diego Fabbri di Forlì: come consuetudine, gli interpreti della commedia incontreranno il pubblico al Ridotto del Teatro. Venerdì alla Sala Parrocchiale "Stefano Garavini", San Martino in Villafranca torna la sesta rassegna di teatro dialettale "Quatar sbacarêdi cun e' nostar dialet", con la Cumpagnì dla Zercia che metterà in scena "La sumara ad Tugnara".  Il primo appuntamento del ciclo Il Club dei copioni è invece sabato, al Teatro Testori, guidato da Federico Bellini, uno dei drammaturghi più innovativi e sorprendenti della scena teatrale contemporanea, storico collaboratore del regista Antonio Latella: con lui si affrontano i testi della scrittrice e sceneggiatrice Alice Torriani.  Domenica al Teatro Il Piccolo di Forlì per la rassegna Favole, la compagnia I Guardiani dell’Oca presenta Il vecchio, il mare, spettacolo liberamente tratto dal romanzo di Hernest Hemingway e scritto e diretto da Zenone Benedetto che ne è anche interprete insieme a Tiziano Feola.

In musica

Venerdì la chiesa di Santa Lucia, per la rassegna Forlimusica, ospita Paolo Chiavacci con l’Ensemble Metamorphosen del Conservatorio Bruno Maderna e l’Orchestra Bruno Maderna chd eseguiranno il Quartetto n.8 in do minore op.110 nella versione per orchestra d’archi di Rudolf Barshai di D.Shostakovich e “Meramorphen” di R. Strauss, studio per 23 strumenti solisti. Alla ribalta del Forlimpopoli Folk Club un giovanissimo e talentuosissimo gruppo Veronese, che la scuola di musica popolare ha premiato con il proprio Premio speciale: l'Ensemble Terra Mater si esibisce venerdì al Teatro Verdi di Forlimpopoli con "Il mare che canta – Suoni dal Mediterraneo". Spostandosi al Circolo culturale La Rimbomba di Bertinoro arriva il cantautorato d’autore, rock e blues, con  Claudia Macori e Antonio Bianchi, sempre nella stessa serata.

Giornata della Memoria

A Forlì un ricco programma di iniziative: venerdì in Salone Comunale “La Storia degli Internati Militari Italiana nei Lager Nazisti”, conferenza di Roberta Ravaioli, poi la proiezione del film “L’ostetrica” Stanislawa Leszczynska, deportata ad Auschwitz. La Sala Don Bosco ospita l'incontro  di presentazione del libro “Sull’uso pubblico della storia”. Domenica, ancora in Salone Comunale, arriva il “Concerto per la Memoria” della Banda Città di Forlì diretta dal Maestro Alessandro Spazzoli. Secondo appuntamento del ciclo di contronarrazioni  di Forlì Città Aperta, venerdì, per parlare delle persecuzioni subite dalle persone Romanì e queer. La giornata sarà composta di due eventi, saranno proiettate delle testimonianze audio di persone Romanì vittime della persecuzione nazifascista e poi dialogo tra Morena Pedriali, attivista per le minoranze Romanì, e Masen Mazoud, presidente del MIT di Bologna. La Fumettoteca Regionale Alessandro Callegati 'Calle' partecipa alla celebrazione con una mostra consultabile, in sede e online,  intitolata 'Da Maus a Maus'.  Sempre venerdì la Sala San Luigi propone la visione del film d'animazione "Anna Frank e il diario  segreto" il nuovo film di Ari Folman, che ha ricevuto 1 nomination ai premi European Film Awards 2021 come miglior film d'animazione. A Meldola nella serata di venerdì, al Teatro Comunale Dragoni, si terrà lo spettacolo “Giobbe. Storia di un uomo semplice” con Roberto Anglisani, tratto dall’omonimo romanzo di Joseph Roth, che racconta la storia di un maestro ebreo e della sua famiglia in un paese tra Russia e Polonia nei primi anni del Novecento, tra le speranze e le paure, i momenti di gioia e di dolore che segnano la vita dei protagonisti. "Lei conosce Arpad Weisz?": il reading tratto da "Dallo scudetto ad Auschwitz"di Matteo Marani è invece il prossimo appuntamento della Stagione teatrale di Galeata, sabato, con Menoventi Teatro. Il testo di Marani avvolge il lettore e lo spiazza incessantemente, come se volesse giocare a 'torello' con le emozioni. Domenica  a Modigliana i ragazzi dell’Istituto Comprensivo terranno letture e testimonianze e Sara Cividalli, ex Presidente della Comunità Ebraica di Firenze e assessora dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, porterà una testimonianza rilasciata da sua madre Miranda Servi. Prosegue domenica la rassegna invernale I Pomeriggi del Bicchiere a Bertinoro con la presentazione del libro “Passerà - storia di una famiglia ebrea negli anni del fascismo” del faentino Roberto Matatia.

Enogastronomia in fiera e mercato vintage

Tre giorni tra i sapori e i profumi della migliore gastronomia regionale italiana, quella che non è abitualmente reperibile al supermercato, ma alle cui radici si trovano solo autenticità e passione, con la 20esima edizione di SapEur, la fiera del prodotto tipico e genuino, dedicata alle tradizioni culinarie delle regioni di tutt’Italia. Da venerdì fino a domenica  alla Fiera di Forlì si terranno anche l'ottava edizione di Forlì Wine Festival e l’Happy Beer Festival: uno spazio dedicato ai birrifici artigianali italiani ed esteri. Torna a Forlì anche il Vintage Kilo Sale Italy, venerdì, sabato e domenica all' Ex Cinema Mazzini: in maniera divertente e ecosostenibile si potranno trovare, provare ed acquistare al kilo capi vintage e second hand.

Il presepe animato a Predappio

Si può ancora  visitare il presepe ricco di animazioni ed effetti di luci, allestito nelle gallerie dello storico museo della Cantina sotto la Ca’ De Sanzves a Predappio Alta, che sostituisce il tradizionale presepio nelle grotte della Zolfatara, realizzato dal regista cinematografico e scultore Davide Santandrea.

Cinema e arte a tutto tondo

Un’opportunità unica per una città e un territorio che vuole sviluppare le proprie competenze nel settore video e cinematografico: sabato all'Ex Atr di Forlì, si terrà la masterclass con Walter Fasano montatore di Luca Guadagnino, Dario Argento, Ferzan Özpetek e tanti altri, all’interno delle attività annuali di Ibrida Festival. Sabato  la Galleria Wundergrafik a Forlì ospita la presentazione delle ultime opere di Filippo Mattarozzi, a cura di Davide Boschini:  si potranno ammirare i nuovi disegni dell'artista. La mostra "Forlì 1944, una strage ordinaria", è esposta alla  Fondazione Alfred Lewin di Forlì: attraverso documenti burocratici, ritagli di giornali, diari e lettere private e fotografie, la mostra racconta le tappe di una persecuzione, iniziata con le leggi razziali tedesche del 1935, proseguita con quelle italiane del 1938, che portò diciotto ebree e ebrei a ritrovarsi, nel settembre 1944, in Italia prigionieri nel carcere di Forlì, dove alla vigilia della liberazione della città verranno trucidati nei pressi dell'aeroporto. L'esposizione "Storie e immagini" è invece visitabile alla Galleria d’arte contemporanea “Vero Stoppioni” di Santa Sofia, che ospita anche quest’anno una mostra dedicata all’Archivio fotografico Valbonesi, acquisito nel 2001 dal Comune di Santa Sofia e composto da circa 100.000 immagini. Sempre a Santa Sofia, il centro visita ospita "Il sapere delle mani. Ingegno, competenza, e creatività dell'Appennino nel parco nazionale delle Foreste casentinesi", un progetto dedicato al patrimonio materiale e culturale di generazioni di donne e uomini che vi si sono succedute. "I popoli del Parco" raccoglie tanti anni di lavoro di ricerca etnografica nel territorio oggi ricompreso nell'area protetta. "Ballando sull’orlo del baratro ovvero L’epoca dell’Antropocene" è il titolo della mostra di Luciano Paganelli allestita al Museo Archeologico di Forlimpopoli da sabato: in mostra una grande opera, costituita da diversi pannelli, per riflettere sulle sorti dell’umanità in questo drammatico momento storico; la riflessione dell’artista, attento osservatore del proprio tempo, lo porta a concludere che stiamo appunto ballando tutti sull’orlo del baratro, raffigurando l’umanità  in un sorta di “Danza macabra” d’attualità. Sempre a Forlimpopoli, la Sala Mostre di Piazza Fratti ospita la collettiva a tema libero dell’associazione Amici dell’Arte: saranno in visione oltre una trentina di opere, acquerelli e olio su tela.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SapEur e Forlì wine festival, Marco Bocci, Vintage kilo sale: si presenta il weekend forlivese tra enogastronomia e teatro
ForlìToday è in caricamento